Bergamo: Olimpia verso il debutto di Coppa Italia

BERGAMO – Domani, mercoledì alle 20.30, si apre il sipario sulla 42°edizione della  Del Monte Coppa Italia. L’Olimpia, qualificandosi 5°alla fine del girone di andata, è destinata a giocare tutti gli eventuali turni fuori casa, cominciando da Castellana Grotte, contro la BCC New Mater.

La BCC si presenta nell’antro del PalaGrotte dopo 5 vittorie consecutive con l’esperto Fabroni in regia (ex Siena e Reggio Emilia )in diagonale con Morelli (lo scorso anno a Mondovì), top scorer dell’ultimo match con Lagonegro con 17 punti; Vedovotto (ex Siena)e Moreira come martelli, al centro Presta, nell’ultimo match autore di 13 punti, acquistato da Mondovì e al centro De Togni con Cubito, centrali molto dinamici ed efficaci anche a muro, e come libero De Pandis, anch’egli di provenienza dalla Superlega, a Verona. Formazione diversa dall’ultimo match in casa, con un Presta in super forma che nelle ultime partite ha fatto davvero bene.

All’andata lo scorso 24 novembre l’Olimpia si impose per 3-1 in casa dove aveva funzionato tutto per i primi due set, cominciando dal servizio (10 punti totali di cui 5 ace del “cecchino” Della Lunga), poi la BCC crebbe in attacco grazie anche alla buona prestazione dell’opposto Morelli e strappò il set a Bergamo, che però tenne botta con Wagner che salì in cattedra, premiato come mvp con i 31 punti, tra cui l’ace che ha firmò il punto finale del match.
In quell’occasione si distinsero anche Cargioli con 14 punti e un ottimo Fusco capace di difendere l’impossibile.
Il PalaGrotte per Olimpia rappresenta un campo molto delicato e difficile, proprio al Pala Grotte fu stregata la gara 5 di semifinale per la promozione tre anni fa, ma da allora molta acqua è passata sotto i ponti di casa Olimpia.
La New Mater ha già nella sua bacheca una Coppa Italia, vinta nel 2012 disputando la semifinale con Segrate, anno della loro prima promozione in A1.
 
Le parole di Antonio Cargioli, veterano di questa competizione nazionale con alle spalle le due fatidiche finali, testimoniano la lucidità di un giocatore pronto a disputare una battaglia delle più dure, ma determinato a passare il turno e consapevole della forza della propria squadra: “Il 3-2 con Brescia ci ha precluso la possibilità di giocare il quarto di semifinale in casa. La trasferta di per sé è già molto impegnativa visto la distanza che separa la nostra città da Castellana Grotte soprattutto per il fatto che si gioca di mercoledì sera, a metà settimana e perché veniamo ancora da un’altra partita tirata al quinto set. Castellana è  una squadra appena retrocessa dalla Superlega, è stata costruita per risalire prontamente nella massima serie! Si avvale della regia di uno dei migliori alzatori della categoria, altri come il libero De Pandis che ha giocato tantissimi anni Superlega insieme e  poi De Togni, per finire con Morelli che ha sempre fatto grandi partite contro di noi! Sicuramente sarà una partita dura dove loro partono come favoriti, penso proprio per questo che la pressione sarà sicuramente più dalla loro parte che dalla nostra. Noi comunque andiamo carichi di noi stessi cercando di esprimere il nostro miglior gioco come si è visto negli ultimi 3 set di Brescia e di Calci!! Arriviamo a Castellana cercando di ripartire da lì!! Con il massimo della concentrazione e determinazione”

Sostieni Volleyball.it