B1f A: Abo Offanengo in Sardegna contro la “Cenerentola” Alfieri

Nell’immagine FotoGeo,l’ex Francesca Dalla Rosa (Abo Offanengo) in bagher nel match d’andata contro Cagliari

OFFANENGO – Seconda trasferta stagionale in Sardegna e la volontà di un immediato riscatto. Sabato alle 15,30 l’Abo Offanengo sarà di scena a Cagliari, ospite dell’Alfieri, “Cenerentola” del girone A di B1 femminile dove invece le neroverdi occupano la seconda piazza alle spalle della capolista Pinerolo.

La squadra di Giorgio Nibbio è reduce dalla battaglia sportiva di Trescore Balneario dove sabato scorso ha conquistato un punto cedendo al tie break alle padrone di casa del Don Colleoni in uno scontro diretto per la zona play off. Pinerolo ha allungato a +4, ma le neroverdi hanno difeso a denti stretti il secondo posto, mantenendo un buon margine sulla quarta piazza, occupata dalle stesse bergamasche, ora a sei lunghezze. Per l’Abo all’orizzonte c’è un turno da capitalizzare, con la seconda trasferta consecutiva che precederà il successivo scontro casalingo (4 marzo) al PalaCoim contro Garlasco.

“Sarà – afferma coach Giorgio Nibbio – una partita da affrontare come le altre, facendosi trovare pronti mentalmente a dover far noi il ritmo gara. Dobbiamo pensare a noi stessi e alla nostra pallavolo, cercando di migliorarla, oltre a centrare obbligatoriamente i tre punti”. Quindi aggiunge. “Abbiamo usato la settimana per recuperare le energie e svolgere un lavoro molto individuale e su alcuni aspetti che non hanno funzionato al meglio a Trescore. Quando riusciremo a recuperare fisicamente diverse giocatrici potremo tornare ad alzare il ritmo di allenamento”.  A Cagliari non sarà disponibile l’opposta Alisa Hodzic (infortunata), che a causa di un problema fisico resterà fuori ancora alcune giornate.

L’AVVERSARIO – Dopo la salvezza conquistata nella scorsa stagione, l’Alfieri Cagliari è nuovamente nella terza serie nazionale, che però probabilmente dovrà lasciare al termine dell’annata, dal momento che la formazione sarda chiude la classifica a zero punti, con un solo set vinto (contro Parella all’andata). In panchina c’è sempre Andrea Loi, alla guida di un gruppo giovanissimo di ragazze locali.

“I progressi – spiega Loi – ci sono e anche di una certa entità nelle ragazze, ma il problema è che non siamo completi e ci mancano pedine di un certo tipo in alcune posizioni, come per esempio al centro, dove abbiamo dovuto inserire altre ragazze. Tutto ciò è coerente con la scelta di inizio anno, della quale continuo a essere felice, per di più in un ambiente sereno e tranquillo. Le ragazze stanno migliorando e il termometro vero sono i campionati giovanili. Offanengo? Sulla carta non me l’aspettavo al secondo posto, perché ci sono squadre che hanno speso tanto e con giocatrici anche di livello superiore. Viceversa, però, l’Abo non mi stupisce, l’avevo vista all’inizio all’andata e si vedevano alcune caratteristiche positive, tra cui il gruppo, poi sviluppate nel proprio cammino. Per la partita di sabato, ho alcuni obiettivi di natura tecnica relativi alla ricezione e all’attacco della mia squadra”.

L’EX – Nelle fila dell’Abo Offanengo milita un ex della partita: è la schiacciatrice Francesca Dalla Rosa, classe 1998 e lo scorso anno a Cagliari per quella che è stata un’esperienza di vita. “Mi è piaciuta la Sardegna – spiega la giocatrice bellunese dell’Abo – a scuola, per esempio, sono stata accolta benissimo in un anno dove ho frequentato il liceo scientifico chiudendo con la maturità”. Con ogni probabilità, sabato Francesca avrà anche dei tifosi speciali. “Dovrebbero venire a vedere la partita alcuni miei ex compagni di classe”, racconta infatti.

Sostieni Volleyball.it