Monini Marconi Spoleto – Ceramica Globo Civita Castellana 3-1 (25-16; 23-25; 25-20; 25-15)
Monini Marconi Spoleto: Morelli 20, Festi 8, Garofalo 7, Zamagni 12, Monopoli 2, Joventino 5, Romiti (L), Bargi 4, Vanini 1, Bertoli 11. All. Provvedi
Ceramica Globo Civita Castellana: Sacripanti 1, Santilli 3, Pellegrino, Marinelli, Banderò 8, Consalvo 4, Lipparini (L), Ippolito 7, Preti 12, Marchiani 2, Gaia 3, Valsecchi 7. All. Spanakis

SPOLETO – Questa Monini Spoleto sembra sempre più sulla strada giusta. Nella terza amichevole precampionato contro la “compagna di girone” Civita Castellana gli uomini di Provvedi giocano un match di alto livello, concedendo qualcosa agli avversari – che, va detto, erano alla loro prima uscita – solo nel secondo set. Siamo ancora nel precampionato, ma i segnali che la truppa olearia sta mandando alle altre squadre di A2 e ai tifosi spoletini sono senz’altro incoraggianti.

C’è Garofalo dall’inizio insieme a Joventino, il rientrante Zamagni fa coppia con Festi al centro mentre sono confermati il libero e la diagonale palleggiatore-opposto.

Nel primo set ci provano Festi con due ace e Zamagni con due primi tempi consecutivi a conquistare break importanti, coach Spanakis chiama un time out sul 13-10 Spoleto e un altro sul 17-12, siglato da un gran muro di Zamagni su Banderò. Il tecnico viterbese chiede aiuto agli uomini della panchina ma quando Romiti salva in difesa e Joventino attacca sopra il muro il 21-14 è cosa fatta. E’ lo stesso martello brasiliano a trovare il muro del 25-16 che manda le squadre al primo riposo lungo.

Il secondo parziale procede ad elastico. L’avvio è di marca ospite con Ippolito che firma il 4-9 direttamente in battuta, poi i centrali oleari alzano la voce a muro e perfezionano l’aggancio a quota 12. Quando la Monini sembra in grado di cambiare marcia esce ancora Civita Castellana che con un break di 5-0 costringe al time out Provvedi. Non è finita, perché i nuovi entrati Vanini e Bertoli danno nuova linfa a Spoleto che ricuce lo strappo fino al meno uno e cede solo di misura (23-25).

Riposo per Joventino e Festi nel terzo set, in campo ci sono Bertoli e Bargi, ma soprattutto una Monini Marconi che vuole rimettere la testa avanti e che torna a martellare in battuta e in attacco. Il vantaggio è subito consistente e aumenta azione dopo azione fino al naturale epilogo: 25-20 e 2-1 nel conto dei set.

Protagonista assoluto dell’avvio di quarto parziale è Federico Bargi che piazza due attacchi vincenti e l’ace del 5-1, ma è tutta la Monini Marconi a girare alla perfezione, dalla ricezione all’attacco. Gli ace di Morelli e Garofalo e i muri di Zamagni fanno la differenza e il vantaggio oleario tocca il più 12. La ciliegina sulla torta la mette un attacco da posto due di un ottimo Bertoli.