AVERSA – La Clendy New Volley Aversa grida un forte “no” alla violenza sulle donne. E lo fa sposando il progetto dell’associazione “Non sei sola”.

Lo sport, la pallavolo in questo caso, si fa veicolo di un messaggio impegnato, una campagna benefica per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla tragicità dei femminicidi, degli stupri e dello stalking oltre che dei preegiudizi e tutte le oppressioni a cui ancora oggi le donne sono sottoposte.

Clendy New Volley Aversa sosterrà il gruppo di psicologhe, psicoterapeuti, avvocati e operatori volontari che da circa due anni attraverso uno sportello d’ascolto combattono la violenza di genere, al fine di tutelare tutte le vittime, aiutandole e accogliendole in un luogo sicuro, punto di riferimento affidabile e qualificato dove potersi sentire liberi di raccontare le proprie difficoltà e le proprie paure, con la garanzia di un supporto e un aiuto concreti da parte di un team specializzato.

Per il presidente Tina Musto serve “un nuovo linguaggio che insegni il rispetto e il valore del genere femminile a questa e alle prossime generazioni. Questo linguaggio va ricercato anche nello sport, un’ulteriore strumento per contrastare la violenza sulle donne, perché in grado di insegnare la tolleranza e il rispetto delle regole, al di là degli egoismi personali. Siamo felici di questa partnership con una associazione nata ad Aversa che con grande abnegazione porta avanti un messaggio importante. Bisogna promuovere il dialogo, il rispetto dell’altro come persona, la difesa delle proprie e delle altrui libertà, la sostenibilità culturale e artistica, il rispetto per la verità. Serve un cambiamento culturale e lo sport respira la cultura entro la quale si radica”.