Bergamo: Dopo un mese di stop orobiche finalmente in campo. Arriva Scandicci. Di Iulio: “Alle toscane toglierei il libero Brenda Castillo”

497

BERGAMO – L’ultima volta era il 12 dicembre 2021. Da quella trasferta in Piemonte per affrontare Cuneo, Volley Bergamo 1991 non ha più disputato match ufficiali. La positività al Covid19 riscontrata prima della gara casalinga con Firenze, il 19 dicembre, aveva fermato il pianeta rossoblù: niente più partite, niente più allenamenti, totale isolamento. Il ritorno alla normalità è stato lento e graduale. E dopo la ripresa degli allenamenti e l’arrivo di due volti nuovi, quello della schiacciatrice Mackenzie May e quello della centrale Božana Butigan, ecco che finalmente si torna in campo per la prima sfida dell’anno. Quella alla Savino Del Bene Scandicci che il Palazzetto dello Sport di Bergamo ospiterà domenica alle 17.
Il ritorno in palestra è stata un’emozione forte: “L’entusiasmo si percepiva quando ci siamo ritrovate al palasport  per il primo allenamento”. E’ la conferma di Isabella Di Iulio. “C’era euforia perché si tornava al lavoro in palestra e perché si poteva finalmente uscire da casa dopo tanti giorni di isolamento”.

La palleggiatrice rossoblù ci era già passata un anno fa, quando era stata costretta allo stop dal contagio. “Per questo alla ripresa avevo timore per la respirazione, perché avevo vissuto la stessa esperienza a Perugia e tornare all’attività fisica non era stato semplice. Invece ho riscontrato solo debolezza muscolare, normale per chi è abituato a fare quotidianamente pesi e allenamenti in palestra e improvvisamente si trova a dover rallentare. Perché per quanto si possa lavorare a casa, stare fermi per così tanti giorni è sempre un problema”.
E dopo il ritorno agli allenamenti, ecco anche la ripresa dei match. “Iniziamo subito con un bel test – sottolinea Di IulioAnzi, un doppio test: ci dirà come stiamo a livello atletico dopo il lungo stop e ci farà capire come si sono integrate le nuove arrivate nel gioco e nel gruppo. Quello dell’inserimento è un compito che dobbiamo facilitare anche noi che siamo a Bergamo da inizio stagione, sta a noi aiutarle. Domenica vedremo a che punto siamo”.

Quella alle toscane di Scandicci sarà un sfida impegnativa: “La posizione di classifica parla per loro. Ma, al di là del valore delle singole, mi ha colpito la continuità di risultati e il bel gioco che avevano trovato fino ai Quarti di Coppa Italia. Chi toglierei domenica? Il libero. Brenda Castillo mi ha impressionato nella gara dell’andata: non l’avevo mai vista dal vivo e nel match in Toscana sono rimasta colpita. Credo che in questo momento sia uno dei liberi più forti in circolazione”.

Sostieni Volleyball.it