“Abbiamo catturato l’opportunità”

52
foto

da Myslowice, Greta Cicolari

Ciao a tutti!!!

Sto scrivendo sdraiata sul letto dell’albergo qui a Myslowice da cui fra 2 ore partirò per rientrare a casa (Bergamo) dopo una settimana vissuta davvero intensamente!

Normalmente in questa rubrica cerchiamo di descrivere come viviamo all’esterno del campo…beh questa volta no.

Questa volta vorrei raccontarvi le emozioni che io e Marta abbiamo vissuto in questi ultimi 4 giorni di gioco!

Abbiamo cominciato a giocare giovedì mattina contro Giombini-Rosso per poi ritrovarci al di là della rete la fortissima coppia cinese numero 3 del ranking mondiale Xue-Zhang Xi (Cina) [teste di serie numero 3] (vice campionesse olimpiche a Pechino). Sono state 2 partite molto combattute e vinte al tie break… La giornata è stata faticosa ma ci aveva già proiettato al 9 posto minimo.

Il giorno dopo (venerdì) ci siamo scontrate con le vincitrici della tappa di Shanghai e forse la coppia più in forma di questo periodo Keizer-Van Iersel (Olanda) [6] vincendo per 2 a 0 una partita tutt’altro che facile, giocata punto su punto ma sempre controllata bene da me e Marta. Questa terza vittoria ci ha dato tantissima fiducia e il 5 posto già in tasca, con 2 possibilità di giocarci l’accesso alla semifinale. La prima chance è svanita perchè abbiamo perso 2 a 0 dalla campionesse del mondo Kessy-Ross (Stati Uniti) [2]. Ma la giornata era finita e abbiamo avuto il tempo di ricaricare le pile sia mentalmente che fisicamente.

Greta e Marta sul podio polacco (foto Fivb)

Sabato mattina c’è stata la partita del dentro o fuori, chi perdeva tornava a casa con comunque un buon 5 posto… L’avversario che avevamo di fronte non era proprio il più semplice da battere, ci siamo imbattute in Talita-Antonelli (Brasile) [1], testa di serie numero 1 del torneo. Siamo entrate in campo con la voglia di prenderci questa semifinale… o meglio come diceva il nostro secondo allenatore Pippi Lombardi, per prenderci la finale!!!!!!!!

E’ stata una partita davvero tosta, perso il primo set abbiamo portato le brasiliane al 3 set… sotto 13-11 abbiamo piazzato un break che ci ha fatto vincere 15-13… Mamma che emozione!

Io e Marta ci siamo abbracciate davvero forte ed è scesa qualche lacrimuccia… Le lacrime di felicità sono talmente rare che bisogna davvero godersele fino in fondo… Neanche il tempo per renderci conto di quello che avevamo raggiunto che dopo 3 ore c’era in palio la finale da giocarci contro Goller-Ludwig (Germania) [4]. Volevamo questa medaglia, d’oro o d’argento che fosse… La volevamo davvero… Ci siamo guardate e ci siamo dette: “Il beach volley è fatto di oppurtunità… e questa non la dobbiamo far scappare”.

Altra partita combattuta su ogni palla e che abbiamo vinto 15-11 al tie break… Ebbene si, non ce la siamo fatte scappare quell’opportunità e abbiamo così guadagnato l’accesso al “Gold Medal Match”!!!

Guarda te chi si rivede…Ancora loro Keiser-Van Iersel che erano risalite dal tabellone perdenti vincendo contro Kessy-Ross per accedere alla finale… E’ indescrivibile la gioia e la sensazione che avevamo dentro di noi durante quella partita… Peccato per il risultato finale, ma comunque sia questo per me è un Argento che vale Oro.

Le persone che ci sono più vicine sanno bene quanto conti per noi questo risultato.. Spero e credo che l’appuntamento con la medaglia d’Oro sia solo rimandato e che c’è un tempo per ogni cosa… Quindi ora sono arrivata all’Aeroporto di Cracovia (città natale di Papa Giovanni… Che sia stato lui a seguirci dall’alto??? 🙂 ) e sono sicura che ora è arrivato il tempo di festeggiare!

Ps: Senza ovviamente perdere il focus e senza dimenticare che fra 2 settimane saremo a Pechino per il primo Grande Slam dell’anno, partendo ora come 7 coppia del ranking mondiale!

Ciao Greta