Amarcord: Mondiali 1982, uno per uno tutti gli azzurri

619

MODENA – Sul quindicinale Pallavolo del 27 Settembre 1982, ecco come venivano presentati gli azzurri convocati per il Mondiale 1982.

——————–

UNO PER UNO TUTTI GLI AZZURRI

Il curriculum, i gusti, le letture, gli hobby e le aspirazioni dei nazionali che affronteranno i prossimi campionati del mondo.

Fabrizio Nassi

Nato nel 1951 a Pontedera (Pisa), alto 1,88, pesa 75 kg, insegnante di educazione fisica Capitano del Cus Pisa e della Paoletti Catania ha giocato in questi ultimi anni con il Montuori Palermo e quindi con il Santarlasci Pisa. Ha capitanato la nazionale che vinse la medaglia d’argento ai Mondiali del ’78. Riveste l’azzurro dopo una voluta assenza di due anni. Vanta 174 presenze. Il suo ruolo è schiacciatore.

“Sorcino” convinto.
Italiano al 100%. Fabrizio ama Sordi, Monica Vitti e soprattutto Renato Zero. Tifoso di basket e di calcio appena può parla di Paolo Rossi. Sua scrittrice preferita è Agata Christie. La musica gli piace tutta, fatta eccezione per il jazz. E’ sposato, diplomato Isef e guida un’Alfa Sud 1300.

Franco Bertoli

Nato il 29-4-59 ad Udine, alto 1,92, pesa 88 kg, studente Isef. Ha iniziato con il Volley Kennedy Udine per poi passare nel Padova Petrarca. Dal ’77 gioca con la Kappa Torino. Dall’80 è nazionale. Ha partecipato alle Olimpiadi di Mosca, agli Europei di Sofia e alla Coppa del Mondo di Tokyo. Vanta 72 presenze. Il suo ruolo è quello di schiacciatore.

Surfista
. Da buon friulano Franco non fa troppi castelli in aria. Gioca a volley, ma si preoccupa del futuro. Ha intenzione di finire l’lsef come la moglie Pascale e poi farà l’insegnante, magari di windsurf, sport che gli piace molto. Ha un passato di quattrocentista ad ostacoli e ammira molto il grande Moses.

Francesco Dall’Olio

Nato il 29-12-53 a Modena, alto 1,86, pesa 80 kg, studente Isef. Dopo und lunga militanza nella Panini, gioca dalla scorsa stagione con la Casio Milano. E’ uno dei veterani della squadra azzurra. Ha partecipato ad ogni tipo di manifestazione: dal Campionato del Mondo agli Europei, dalle Olimpiadi alla Coppa del Mondo. Vanta 250 presenze come palleggiatore.
Fan di Alice. “Pupo” è un marito tranquillo, ama leggere i romanzi di Piero Chiara e ascoltare musica country anche se ha un debole per Alice. Ha giocato a calcio e a ping pong, segue il tennis e il suo campione è Borg. I film che segue sono polizieschi, i suoi attori preferiti sono Dustin Hoffman e Francois Fabian.

Giancarlo Dametto

Nato il 6-1-59 a Torino, alto 1.95 pesa 89 kg, giovanissimo gioca nelle fila della Kappa Torino. Fa parte della nazionale dagli Europei a Parigi del ’79 e vanta 107 presenze. E’ alla sua prima esperienza “mondiale”. Nel ’78 fu inserito nella rosa degli azzurri, ma fu scartato proprio alla vigilia. Il suo ruolo è quello di centrale.

Profondo giallo.
Il suo hobby preferito è le lettura, in particolare i libri gialli. Gli piacciono anche le riviste scientifiche. Anche al cinema preferisce i gialli. Non disdegna le pellicole d’avventura. Lo diverte inoltre Jerry Lewis e subisce il fascino di Catherine Deneuve. Avrebbe fatto volentieri il pilota d’elicottero. Neil Young ed il country americano: ecco i suoi gusti musicali.

Marco Negri

Nato il 24-5-55 a Mantova, alto 1,90, pesa 78 kg, insegnante di educazione fisica. Da due stagioni gioca con la Santal Parma, prima faceva parte dell’Edilcuoghi. E’ uno dei senatori della squadra azzurra. Nel ’78 in occasione del Mondiale fu incluso nella formazione “ideale” con campioni del calibro di Savin. Vanta 203 presenze. Il suo ruolo è schiacciatore.

Largo di Genesis. Solo la musica dei Genesis e le canzoni di Alice. Marco è molto tassativo. Suo unico hobby è il volley anche se poi segue il calcio e lo sci. Non perde un film d’avventura e gli piacciono i romanzi. In particolare quelli di Oriana Fallaci. I suoi eroi di celluloide sono Jack Nicholson, Woody Allen e Caterine Deneuve.

Gianmarco Venturi

Nato l’8-6-58 a Ravenna, alto 1,91, pesa 82 kg, studente universitario. Da un paio di anni gioca con l’Edilcuoghi e in precedenza aveva difeso i colori della squadra della sua città con la Cassa di Risparmio Ravenna. E’ il primo anno che indossa la maglia della nazionale A e vanta già 22 presenze. La scorsa stagione ha partecipato alle Universiadi. Il suo ruolo è palleggiatore.

Ama i cavalli. L’animale preferito da Gianmarco è i cavallo e ne possiede diversi. Quando non ha impegni pallavolistici va alle corse, scommette e, in caso di perdite, si consola andando sulla tavola a vela, sciando o giocando a tennis. Studia economia e commercio e varia le sue letture di Bukowski con i film di Dean Martin.

Paolo Vecchi

Nato il 13-2-59 a Parma, alto 1,94, pesa 76 kg, studente Isef. Dal ’78 all’81 ha giocato con il Gala Cremona, lo scorso anno è stato uno dei punti di forza della Santal. E’ al suo debutto nella nazionale A. Ha fatto parte delle squadre giovanili azzurre. Vanta 22 presenze. Il suo ruolo è centrale.

Grande Erving. “Doctor J” ha entusiasmato anche Paolo. Le sue acrobazie a canestro lo hanno sempre colpito. Non per questo trascura il baseball e i suoi campioni. Legge Isaac Asimov, ricorda tutti i film con Dustin Hoffmann e Sophia Loren e ha quasi tutti i long playing di Lucio Dalla. La sua macchina da “lavoro” è una Ritmo.

Stefano Recine

Nato il 18-4-57 a San Candido (Bolzano), alto 1,90, pesa 82 kg, studente Isef. Da due anni fa parte della Panini Modena dopo un passato ravennate. In nazionale ha giocato con le varie squadre: juniores, universitaria, A. Lo scorso anno, dopo aver capitanato la squadra alle Universiadi, fu incluso nella formazione maggiore in occasione della Coppa del Mondo. Vanta 61 presenze. Il suo ruolo è centrale.

Futuro medico. Harold Robbins a parte, Stefano ama leggere fumetti di ogni tipo e si diverte a fare complicatissimi puzzles. Quando non gioca a volley sfida gli amici a calcio e a basket. E’ al terzo anno di medicina e a volte tralascia lo studio per ascoltare Lucio Dalla. I suoi film “da oscar” sono: “La stangata” e “Un piccolo grande uomo”.

Antonio Zecchi

Nato il 7-4-57 a Pisa, alto 1,95, pesa 88 kg, studente universitario. Promessa del volley toscano ha giocato nel Cus Pisa prima di passare, tre stagioni fa, al Latte Cigno Napolplast Chieti. Da un paio di anni gravita nel giro azzurro. Ha partecipato alla Coppa del Mondo. Vanta 51 presenze. Il suo ruolo e centrale.

Il fotografo. Se deve scegliere qualche canzone mette sul piatto l’ultimo disco di Bertoli o di Battiato, se deve leggere un libro lo prende di fantascienza oppure scritto da Harold Robbins; se non sa cosa fare scatta fotografie. Antonio è un appassionato di calcio che non ha dimenticato le sue origini sportive: ammira molto Pietro Mennea e segue i meeting di atletica.

Giovanni Errichiello

Nato il 12-6-60 a Napoli, alto 1,90, pesa 81 kg, studente universitario. Dallo scorso anno gioca con la Santal Parma, prima si era messo in luce nell’Amaro Più Loreto, in serie A1. Pedina base nella nazionale juniores è approdato alla squadra maggiore soltanto in questa stagione. Vanta 23 presenze. Il suo ruolo è schiacciatore.

Un calciofilo. Da vero napoletano Gianni vive alla giornata, senza troppi problemi. Appassionato di calcio, gira con una Golf GT 2 la radio sempre accesa. Legge libri e guarda film di qualsiasi genere, ammira Gerard Depardieu e Liv Ullman. Il suo autore preferito è Pirandello. Studia ancora ed è al secondo anno di economia e commercio.

Mauro Di Bernardo

Nato il 24-3-56 a Grotta a Mare, alto 1,93, pesa 84 kg, studente Isef. Ha esordito in occasione dei Campionati del Mondo nel ’78 e da allora ha sempre trovato posto in nazionale. Vanta 160 presenze e da due anni è capitano. Il suo ruolo è schiacciatore. Gioca da parecchi anni con l’Edilcuoghi.

Borg superstar. Mauro rimpiange un pochino il suo passato di tennista e quindi non perde occasione per seguire questo sport alla tivù, in particolare se gioca Borg. Patito dei film d’avventura e delle belle fotografie, ama la musica di Lucio Dalla. La sua attrice preferita e Jane Fonda, la sua macchina “tipo” invece e una due cavalli.

Angelo Squeo

Nato il 14-4-57 a Roma, alto 1,96, pesa 90 kg, Studente universitario. Quest’anno ha lasciato la squadra di Roma nella quale ha cominciato a giocare. Atleta di interesse azzurro sin dal ’78 arrivò più tardi in nazionale a causa del suo difficile carattere. Vanta 60 presenze. Il suo ruolo è centrale

Pilota per hobby. Hemingueyano convinto, Angelo odia le macchine e ama le moto e appena può pilota aerei da turismo. Con un passato di cestista, ciclista e tennista segue sempre le gesta atletiche del fondista Sebastian Coe. Ama i film di fantascienza e i libri d’avventura. I suoi attori preferiti sono Marlon Brando e Marilyn Monroe.

Sostieni Volleyball.it