Amichevole: A Siena le azzurre battono ancora la Croazia al tie-break. Esordio di Cagnin

Domenica a Palazzo Wanny di Firenze (ore 20.30) prima sfida alla Bulgaria

1710

AMICHEVOLE
ITALIA – CROAZIA 3-2 (13-25, 13-25, 25-11, 25-21, 17-15)
ITALIA: Bosio 5, Enweonwu 11, Mazzaro 13, Diop 20, D’Odorico 16, Lubian 4, Panetoni (Libero). Guerra, Cagnin, Squarcini 1. N.e: Armini, Monza, Nwakalor L. All. Mazzanti
CROAZIA: Peric 1, Milos 10, Butigan, 17 Grbavica 18, Tomic 4, Samadan 10, Stimac (Libero). Karatovic 4, Markovic, Strunjak, Strize, Popic, Bozicevic, Deak 1, Jaksetic. N.e: Sain. All. Ferhat
Arbitri: Fantoni e Angelucci.
NOTE – Durata Set: 19′, 20’, 20’, 24’, 18’. Spettatori: 2200. Italia: 11 a, 15 bs, 12 m, 32 et. Croazia: 5 a, 14 bs, 12 m, 33 et.

SIENA – Alla seconda uscita stagionale la nazionale azzurra di Davide Mazzanti ha battuto ancora la Croazia 3-2 al PalaEstra di Siena.
Rispetto al match di ieri, il ct Campione d’Europa ha cambiato completamente la squadra, dando spazio a chi non era scesa in campo nella prima sfida contro le croate.
SESTETTO – La nazionale italiana si è schierata con Bosio in palleggio, Diop opposto, martelli Enweonwu e D’Odorico, al centro Lubian e Mazzaro, libero Panetoni. Per il giovane libero azzurro e per Emma Cagnin si è trattato dell’esordio assoluto con la maglia azzurra.

LA PARTITA – Il match si è messo subito in salita per Bosio e compagne, la Croazia infatti è partita forte e l’Italia ha perso contatto (1-6). La formazione tricolore non è riuscita a trovare ritmo e le avversarie hanno comandato il gioco (10-19). La continuazione del set non ha riservato sorprese e le ospiti si sono imposte (13-25).
Il momento negativo di Lubian e compagne è proseguito nel secondo parziale (2-7). I tanti errori azzurri hanno permesso alle avversarie di guadagnare ancora più vantaggio (11-20) e il set si è chiuso con l’identico punteggio del primo (13-25).
Molto diverso l’atteggiamento di Bosio e compagne al rientro in campo, il servizio azzurro ha funzionato a dovere e le croate hanno accusato il colpo (6-2). Con il passare del gioco le ragazze di Mazzanti hanno preso sempre più fiducia, mentre le avversarie non sono riuscite a replicare (20-11). L’Italia non ha mai abbassato la concentrazione e la frazione è terminata con un perentorio (25-11).
D’Odorico e compagne (dentro Squarcini per Lubian) hanno provato a riproporre lo stesso copione nel quarto parziale (8-4), ma questa volta le croate hanno reagito (8-9). Le fasi successive hanno visto un sostanziale equilibrio, con diversi cambiamenti al comando (13-11). Con determinazione e carattere la squadra tricolore ha cambiato marcia nel momento chiave (21-16), prolungando la gara al quinto (25-21).
Emozionante e combattuto il tie-break, nel quale entrambe le squadre hanno messo in mostra grandi difese (6-6). Un’ottima D’Odorico ha spinto avanti le compagne (9-7), però le croate hanno subito ribaltato la situazione (9-10). Il botta e risposta è proseguito fino ai vantaggi (15-15), quando Bosio ha chiuso il match (17-15).
SI TORNA A FIRENZE – La nazionale azzurra tornerà in campo domenica a Palazzo Wanny di Firenze (ore 20.30) contro la Bulgaria, sfida che si ripeterà lunedì 23 maggio (ore 20.30) al PalaEstra di Siena.

 

Sostieni Volleyball.it