BASTIA UMBRA (PG) – Ultima partita casalinga stagionale per la Sir Safety Bastia, che ospita sabato sera al PalaGiontella, con inizio alle ore 21:15, la compagine isolana del S. Antioco. Le due sconfitte consecutive, nel derby con Castello ed a Porto Potenza, hanno detto la parola fine alle speranze playoff del sestetto di coach Tubertini.

Soprattutto quella maturata sabato scorso in terra marchigiana, per il modo con il quale è arrivata, brucia terribilmente, perché la squadra ha mollato senza combattere e senza provare a giocare. Ormai i Block Devils non hanno più nulla da chiedere, ma è necessario terminare la stagione nel migliore dei modi, sia per una questione di rispetto del campionato e di società e tifosi, sia perché quando si scende in campo bisogna dare il massimo per cercare di vincere. Sabato sera Tubertini non sa ancora se avrà a disposizione il centrale Dani, anche se il giocatore toscano questa settimana si è allenato regolarmente ed è dunque più che probabile un suo utilizzo fin dal primo punto. Altrettanto probabile l’innesto, magari a partita in corso, di altri elementi della rosa, che durante l’anno hanno avuto meno occasioni di scendere in campo.

L’avversario di turno, a differenza della Sir, ha invece motivazioni da vendere, essendo invischiato in pieno nella lotta per non retrocedere. S. Antioco infatti con 25 punti fa parte di un folto gruppo di compagini che nelle ultime due partite si contenderanno, cercando di evitarli, quei piazzamenti che portano dritti in serie B2. Stagione sempre vissuta nel limbo quella della società isolana che, da qualche tempo, ha affidato le redini della squadra al tecnico Sarno.

La rosa del S. Antioco è comunque composta da diversi giocatori di caratura tecnica elevata e dalla grande esperienza. Fiori all’occhiello certamente l’opposto Guzzago, che aveva iniziato la stagione con il Trasimeno Volley, il centrale Cussotto, scuola Cuneo di 208 cm. con esperienze in A2 ad Asti e Cosenza, e la banda Boroni, giunto da Bergamo (A2), giocatore forte fisicamente e dal colpo offensivo alto ed incisivo. S. Antioco verrà in Umbria per giocarsela a viso aperto e per rosicchiare quanti più punti possibile. Certamente a livello motivazionale partirà avvantaggiata. Spetta alla Sir dimostrare, nonostante per la classifica non serva più, di essere squadra di rango.