A3 Credem Banca. I Commenti dei Protagonisti alla 2. giornata

83

Modena – I commenti a fine match dei protagonisti della Seconda Giornata di Andata

GIRONE BIANCO
ViVi Banca Torino – Gamma Chimica Brugherio 3-1
Lorenzo Simeon (coach Torino): “Sono davvero contento per i ragazzi perché hanno fatto una prestazione maiuscola, premiando l’impegno da agosto. Questa è una bella vittoria. Abbiamo giocato davvero bene contro una squadra che non ha mollato mai. Sappiamo che è una loro caratteristica. Quando hanno cambiato l’opposto ad inizio terzo set, hanno migliorato le cose. Hanno ricevuto sempre bene. Non è stato semplice stare lì. Abbiamo avuto un ottimo livello di gioco, pochissimi bassi che sono il nostro difetto maggiore e questo ci ha permesso di stare avanti per quasi tutto il match. Abbiamo gestito molto bene le situazioni importanti. Alla fine abbiamo sempre fatto la differenza con un gesto tecnico in difesa o a servizio o a muro. Davvero complimenti a tutti perché se lo meritano. È la prima volta in tre anni che vinciamo una delle prime due partite di campionato. Deve darci la spinta per ripartire. La settimana prossima in casa sarà un’altra battaglia, ma i ragazzi sono pronti e quindi che si vadano a godere questa vittoria perché ce lo meritiamo tutti quanti”.
Danilo Durand
(coach Brugherio): “Non siamo riusciti a mettere da subito la giusta attenzione ed è un peccato. Il primo set lo abbiamo perso ai vantaggi non giocando benissimo, nel secondo abbiamo un po’ subito, nel terzo siamo rientrati ma sicuramente non siamo in un momento felice. Problemi fisici ne abbiamo tanti, questo non ci consente di dare continuità all’allenamento ed in gara poi queste cose vengono fuori. Serviva un po’ più di cattiveria ma il gruppo è giovane ed i giocatori più esperti si stanno riprendendo da problemi fisici. Di positivo oggi c’è sicuramente l’ingresso in campo di Mitkov e Calarco che sono riusciti a giocare entrambi due set. Speriamo di riuscire a recuperarli pian piano tutti e di lavorare con la rosa al completo”.

Geetit Bologna – Monge Gerbaudo Savigliano 1-3
Marco Spagnol (coach Savigliano): “Siamo arrivati a ranghi ridotti per i diversi infortuni. Noi abbiamo faticato molto in ricezione e al contempo loro difendevano molto e concretizzavano su palla alta. Bravi loro. Abbiamo comunque buoni spunti da cui partire e speriamo sia un buon punto di partenza per i prossimi appuntamenti, a tal proposito aspetto i tifosi numerosi per seguirci contro Belluno domenica prossima.”

Med Store Tunit Macerata – Da Rold Logistics Belluno 3-0
Alessandro Paganin (Belluno): “Purtroppo è arrivata un’altra sconfitta, ma contro una squadra importante, ricca di giocatori di rilievo. Cosa ci possiamo rimproverare? Il fatto di non aver sfruttato le occasioni che ci sono capitate. In ogni caso, sono sicuro che da qui in avanti miglioreremo”
Diego Poletto (coach Belluno): “C’è ancora parecchio da lavorare. La prima trasferta ci ha portato delle insidie non da poco. Va migliorata la qualità del gioco e dobbiamo aiutarci un po’ di più. Ora è necessario esprimere una pallavolo di maggior sacrificio: non viene una cosa? Pazienza, si pensa alla palla successiva. Rimbocchiamoci le maniche e mettiamo in mostra ciò che sappiamo fare. Ed è tanto”. 

GIRONE BLU
Dist&Log Marcianise – Sistemia Aci Castello 1-3
Francesco Racaniello (coach Marcianise): “Un esordio su cui rifletteremo adeguatamente in particolar modo su tante situazioni che non sono andate come speravamo. Il risultato parla da se e non c’è molto altro da dire. L’unica cosa che possiamo fare sarà tornare in palestra lunedì e pensare all’Acicastello sperando di poter vedere una partita diversa. Sapevamo che Modica in casa è un avversario temibile e ha dimostrato di essere più brava di noi soprattutto nel contrattacco mettendo a terra palloni pesanti. Noi invece siamo stati un po’ ingenui in alcune situazioni che potevamo gestire in maniera diversa. Nel corso della gara siamo stati pasticcioni e contratti e sinceramente potevamo fare meglio. Dispiace, sono sincero, perché potevamo fare meglio e portare a casa qualche punto. E’ comunque la prima gara ufficiale dell’anno, c’è tanto tempo per recuperare e ci può stare considerando che siamo una squadra completamente nuova. Ora però pensiamo alla prossima perché so che possiamo dare di più”.
Waldo Kantor (coach Aci Castello): “La squadra è stata brava a tenere botta. La battuta, la difesa e il contrattacco hanno fatto la differenza. La crescita è stata importante. Bravi a giocare sul cambio palla, sulla ricostruzione siamo stati efficaci. Il muro ha girato bene. Tutti sono stati aggressivi, non era facile venire fuori con tre punti da un campo così ostico”.

Shedirpharma Massa Lubrense – Aurispa Libellula Lecce 0-3
Nicola Esposito (coach Massa Lubrense): “Sapevamo che il calendario era tutt’altro che agevole, mettendoci di fronte due squadre che non nascondono le proprie ambizioni di alta classifica. Sia Aversa che Lecce hanno mostrato una pallavolo più evoluta e veloce della nostra, anche se mi aspettavo qualcosa in più che era nelle nostre corde. Il potenziale offensivo degli avversari è molto alto in questa categoria, ed è difficile da contenere. Dobbiamo lavorare sul nostro attacco, che in questo momento è il fondamentale che sta girando meno. Non deve mancare tuttavia la fiducia. Siamo in Serie A per cui è normale incontrare qualche difficoltà: dobbiamo giocare al massimo tutte le partite, per provare a strappare punti preziosi anche contro rivali sulla carta molto quotati. Poi sarà fondamentale alzare il livello e fare la differenza quando affronteremo quelle squadre più alla nostra portata. Dispiace per il secondo set: stiamo giocando a sprazzi, manca la continuità, anche se va riconosciuto il valore di Lecce che aveva in campo atleti forti di categoria. Dobbiamo cercare di essere più veloci sul primo pallone di cambio palla, attenti in difesa e limitare le sbavature. Limando alcuni dettagli che alla fine risultano decisivi. Ho sempre cercato di attingere dalla panchina, sfruttando le caratteristiche di tutti gli uomini a mia disposizione. Danno sempre il 100% in palestra, rispondono presente quando sono chiamati in causa, e rappresentano senza ombra di dubbio una nota positiva.     

OmiFer Palmi – Avimecc Modica 3-0
Antonio Polimeni
(coach Palmi): “Sapevamo di avere davanti una squadra ostica  abbiamo tenuto alta l’attenzione e siamo stati bravi. La prossima partita contro Aversa sarà tosta, dovremo ripetere la prestazione di oggi per poter vincere contro una squadra ben costruita come la loro».

Opus Sabaudia – Ismea Aversa 0-3
Mauro Budani
(coach Sabaudia): “Con squadre come questa ogni piccolo errore lo paghi caro, sapevamo che sarebbe stata una partita molto difficile ma abbiamo avuto le nostre occasioni per vincere il secondo set ma i nostri avversari hanno sbagliato pochissimo. Il nostro gioco è stato discreto a tratti, ora dobbiamo imparare dagli errori che abbiamo commesso e soprattutto limitare questo numero degli errori che abbiamo commesso. Cosa non mi è piaciuto? Preferisco riflettere e parlarne direttamente alla squadra. La gestione del secondo set, soprattutto di testa, mi è piaciuta molto e sicuramente possiamo ripartire da questo”.
Stefano Schettino (Sabaudia): “Ci tenevamo molto a fare bene nella prima partita in casa anche se sappiamo tutti che Aversa è una delle candidate al salto di categoria, è stata una partita difficile e peccato per il secondo set in cui siamo riusciti anche a costruirci occasioni importanti. Come si riparte? Testa bassa in allenamento cercando di migliorare le cose che non sono andate bene oggi”.
Paul Ferenciac (Sabaudia): “Siamo partiti un po’ tesi, il secondo set è andato leggermente meglio, ma siamo stati sempre costretti a rincorrere i nostri avversari. Non è un passo indietro rispetto alla partita precedente, assolutamente no. La mia prestazione? Penso prima alla squadra e siamo usciti dal campo con una sconfitta”.

Sostieni Volleyball.it