A3 M: Verso la 3ª giornata di ritorno. Le news dalle Sedi

72

MODENA – Nel weekend si gioca la 3ª giornata di ritorno della serie A3 maschile. Le ultime dalle sedi.

Girone Bianco
Sabato 22 Gennaio 2022, ore 20.30
Monge-Gerbaudo Savigliano – Tinet Prata di Pordenone
Qui Savigliano –
Un ospite indesiderato. In questa luce appare la Tinet Prata di Pordenone per il Monge Gerbaudo Savigliano nella sfida di sabato sera al Pala San Giorgio di Cavallermaggiore. Non è scortesia bensì un modo schietto di riconoscere il valore dell’avversario. “Loro sono in un momento di forma sfolgorante, noi in quello più difficile della stagione”, esordisce coach Bonifetto.
A casa loro i friulani si imposero 3-1 in rimonta: “Disputammo tre set ottimi, vero che nel quarto ci presero a pallate ma complessivamente facemmo una buona partita, tenuto conto che non avevamo Galaverna”. Stavolta tra i biancoblù mancheranno capitan Bossolasco e Ghibaudo, infortunati.
Tinet Prata lanciatissima, reduce dal successo su Abba Pineto e a caccia dell’undicesima vittoria di fila. L’allenatore del Savigliano evidenzia il maggior punto di forza della compagine del collega Boninfante, che si avvale di attaccanti di vaglia come Baldazzi, Yordanov, Porro: “La qualità della loro battuta è altissima, con una media di più di 2 ace per set sono i più forti del campionato in questo fondamentale, sia del nostro che dell’altro girone. Battono tutti molto bene e, salvo un giocatore, tutti al salto. Come ho già avuto modo di dire, sono situazioni difficilmente allenabili, perché nemmeno la spara palloni riproduce certe traiettorie a certe velocità. Le si può gestire solo crescendo”.
Il focus della gara è servito: “Tutto dipenderà da quanto riusciremo a contrastare il loro servizio e da quanto col nostro riusciremo a dare fastidio alla loro ricezione. I favori del pronostico sono indubbiamente dalla loro, ma se riusciremo a tenere la gara in equilibrio sul primo e secondo tocco, potremo dire la nostra”.
La traduzione del piano tecnico-tattico in termini psicologici e motivazionali, per Roberto Bonifetto, è la seguente: “Contro una squadra con queste peculiarità dovremo saper soffrire con pazienza, non demoralizzarci prima del tempo. Ho visto un’intensità molto buona negli allenamenti, la cosa mi conforta e fa ben sperare. Cercheremo di sfruttare le situazioni che ci capiteranno”.
Qui Prata
– Il morale è alto e non potrebbe essere altrimenti visto il bel momento che stanno attraversando gli uomini di Dante Boninfante. Dieci vittorie consecutive e il momentaneo podio nel Girone Bianco della Serie A3 Credem Banca. La partita dell’andata porta alla mente un dolce ricordo: è stata infatti la prima vittoria dell’anno, ma, al contempo, tuttaltro che una passeggiata. Infatti la Monge-Gerbaudo aveva conquistato il primo set, prima di arrendersi nei successivi tre. Solo l’ultimo, finito 25-10 era stata una cavalcata trionfale per i Passerotti che nel secondo e terzo avevano dovuto estrarre dal cilindro tutte le loro risorse. MVP e Top Scorer della gara fu Baldazzi con 22 punti, che è ora in caccia dei 1900 punti in carriera in Serie A (ne mancano 20). Savigliano è reduce da una sconfitta interna al tie break contro la Geetit Bologna e vorrà sicuramente riscattarsi. Per farlo si appoggerà a quello che è il suo giocatore più esperto ovvero la banda Andrea Galaverna. “Savigliano è una squadra temibile – racconta lo schiacciatore gialloblù Luca Porroperchè difende molto. Sicuramente non puntano su una grandissima fisicità, ma sbagliano poco, sono molto tecnici e bravi in contrattacco. Hanno una bella qualità di gioco e dovremo mantenere alta le concentrazione In settimana abbiamo lavorato molto sul nostro contrattacco, perchè siamo convinti di poter fare ancora meglio. Poi come sempre battuta e qualità in ricezione saranno determinanti per il risultato”.

Domenica 23 Gennaio 2022, ore 16.00
Volley 2001 Garlasco – ViViBanca Torino
Qui Torino – 
Impensabile solo fino a poche giornate fa, il ViViBanca Torino si presenterà a Garlasco sapendo di poter puntare al sorpasso in classifica.
Il Volley 2001 Garlasco occupa infatti la nona posizione con 16 punti all’attivo, in una graduatoria molto corto nelle zone basse, dove il ViViBanca Torino occupa la 12esima e terzultima piazza insieme a Savigliano con 14 punti, uno in più di Bologna, mentre l’ottavo posto che significa play-off dista appena tre lunghezze. Insomma, niente ancora deciso e con un ViViBanca Torino in crescita tutto può ancora accadere. I lomellini arrivano dal ko casalingo di mercoledì sera nel recupero contro la Videx Grottazzolina, seconda forza del campionato ma con una partita in meno della capolista Pineto. Un match in cui la formazione lombarda ha lottato con le unghie e con i denti, riuscendo a imporsi nel primo set per poi cedere nei tre seguenti ma sempre tenendo vivi i parziali fino all’ultimo.
Per il ViViBanca Torino sarà importante continuare il trend delle ultime partite (7 punti nelle ultime 3 gare) per provare a staccare chi insegue e a raggiungere quelle che precedono. “Arriviamo da una buona settimana – dice coach Simeonin cui i ragazzi si sono allenati bene. Ci crediamo e sappiamo di poter far risultato. Alla fine vincerà chi farà meno errori e chi avrà più coraggio nei momenti importanti”. “Domenica ci aspetta indubbiamente una partita nella quale non sono ammessi errori – ammette il centrale Andrea Orlando BoscardiniGarlasco è una squadra tosta alla quale solo con coesione potremo tener testa. La partita più grande sarà con la squadra nel nostro campo”.

Domenica 23 Gennaio 2022, ore 18.00
Da Rold Logistics Belluno – Geetit Bologna
Qui Belluno –
Archiviata la sconfitta nel recupero di Pineto, la Da Rold Logistics Belluno torna a esibirsi di fronte al pubblico amico della Spes Arena. Andrà in scena il quarto e ultimo capitolo di un’autentica saga: quella con la Geetit Bologna. Le due squadre, impossibile dimenticarlo, si sono già affrontate lo scorso giugno nella finale playoff di serie B (in due atti). E nella sfida d’andata del campionato di Serie A3 Credem Banca. Ebbene, in tutte e tre le circostanze a sorridere sono stati gli emiliani: “Bologna è diventata la nostra bestia nera – sorride, amaro, capitan Alex PaganinPrima i playoff, poi l’andata, quando ci siamo letteralmente divorati una partita che avevamo in pugno (i bellunesi, avanti 2-0 nel conto dei set, hanno subìto la rimonta e poi il sorpasso al tie-break, ndr)”. Ma ora conta solo l’attualità: “Daremo il massimo, consapevoli di affrontare una compagine che non molla mai e a cui dobbiamo mettere pressione. In più, nelle ultime due settimane, Bologna ha tirato fuori gli artigli. Ha perso un atleta importante come Boesso, ma è riuscita a portare a casa punti importanti”. Proprio così: la Geetit si è affacciata al 2022 battendo Brugherio tra le mura domestiche e Savigliano in trasferta. E adesso, in classifica, è staccata di sole 4 lunghezze dai bellunesi. Rispetto a mercoledì scorso, i rinoceronti recuperano l’intero staff tecnico (coach Diego Poletto e il vice Nesello), oltre a due preziosi elementi come Gionchetti e Della Vecchia: “A causa del Covid – prosegue capitan “Paga” – ci siamo fermati totalmente per dieci giorni. E, nel momento in cui riprendi l’attività, ti porti dietro un sacco di complicazioni: dalla stanchezza al calo di forma fisica. In più, eravamo al giro di boa del campionato: in quelle due settimane, potevamo limare alcuni dettagli in palestra e prepararci al meglio per il girone di ritorno. Così non è stato e dobbiamo comunque guardare avanti. Anche se non è facile, né automatico passare da zero a cento all’ora”. Come ha testimoniato il recupero con l’Abba: “Nel primo set ce la siamo giocata fino alla fine – conclude Paganin – salvo poi crollare negli altri due parziali. Ma era il primo impegno dopo lo stop, ci può stare: stiamo lavorando per tornare al livello di dicembre”.
Qui Bologna – La sfida della review della finale promozione è alle porte e il luogo torna ad essere la provincia veneta, dove si è tenuto l’ultima sfida che ha decretato la promozione dei felsinei. Sarà la spes Arena ad ospitare tra le sue mura la sfida tra le due formazioni che si trovano rispettivamente all’ottavo e tredicesimo posto ma di fatto a dividerle sono solamente 4 lunghezze. Bologna vede nella sfida contro Belluno un’ulteriore prova di forza e un altro appuntamento chiave in vista della salvezza. Ogni punto andrà quindi sudato e valorizzato consci di quanto ognuno di questi abbia uno spessore determinante nella classifica generale. L’incontro tra le due formazioni ha sempre sorriso alla squadra emiliana, anche nella gara di andata dell’attuale campionato ma Belluno, reduce da una crescita di spessore nel corso della stagione, è motivata da una grande fame di rivalsa e di vittoria per sigillare l’attuale posizionamento in classifica e avvicinarsi al blocco della big. Sarà importante per Bologna resettare gli incontri precedenti e aspettarsi un’avversaria rinnovata da un grande lavoro in palestra che ha permesso di limatore ulteriormente i propri punti deboli, nonostante il recente stop forzato a causa covid. I felsinei dovranno essere composti a muro e in difesa per arginare l’attacco avversario che vede in Graziani e Mozzato due bocche da fuoco determinanti con la possibilità di aggiungere a queste la banda bellunese Giovanni Candeago vicino alla ripresa dopo l’infortunio. Alla fisicità e alla forza in attacco Bologna dovrà dunque rispondere con grande pazienza nei fondamentali difesivi e di conseguenza offensivi. Daniele Ghezzi: “Mi aspetto una partita molto impegnativa e altrettanto combattuta tra due squadre che lottano per un obbiettivo comune: aggiudicarsi da ogni sfida quanti più punti possibili. Abbiamo lavorato molto in settimana studiando il sistema muro-difesa per arginare gli avversari ma soprattutto ci siamo concentrati sul nostro gioco.”

Volley Team San Donà di Piave – Med Store Tunit Macerata
Qui Macerata
– La MedStoreTunit torna in campo per la terza giornata di ritorno con la trasferta di San Donà di Piave. Anche la squadra veneta si è dovuta fermare per due partite e l’ultima gara giocata è la sconfitta per 3-1 subita in casa della Sol Lucernari Montecchio Maggiore; al momento il Volley Team San Donà di Piave occupa la settima posizione in classifica con 18 punti conquistati e si appresta ad affrontare per due volte la MedStoreTunit in rapida successione, visto che sarà l’avversaria dei biancorossi anche in Coppa Italia nella sfida di mercoledì 26. Lungo stop anche per Macerata, l’ultima giocata per i ragazzi del coach Di Pinto è stata la vittoria nel derby contro Fano, strappata al tie-break dopo una grande rimonta. Il lungo stop ha frenato un buon momento per la squadra, come avete affrontato queste settimane di pausa? “Non potevamo fare molto altro che fermarci e cercare di stare attenti e restare in forma – afferma lo schiacciatore Enrico LazzarettoNon sarà semplice tornare subito in campo, ci aspetta un mese con tante partite che ci aspettano tra recuperi e le sfide di Coppa Italia. Abbiamo ripreso a lavorare duramente, siamo impegnati a ritrovare il prima possibile il giusto ritmo”. In questo periodo di allenamenti avrete avuto modo di migliorare il feeling con Giannotti, arrivato a dicembre ma già decisivo contro Fano, “Stefano lo conosco, ci ho giocato anni fa insieme, è un ragazzo tranquillo oltre che un grande giocatore. L’ho visto molto ben integrato nel gruppo fin da subito e sono sicuro che ci darà un aiuto importante in questa seconda fase della stagione”. Il prossimo avversario è il Volley Team San Donà di Piave, prima in trasferta domenica e poi al Banca Macerata Forum per l’esordio in Coppa Italia: “Intanto domenica giocheranno in casa, il palazzetto sarà tutto dalla loro parte e potranno sfruttare la spinta dei tifosi. Hanno diversi elementi interessanti nel roster, a partire dall’opposto Vaskelis, poi gli schiacciatori, sono giovani ma hanno già dimostrato il loro talento. Sarà una partita combattuta”.

Sa.Ma. Portomaggiore – Gamma Chimica Brugherio
Qui Portomaggiore – 
Coach Marco Marzola non avrà a disposizione il centrale Jacopo Ferrari e il libero Lorenzo Gabrielli, mentre lo schiacciatore Andrea Masotti rimarrà in dubbio fino all’ultimo. Come aveva sollecitato il palleggiatore Giacomo Leoni in settimana, la gara sarà molto complicata: l’aspetto psicologico rispetto alla parte tattica risulterà decisivo vista la posizione di classifica degli avversari, attualmente ultimi con 4 punti. “L’insidia della gara – spiega coach Marzolaè doppia. Da un lato la posizione di classifica di Brugherio, che contro di noi all’andata conquistò tre dei loro quattro punti. Dall’altra il pensiero di giocare mercoledì 26 gennaio in Coppa Italia contro Grottazzolina. Noi tecnici dovremo essere bravi a mantenere alta la tensione e far procedere la squadra uno step alla volta. Inoltre, mi auguro sia chiaro un fattore fondamentale: non ripetere la gara in Brianza”.
“Abbiamo lavorato sulla gestione dell’errore. A Montecchio, la squadra ha subito troppi muri. La nostra settimana è scivolata via nella risoluzione della problematica. Sappiamo di avere di fronte una squadra inferiore a noi, giovane e con difficoltà fisiche. Ma è pur vero che non avranno nulla da perdere e quindi giocheranno con meno pressioni e liberi di testa. Dovremo dimostrare sul campo questa differenza”. 
L’approdo al quinto posto non fa perdere di vista la strada tracciata ad inizio anno, strada modificata in corso d’opera.
“Prima d’iniziare la stagione, la salvezza era il nostro obiettivo. Durante il corso del campionato, abbiamo capito che potevamo raggiungerlo senza troppi problemi e abbiamo alzato l’asticella. Ora, siamo pienamente nei play off: sicuramente cercheremo di raggiungere il quarto posto, non tanto per il prestigio finale, ma perché quella posizione consentirebbe di giocare almeno un turno di post season in casa, fattore molto importante. Inoltre, puntiamo ad avere il gruppo interamente in palestra per allenarsi insieme. Tra una situazione e l’altra, quest’anno non siamo mai riusciti ad essere al completo”.
Ma per raggiungere il successivo step, coach Marzola fissa l’obiettivo a breve termine: “Domenica cercheremo di fare una buona gara e di vincere davanti al nostro pubblico, che purtroppo ha assistito a poche nostre vittorie al Palasport di Portomaggiore”.

Girone Blu
Sabato 22 Gennaio 2022, ore 20.30
Maury’s Com Cavi Tuscania – Aurispa Libellula Lecce
Qui Tuscania – 
A quasi un mese di distanza dalla netta vittoria con Sabaudia, torna finalmente in campo la Maury’s Com Cavi Tuscania impegnata a Montefiascone contro Aurispa Libellula Lecce, incontro valido come anticipo della terza di ritorno del girone blu della Serie A3 Credem Banca. All’andata finì 3/2 per i salentini che dopo essere stati per due volte in svantaggio riuscirono ad aggiudicarsi l’incontro al tie-break. Dopo aver chiuso il girone di andata con 27 punti al primo posto assieme a Aversa e Tuscania, la squadra pugliese è andata a cogliere un’importante vittoria in trasferta a Palmi (2/3) per poi ripetersi in casa a spese della Shedirpharma Massa Lubrense (3/0). Vittorie che la attestano al secondo posto ad un punto dalla capolista Wow Green House Aversa 33, e a due di vantaggio da Sistemia Aci Castello 30, seguita a sua volta da OmiFer Palmi 28, Maury’s Com Cavi Tuscania 27 e Leo Shoes Casarano 26, con queste ultime che hanno però due gare in meno. “Lecce è una delle squadre più in forma del momento -è il commento di coach Sandro Passaro– viene da una serie importante di vittorie e fa della fase break il suo punto di forza. Sappiamo benissimo che contro di loro bisogna essere pazienti e preparati a scambi lunghi. In questo periodo abbiamo giocato poco ma abbiamo avuto modo di allenarci bene per affrontare al massimo le prossime sfide”.
Qui Lecce – Lo scoutman Bramato ha snocciolato le statistiche più rilevanti su Aurispa Libellula: “Siamo una squadra molto importante in tutti i fondamentali, come testimonia anche la posizione in classifica. Rispetto alla media dei livelli di questo campionato, abbiamo una fase break abbastanza importante, una correlazione di muro, difesa e ricostruzione particolarmente efficace, su cui si è lavorato tanto. Anche il servizio fa la sua parte, un po’ falloso ma inevitabile quando si assumono dei rischi. Il cambio palla è, invece, l’altra fase che ci contraddistingue e su cui lavoriamo molto ogni settimana, perché vogliamo crescere ulteriormente, pur avendo dei singoli fondamentali molto positivi anche in questa fase, con un livello di ricezione tra i migliori del campionato”. È intervenuto poi mister Darraidou, che ha manifestato le sue impressioni prima del match: “Sarà una partita molto difficile, ma vediamo cosa viene fuori, siamo preparati per questo. È un momento molto intenso, ricco di partite, ma io e i giocatori abbiamo in testa solo la gara con Tuscania dopodiché, a partire da lunedì, cominceremo a parlare della sfida con Aci Castello. Rimaniamo concentrati partita dopo partita, senza pensare ad altro. Con Tuscania sarà una gara importante, difficile perché è una squadra di livello, il cui gioco passa spesso attraverso gli schiacciatori e che lavora molto bene a muro, una squadra costruita per tentare il salto in A2”. 

Domenica 23 Gennaio 2022, ore 16.00
Falù Ottaviano – Con.Crea Marigliano

Domenica 23 Gennaio 2022, ore 17.00
Efficienza Energia Galatina – Avimecc Modica
Qui Galatina – 
Appena il tempo di sondare il ventaglio di opzioni nella scelta del nuovo tecnico, incanalatesi poi a maggioranza sulla persona di Giuseppe Bua, ed ecco irrompere la terza giornata di ritorno del girone blu di serie A3. Il neo allenatore dei blucelesti galatinesi si troverà ad affrontare nel turno casalingo di domenica 23 gennaio l’Avimecc Modica, proprio la sua ex squadra allenata per un triennio con importanti risultati conseguiti. Il sestetto ospite guidato da mister D’Amico è reduce da una gara casalinga battagliata, ma persa al tie break contro Palmi, ed occupa la settima posizione in classifica con un bottino di 20 punti, frutto di sette vittorie ed altrettante sconfitte. Compagine tosta e per niente arrendevole quella ragusana, il cui roster ha subito poche modifiche rispetto alla passata stagione, tutto a vantaggio di un amalgama ben collaudato in alcuni reparti. Frutto di un meticoloso lavoro programmato e realizzato in estate dalla Ds Cassibba, sono ben cinque su sette gli elementi confermati nel sestetto titolare, implementato poi dai nuovi acquisti di Alfieri e Loncar. Esordio dunque impegnativo per capitan Buracci e soci nel nuovo corso targato Bua. Corre l’obbligo per tutti di capitalizzare al massimo le opportunità che ogni frazione di gioco potrà offrire, senza sbavature o pause, caricandosi di responsabilità, nella consapevolezza che si dovranno affrontare ben dieci battaglie prima del verdetto finale.

Domenica 23 Gennaio 2022, ore 18.00
Shedirpharma Massa Lubrense – Leo Shoes Casarano
Qui Casarano – 
Dopo circa un mese di astinenza forzata dalle gare ufficiali a causa di diversi rinvii legati alla recrudescenza dell’attuale situazione pandemica, per la Leo Shoes Casarano è arrivato il momento di tornare all’interno di quel rettangolo di gioco dal quale manca dal 26 Dicembre scorso, quando aveva strappato la bella vittoria nel derby contro il Galatina congedandosi in maniera egregia da un 2021 strepitoso per i colori rosso azzurri. In queste lunghe settimane di stop, il gruppo di Mister Licchelli ha sostenuto intense sedute di lavoro mirate a gestire un importante richiamo atletico e perfezionare quei meccanismi di gioco e quei fondamentali che non hanno girato al meglio in questo primo scorcio di stagione. Il ritorno in campionato per la Leo Shoes Casarano coincide con un impegno dall’alto quoziente di difficoltà, in quanto capitan Torsello e compagni sono chiamati a far visita alla Shedirpharma Folgore Massa resasi protagonista finora di risultati prestigiosi e di un brillante campionato. La Leo Shoes Casarano è, dunque, chiamata ad un esame doppiamente probante sia per il ritorno ad una gara ufficiale dopo circa un mese e sia per il valore dell’avversario: i rosso-azzurri dovranno dimostrare sin da subito di poter continuare a combattere per le posizioni nobili della graduatoria consci che il girone di ritorno sarà ancora più complicato ma allo stesso tempo affascinante.

OmiFer Palmi – Wow Green House Aversa
Qui Aversa – 
I normanni sono partiti con una grande voglia di riscatto e ciò emerge anche dalle parole del palleggiatore brasiliano Pedro Luiz Putini: “All’andata ci è mancato un pizzico di fortuna, e la squadra non era di certo pronta come oggi – dice l’alzatore – adesso abbiamo più fiducia nei nostri mezzi, sappiamo quello che vogliamo e insieme abbiamo fatto l’esperienza necessaria per poter competere contro tutti. E’ un gruppo totalmente cambiato rispetto a quello di 3 mesi fa, sarà tutto diverso e ovviamente vogliamo riscattare la sconfitta dell’andata. Loro sono venuti da noi portando via i 3 punti e noi vogliamo fare lo stesso con loro”. Il palleggiatore – alla sua seconda avventura ad Aversa dopo quella della stagione 2016-2017 – sottolinea poi che questo che arriva “è un momento veramente delicatissimo. Giocheremo praticamente ogni 3 giorni e saranno tutte partite fondamentali. Basti pensare che adesso abbiamo Palmi, una squadra fortissima che lotta per i play off, poi giocheremo la Coppa e poi ci saranno altre sfide importanti per il nostro futuro. Chiaramente in Coppa sappiamo che non possiamo commettere errori: chi vince va avanti, chi perde va fuori. Sono quindi già partite decisive. Adesso però stiamo tutti bene, siamo in un periodo di forma ottimo. Se all’andata abbiamo sempre pagato qualche assenza per infortunio, adesso la squadra è al completo e nelle prossime 3-4 gare, tra campionato e manifestazione tricolore, vogliamo portare a casa solamente vittorie”.

Domenica 23 Gennaio 2022, ore 19.00
Dist&Log Marcianise – Opus Sabaudia
Qui Sabaudia – 
L’Opus Sabaudia torna a correre e si prepara a un tour de force notevole. La formazione guidata da coach Mauro Budani, in una settimana, si giocherà una importante fetta di stagione con tre scontri diretti a distanza ravvicinatissima: servirà il massimo della determinazione e della concentrazione nella speranza che gli infortuni diano meno tormenti rispetto al recente passato. Domenica la squadra del vicepresidente Lino Capriglione sarà in campo nella tana del Marcianise, mentre mercoledì i pontini saranno impegnati al PalaVitaletti di Sabaudia contro il Marigliano nel recupero della prima giornata (che si sarebbe dovuta giocare lo scorso 9 gennaio), poi la domenica successiva pontini ancora in campo a Sabaudia con il Massa Lubrense. “Affrontiamo due partite ravvicinate e, allo stesso tempo molto importanti per noi, ma a queste aggiungerei assolutamente anche la terza sfida successiva, questo perché è evidente che si tratta di un passaggio cruciale per noi ma anche per le altre squadre coinvolte visto che siamo tutte molto vicine in classifica – chiarisce Gabriele Tognoni, centrale del Sabaudia – Sono praticamente tutti scontri diretti tra noi e vogliamo assolutamente ripartire con il piede giusto dopo le ultime sconfitte che abbiamo subìto con Aci Castello, Tuscania e Aversa che sono state molto pesanti per noi”. All’andata tra Sabaudia e Marcianise furono gli ospiti a imporsi: nonostante la vittoria arrivò in tre set, il match durò un’ora e mezza e fu molto combattuto. “A livello di squadra abbiamo tutte le possibilità per lottare su ogni pallone, ed è quello che faremo domenica perché siamo pronti a farlo, con tutte le frecce a disposizione del nostro arco – aggiunge Tognoni – Sono convinto di essere cresciuto e di continuare a crescere in questo periodo, non vedo l’ora di continuare questo campionato. A livello di gruppo siamo pronti, sono rientrati quasi tutti tra covid e infortunio e credo che la presenza di tutti gli effettivi, oltre a farci innalzare il livello degli allenamenti, sarà una risorsa fondamentale durante le partite ufficiali che saranno tutte molto complicate e ricche d’insidie”.

Sostieni Volleyball.it