A3: Fano. Trasferte dolci. Radici valorizza la panchina con Caselli e Bulfon

NOVENTA DI PIAVE- La Gibam ci ha preso gusto. Bottino pieno per la formazione di Radici dopo due trasferte consecutive (Torino e San Donà), in modo particolare il successo in terra veneziana ha un sapore speciale visto che coach Radici è riuscito a utilizzare al meglio gli uomini della panchina.

“Io e Sorrenti siamo entrati in partita con il piglio giusto e così anche nel secondo set – esordisce Sebastiano Caselli Sono contento in primis per la squadra e poi per me. La cosa importante è che in ogni set abbiamo reagito a tutte le situazioni di difficoltà, anche nel terzo parziale perso stavamo recuperando poi dopo loro hanno chiuso. Dobbiamo migliorare nel cambio palla, ma questi sono dettagli che contiamo di limare con il lavoro in palestra”.

Assoluto protagonista del match, specialmente nel finale infuocato di quarta frazione, è stato Andrea Bulfon: “Bravi tutti – afferma l’opposto triestino – grandi meriti vanno a chi è subentrato dalla panchina, oggi non era facile. Stiamo facendo passi avanti, siamo stati più reattivi e questo ci ha permesso di portare a casa questo successo fondamentale”. Andrea Bulfon vuole poi mandare un messaggio a Porto Viro, prossima avversaria: “Domenica prossima sarà grande battaglia – conclude l’ex Pineto – arriviamo all’appuntamento con la capolista con il morale a mille, aspetto di vedere il grande pubblico”.

Anche Giacomo Bellei, che ha cercato di ricucire lo strappo per San Donà nel quarto set, fa i complimenti alla Gibam Fano: “Ottima partita del loro opposto Bulfon, veramente bravo – afferma Bellei – sapevamo sarebbe stata difficile questa partita, poi Fano è riuscita con i cambi ad indirizzarla a proprio favore. La gara era stata da parte nostra preparata bene, poi il campo ha detto un’altra cosa”.

Domenica prossima (ore 18 Palas Allende) la Gibam Fano affonterà la capolista Porto Viro, in un match che si preannuncia vibrante ed intenso. Con questi due successi consecutivi la banda di Radici ha ridotto lo svantaggio non solo con il quinto e sesto posto ma addirittura con la zona play off, ora a soli due punti.

Sostieni Volleyball.it