CONSELICE (RA) – Unire per le forze per resistere e crescere. E? questo il messaggio ?chiaro? uscito dalla conferenza stampa di gioved? sera.

La Pallavolo Conselice ha sfruttato l?happening annuale della cena con tesserati (tutti, dai pi? piccoli al pi? grandi, per oltre 200 persone presenti) e tifosi, per tracciare un bilancio della stagione appena conclusa (egregio, con il 4? posto in B1 e la finale di Coppa Italia persa con l?Oderzo) e guardare avanti. Il presidente Enrico Spada, affiancato dal nuovo direttore generale Gabriele Bertozzi (una vita per la pallavolo spesa a Lugo), il nuovo responsabile del settore giovanile Raffaele Casadei, il presidente della Fulgur Bagnacavallo Giuseppe Della Casa e gli assessori allo sport di Conselice (Gian Luigi Tubertini) e Lugo (Emanno Tanti), ha infatti illustrato i termini dell?accordo con Lugo:

?Abbiamo deciso di unire le forze ? ecco le sue parole ? per restare competitivi in un campionato che si annuncia ancora pi? difficile, visto il passaggio ai 3 gironi. Ci chiamaremo ancora Pallavolo Conselice, il marchio InVolley unir? le nostre differenti realt? (Conselice, Lugo e Bagnacavallo, ndr) e giocheremo una parte di match al palazzo dello sport di Conselice e l?altra a Lugo. Certo, dovremo uscire tutti da una logistica campanilistica e capire che, per il bene della pallavolo, la Bassa Romagna deve ragionare come una realt? unica. Obiettivi? Impossibile pensare al salto di categoria, certo non mettiamo limiti alla provvidenza e sul mercato cercheremo di confermare, a partire dall?allenatore, gran parte di un gruppo che ha fatto benissimo. L?A2 per? costa il triplo rispetto alla B1 e basta guardare l?Oderzo, promosso, che ripartir? dalla C dopo aver venduto i diritti, per capire che ? difficile reggere certe spese?.

Molto importante poi l?arrivo di una figura dirigenziale di primo piano come quella di Gabriele Bertozzi: ?Noi vogliamo lavorare bene, con continuit? e dando solide basi ad una realt? che poteva gi? nascere lo scorso anno, solo che la promozione di Conselice ci convinse ad aspettare, perch? era giusto che si godessero la B1 conquistata sul campo. Ora siamo pronti e puntiamo parecchio sul settore giovanile, che affideremo ad un allenatore molto esperto e navigato in materia come Raffaele Casadei, conosciuto nell?ambiente per avere fatto grandi cose con il vivaio di Forl??.

Morale della favola l?anno prossimo la Bassa Romagna sar? rappresentata da Conselice in B1 ed avr? pure una squadra di D a Bagnacavallo. Con Faenza, sempre sotto il marchio InVolley, si continuer? a collaborare, ma in modo pi? marginale.