FORLI’ – “Abbiamo cercato fino all’ultimo le risorse utili per poter disputare il campionato che ci eravamo conquistati sul campo, ma le risposte che attendavamo non sono arrivate e abbiamo deciso, a malincuore, di cedere il diritto sportivo della serie A2 alla Teodora Ravenna”. Ad annunciare oggi la ferale notizia è Bruno Molea, presidente dell’Aics Combitras Forlì, in una conferenza stampa alla quale hanno partecipato anche Andres Delgado, confermato coach delle forlivesi, la capitana Pamela Valpiani, anche lei resterà in biancoblu, Renato Bartolini, responsabile marketing del sodalizio, e i consiglieri Catia Gambadori, Alessandro Fossi e Goffredo Gardini.

“Le cose si erano mosse bene all’inizio, ma erano circa 25 giorni che tutto si era fermato, economicamente parlando – continua Molea e a questo punto abbiamo deciso di rinunciare per questa volta, ma con l’intenzione di cominciare da subito a lavorare per farci trovare pronti nel caso in cui questa eventualità dovesse ripresentarsi. Alla fine ci mancavano circa 300mila euro per raggiungere il preventivo di spesa per la serie A2 che avevamo prefissato. Forse 190mila li avremmo anche trovati, ma non saremmo mai riusciti a colmare il restante vuoto. Dall’amministrazione comunale è arrivato qualche timido segnale solo due giorni fa: troppo tardi e troppo poco per permetterci di offrire a Forlì la categoria che le nostre ragazze si erano guadagnate sul campo”.

Una rinuncia che riempie di rammarico tutto l’ambiente, anche se le conferme di coach Delgado, della capitana Valpiani, della palleggiatrice Beatrice Valpiani e del libero Carlotta Cervella, fanno già capire come la Combitras non voglia abdicare il proprio ruolo da protagonista in serie B1.

“L’accordo con Ravenna fa sì che nella prossima stagione ci ritroveremo in B1 e posso già dire – conclude Molea – che lotteremo per restare ai vertici e, magari, anche per tornare in serie A, anche se a priori non si può mai dire. Oltre alle conferme delle due sorelle Valpiani, di Cervella e di Delgado posso già dire che abbiamo rinnovato anche con lo sponsor Combitras e già questo penso sia un bel segnale. Ci rimane il rammarico, grosso, di non poter offrire la seire A2 alla città e a queste ragazze che tanti sacrifici hanno fatto per conquistare questa promozione. Noi, però, siamo una società che ha sempre rispettato i propri impegni e mai ci saremmo imbarcati in un’avventura sapendo di non avere la copertura necessaria per ottemperare ai nostri obblighi”.