CASSA RURALE CANTù – GLOBO SCARABEO CIVITA CASTELLANA 3-2 (29-27, 25-22, 22-25, 15-25, 15-13)
CASSA RURALE CANTù: Monguzzi 9, Butti (L), Groppi, Riva 3, Rudi (L), Mazza, Cominetti 3, Tiozzo 10, Gerosa 1, Preti 20, Krolis 17, Gaggini 1, Robbiati 10. Non entrati Molteni. All. Della Rosa.
GLOBO SCARABEO CIVITA CASTELLANA: Cesarini (L), Paolucci 1, Marinelli 17, Sacripanti, Rau, De Matteis 21, Puliti 19, Alborghetti 10, Menicali 12. Non entrati Da Silva Costa, Tataru, Santilli, Marsili. All. Spanakis.
ARBITRI: Cerra, Pecoraro.
NOTE – durata set: 32′, 28′, 27′, 24′, 18′; tot: 129′.

di Francesca Molteni

CANTU’ – Ultima partita casalinga del 2015 per la Cassa Rurale Cantù, e il folto pubblico assiste a cinque emozionanti set contro la neo-promossa Globo Scarabeo Civita Castellana, terza in classifica.
I padroni di casa conquistano i primi due e combattuti set. La reazione della squadra ospite non si fa attendere, e Puliti e soci pareggiano i conti vincendo terzo e quarto set. Nel quinto set è la Cassa Rurale a piazzare l’allungo decisivo per vincere set e partita, respingendo l’assalto finale della Globo Scarabeo.

SESTETTI – Cantù schiera la diagonale palleggiatore-opposto Gerosa-Krolis, con Preti e Tiozzo schiacciatori, Monguzzi e Robbiati centrali e Butti libero. Coach Spanakis deve rinunciare a Da Silva infortunato a una spalla, e quindi mette in campo la diagonale Paolucci-De Matteis, con Marinelli e Puliti schiacciatori, Alborghetti e Menicali centrali e Cesarini libero.

LA PARTITA – Il primo set vede la Globo Scarabeo partire forte (3-6), con la Cassa Rurale che riesce a pareggiare sul 10-10. Una Civita Castellana molto fallosa a rete si riporta avanti (11-14), ma Cantù riprende subito gli avversari grazie a un incisivo turno dai 9 metri di Monguzzi (16-16). Sul turno in battuta di Preti si ha il primo break dei canturini (parziale di 6-0, da 17-19 a 23-19). Sembra lo strappo decisivo, ma con Menicali al servizio i laziali piazzano un contro-break di 0-5 (da 24-20 a 24-25). Ai vantaggi ha la meglio la squadra di casa con tre punti consecutivi che chiudono il set (29-27).
Nel secondo set è la Cassa Rurale a portarsi subito in vantaggio (5-1 e 7-2). La Globo Scarabeo rincorre, cerca di recuperare qualche punto, ma il break iniziale è anche quello decisivo. Cantù porta a casa il secondo set con il punteggio di 25-22.

Nel terzo set la Globo Scarabeo reagisce e parte subito avanti (2-6). Questa volta è la Cassa Rurale a rincorrere, e riesce a pareggiare il punteggio sul turno in battuta del solito Krolis (13-13). È ancora Civita Castellana ad accelerare e a portarsi avanti con un parziale di 2-6 (da 16-15 a 18-21). I laziali difendono il vantaggio ottenuto, e chiude il set un’invasione di Monguzzi (22-25).

Il quarto set è a senso unico. Decisivo il turno al servizio di Puliti a inizio set. La sua battuta in salto, infatti, mette in crisi la ricezione canturina e permette agli ospiti di scavare una voragine di 9 punti (0-9). Con il set ormai compromesso, Coach Della Rosa fa riposare i senatori in vista del quinto e decisivo set inserendo Riva, Cominetti, Gaggini, Groppi, e gli esordienti Mazza e Rudi. Il set viene chiuso da due attacchi di Menicali (15-25).

Il quinto set è molto combattuto, ma il break decisivo è quello iniziale della Cassa Rurale. Si parte infatti con i padroni di casa avanti nel punteggio (3-0 e 6-2), grazie ai turni in battuta di Robbiati e Gerosa. La situazione non cambierà fino alla fine di set e partita, nonostante la rimonta finale degli ospiti con 3 punti consecutivi coronati da un ace di Marinelli. Chiude un muro di Krolis su Puliti (15-13)