Asiatici F.: Impresa delle under nipponiche. E’ il quinto titolo continentale per il Giappone

SEOUL – Contro pronostico la giovanissima nazionale giapponese (la nazionale A sta preparando la World Cup) si laurea campione d’Asia. In campo praticamente con il sestetto che ha vinto il Mondiale U20 (uniche variazioni sono la palleggiatrice classe ’98 Matsui oggi schierata al posto di Seki dall’inizio e la schiacciatrice classe ’97 Osanai), Ishikawa e compagne hanno battuto quest’oggi 3-1 la Thailandia dopo aver battuto ieri la grande favorita Korea.
La formazione di Lavarini si è consolata quest’oggi con il terzo posto battendo 3-0 la Cina “B”.

LA CRONACA DELLA FINALE
1° set: Parziale in bilico sino al 13-13, poi è il Giappone ad allungare: muro su Moksri (15-13), errore di Thinkaow (17-14), contrattacco di Ishikawa (18-14). La Thailandia torna sotto con un errore di Hirayama (18-16) ed un contrattacco di Sittirak (21-20) che poi però prende la murata del 23-20. La Thailandia torna a -1 su un’invasione (23-22), ma Nuanjam attacca out per il 25-22 finale.

2° set: Il Giappone rintuzza i primi tentativi di allungo della Thailandia: da 5-8 a 8-8 e da 8-11 a 10-11. Thinkaow (13-16) e Sittirak (13-17) lanciano la fuga che stavolta si concretizza. Tomkom firma il 14-19, Thinkaow il 15-21 e nel finale la Thailandia allunga ancora sino al 18-25 firmato Nuekjang.

3° set: Dopo l’iniziale 5-8 il Giappone si riporta in carreggiata con 3 contrattacchi di Osanai: suoi il 7-8, l’8-8 ed il 10-9. Yamada mura Nuekjang (11-9), Matsui fa ace (12-9) e Soga firma il massimo vantaggio (13-9). Yamada mura Moksri (15-10) e la Thailandia non reagisce. Finisce 25-18 con un muro su Apinyapong.

4° set: Thailandia che parte con Guedpard al posto di Tomkom. Parte meglio il Giappone con un muro su Apinyapong ed un contrattacco di Ishikawa: 3-1. La Thailandia pareggia col muro di Apinyapong su Soga (8-8), ma un pallonetto di Osanai riporta a +2 il Giappone: 10-8. Soga concede il 10-10, ma il Giappone riallunga con Hirayama (12-10) e Soga (13-10). Nuekjang piazza un muro (13-12), ma Hirayama va ancora a segno: 15-12. Torna Tomkom e la Thailandia pareggia: invasione di Matsui (17-16) e contrattacco di Thinkaow: 18-18. Hirayama però è ispiratissima e realizza i contrattacchi del 22-20 e 23-20. La Thailandia non molla e pareggia con i contratacchi di Moksri (23-22) e Nuekjang (23-23). L’ultima parola però è di Ishikawa: attacco (24-23) ed ace in lungolinea che Moksri lascia scorrere: 25-23.

Duello a rete tra Ishikawa (MVP) e Tomkom (miglior palleggiatrice)

 

Risultati 25 agosto
Finale 1°-2° posto

Giappone – Thailandia 3-1 (25-22, 18-25, 25-18, 25-23)

Finale 3°-4° posto
Korea – Cina 3-0 (25-21, 25-20, 25-22)

Finale 5°-6° posto
Kazakhstan – Taipei Cinese 3-1 (22-25, 25-19, 25-22, 25-21)
Top Scorer: Syroyeshkina 16, A. Safronova 14, Drobyshevskaya 14, Anikonova 14; Lin Shu-Ho 17, Tseng Wan-Ling 15, Chen Tsu-Ya 13.

Finale 7°-8° posto
Indonesia – Iran 2-3 (27-25, 25-18, 20-25, 13-25, 13-15)
Top Scorer: Nuari Purnama 22, Hangestri Pertiwi 17, Wulandri 14; Borhani 27, Zare 17, Saberi 15.

Finale 9°-10° posto
India – Australia 2-3 (25-22, 25-22, 22-25, 21-25, 12-15)
Top Scorer: Rekha 24, Minimol 20, Nirmala 16; Stojanovic 18, Sadler 17, Kudziela 15, Morrow 12, Carey 12.

Finale 11°-12° posto
Hong Kong – Nuova Zelanda 3-1 (16-25, 25-23, 25-15, 25-17)
Top Scorer: Chim Wing Lam 17, Koo Yung Yung 14, Ngai Kwai Ting 12; Quigley 17, Otene 10.

Sostieni Volleyball.it