SERAPO VOLLEY GAETA – PALLAVOLO MONTEROTONDO 2-3
(16-25, 25-16, 25-23, 22-25, 13-15)

Il primo set sembra troppo facile e Monterotondo sembra convinta di voler chiudere velocemente la pratica dando dopo pochi scambi un distacco importante ai padroni di casa (16-7) con Di Manno e Rossi soliti mattatori. Il primo set va in archivio con il punteggio di 16-25 con la Serapo disorientata dalla partenza degli
ospiti.

Ma il secondo e il terzo set sono tutta un’altra storia: Beltran (in
passato a Monterotondo) e De Leo (il gemello di Stefano De Leo tra gli autori della promozione di Monterotondo nella scorsa stagione) suonano la sveglia e la squadra inizia a reagire allo smarrimento inziale; i ragazzi di Spanakis al contrario perdono la rotta e i problemi in ricezione e la poca incisività in battuta si confermano i fondamentali critici di questo periodo. La Serapo ribalta in 50 minuti la partita e va in vantaggio 2-1 sul conto dei set (25-16, 25-23) con quasi tutti i giocatori a segno con battute insidiose contro la debole ricezione eretina.

Ancora una volta è il carattere, già mostrato nell’ultimo match
casalingo, e la voglia di tornare alla vittoria anche in trasferta a far reagire capitan Del Mastro e compagni. Il quarto set la squadra gialloblù riprende il pallino del gioco e anche grazie al suo muro, fra tutti Bacciaglia, scava un solco che vale la vittoria del set (22-25).

Il quinto set una legge non scritta recita che la squadra in svantaggio che si aggiudica il quarto set termini la partita in maniera vittoriosa. Spanakis e i suoi invece sono abituati ultimamente alle maratone di gioco e aiutati dalla grinta e da
un pizzico di esperienza riescono a chiudere una partita che poteva
finire in ben altra maniera.