VOLLEY PARELLA TORINO-TECNOTEAM ALBESE 1-3 (12-25, 25-19, 17-25, 19-25)
VOLLEY PARELLA TORINO: Bertolotto 4, Varaldo 16, Ortolani 9, Cicogna 13, S. Fano 3, Toure 9, Deidda (L), C. Fano 1, Avola 1, Maiolo. N.e: Moletto, Fabbro, Bertarelli (L). All.: Manno. Vice: Piras.
TECNOTEAM ALBESE: Bridi 1, Laffranchi 8, Coulibali 14, Citterio 11, Santamaria 16, Piazza 16, Rota (L), Teli 2, Sollazzo (L). N.e: Di Luccio, Sironi, Rettani. All.: Mazza.

TORINO – Il Parella non riesce a portare a casa punti dalla sfida casalinga contro il Tecnoteam Albese (1-3), squadra che precede in classifica le torinesi, al termine di un match in cui le biancorossoblu pagano a caro prezzo alcuni black out e non riescono a dare continuità ai momenti positivi.
La zona retrocessione resta però distante sempre cinque lunghezze, viste le contemporanee sconfitte di Brembo e Gorla, ma resta il rammarico di non aver ampliato questo margine in un turno sulla carta favorevole per fare punti.
Coach Manno preferisce Cicogna in banda a Maiolo con Ortolani in diagonale. Per il resto formazione tipo con Bertolotto in regia e Varaldo opposto, Simona Fano e Toure centrali e Deidda libero.

L’Albese schiera Bridi in palleggio e Laffranchi opposto, Coulibali e Citterio in posto 4, Santamaria e Piazza al centro con Rota libero.

Avvio da incubo per le parelline che si trovano subito sotto 0-5 sul turno di battuta di Santamaria. Immediata la reazione delle torinesi (3-5) ma l’Albese torna a prendere il largo (6-13) e vola fino all’8-19 per poi chiudere 12-25 senza che il Parella riesca mai ad entrare nel set.

Al rientro in campo però Ortolani e compagne sembrano aver passato il momento di crisi e vanno subito 3-0. Le ospiti rientrano (5-5) ma le parelline riprendono immediatamente margine (8-5). In due giri però, l’Albese opera il sorpasso (9-11). Time-out e padrone di casa brave a rientrare subito in partita (11-11) e tornare a condurre, con Varaldo a servizio che fa male (16-12). Le parelline allungano ancora (20-13), contengono il tentativo di rimonta delle comasche (23-19) e chiudono 25-19.

Ad inizio terzo set però, si ripete lo scenario del primo. Questa volta addirittura Albese si porta sullo 0-7. Il Parella non trova la soluzione per uscire dal momento di difficoltà e le lombarde continuano a spingere (5-15). Entrano Avola e Chiara Fano per Simona Fano e Bertolotto e arriva una timida reazione (10-16), ma Albese allunga ancora (11-20). Dentro anche Maiolo per Ortolani ma non c’è più nulla da fare e, nonostante un ultimo tentativo di rimonta (16-23), le ospiti si impongono 17-25.

Il quarto set inizia sotto il segno dell’equilibrio. Continui sorpassi e controsorpassi e mai più di due punti di margine. Sul 4-6 coach Manno inserisce Maiolo per Cicogna. Poi, dal 10-8 piccolo black out parellino che porta le ospiti sul 10-13 ma le biancorossoblu accorciano subito (12-13). Albese si riporta a +3 (13-16) e rientra Cicogna ma sono ancora le comasche ad allungare (13-18). Il turno di battuta di Toure ridà speranza (16-18). Le ospiti ripartono (16-20) ma le parelline non si danno per vinte e si avvicinano ancora (19-20). Tre ace di Piazza, però, infrangono i sogni di rimonta e Albese chiude la pratica 19-25.

“Peccato per come abbiamo iniziato il primo e il terzo set – dice a fine partita coach Mannoche si sono rivelati i momenti chiave che hanno compromesso la partita, mentre nel set vinto abbiamo giocato una buona pallavolo, attenta e cinica. Peccato perché volevamo fare tutti quanti qualcosa in più. Ora dobbiamo mettere subito da parte questa sconfitta e pensare a Lurano, perché nelle parti basse della classifica la situazione non è delineata e quindi, per raggiungere il nostro obiettivo, dobbiamo fare qualcosa in più, un passo alla volta, e cercare di dare tutto quello che abbiamo”.