Amichevole: Piacenza – Cantù 4-0

CANTU’ – Non inizia nel migliore dei modi il precampionato canturino. Nell’allenamento congiunto sul campo della neo-promossa in Superlega Gas Sales Piacenza, il Pool Libertas cede 4-0 ai padroni di casa.

Coach Luciano Cominetti lancia quello che nelle intenzioni è il sestetto titolare, con Mirko Baratti al palleggio, Raydel Poey opposto, Roberto Cominetti e Matheus Motzo in banda, Dario Monguzzi e Martins Arasomwan al centro, e Luca Butti e Gabriele Rudi che si alternano nel ruolo di libero. Nel corso del match ha ruotato tutti i giocatori della rosa, in modo tale da poter meglio valutare tutti gli elementi a sua disposizione.

La non ancora perfetta condizione del palleggiatore milanese condiziona il gioco canturino, che non è ancora fluido come vorrebbe il suo Coach. Ne segue una partita a senso unico, con i piacentini a guidare in ogni set, con l’eccezione del terzo parziale, nel quale i canturini riescono a lottare fino a metà per poi cedere al cospetto delle battute di Fei (2 ace e ben 6 muri per l’ex Nazionale e Sisley Treviso).

L’unico giocatore canturino che raggiunge la doppia cifra di palloni messi a terra è Raydel Poey con 10 punti personali. L’attacco è il fondamentale che più paga, con solo il 34% totale di positività a fine match. Buona la prova in ricezione, con il 36% di perfetta e il 56% di positiva, con Roberto Cominetti che si conferma come uno dei migliori del campionato (55% perfetta, 73% positiva). Bene in battuta (4 ace con 11 errori diretti), mentre il muro sta ancora registrando tutti i meccanismi necessari (solo 5 a terra contro i 12 degli avversari).

“Purtroppo abbiamo pagato più del previsto la non perfetta condizione di Mirko Baratti – esordisce Coach Cominetti –. Quando ci si trova in una situazione come quella odierna, di sovraccarico negli arti inferiori (dovuto alla preparazione, ndr), e anche il palleggio è poco preciso, poi paga tutta la squadra, e abbiamo lasciato molto spazio al gioco dei nostri avversari. La paura che abbiamo avuto a un certo punto non ha aiutato, e abbiamo ceduto anche in ricezione, che fino a quel momento era stato uno dei nostri fondamentali migliori. Domenica ci aspetta il test con Mondovì, dovremo ritrovare il nostro ritmo, ma sono sicuro che andrà meglio”.

Sostieni Volleyball.it