Caso Legnano/Pistola: “Pericoloso precedente o congelamento?”. Quanti /quali i canali femminili?

tv_006-640x347

Due riflessioni sul campionato femminile…

1) IL CASO LEGNANO/PISTOLA – Il caso Legnano/Pistola, la società che pare voglia risparmiare otto mensilità delle nove pattuite imputando a Pistola alcune scelte tecniche, rischia di creare un precedente clamoroso… La possibilità che un club non paghi un tecnico per le sue scelte equivale alla stessa idea che una giocatrice non venga pagata perché in una partita riceve al 15% o attacca out un pallone decisivo nel tie break… “Sì, ti alleni sette giorni alla settimana, ma attacchi al 15% quando noi ti abbiamo acquistato per il tuo 60% dello scorso anno, quindi non ti paghiamo…”

Così non può andare, così non va. E’ incredibile che ci sia addirittura un contenzioso aperto in Lega. Chi può in Lega Pallavolo Femminile, ma per un caso come questo, se le imputazioni del club sono davvero di carattere tecnico in qualsiasi Lega e Federazione, decidere il torto o una ragione di una questione tecnica?

L’idea che mi son fatto è che in realtà Legnano abbia cercato di “congelare” il ritardo dei pagamenti di coach Pistola per evitare sanzioni in riferimento alla scadenza del 15 gennaio.

Ricordo quanto scritto nelle norme di Ammissione ai Campionati nell’Art. 2 Bis Adempimenti ulteriori successivi all’ammissione, punti 4 e 5:

4. I tesserati facenti parte della rosa della prima squadra 2017/18 dovranno denunciare, allegando l’accordo, agli uffici di Lega e in copia alla Società, tra il 15 e il 20 gennaio 2018, il mancato pagamento di quanto dovuto e scaduto alla data del 31 dicembre 2017 per la stagione 2017/18, altrimenti la Lega non potrà procedere in alcun modo verso la società, fatto salvo per i tesserati rispetto ai quali sono stabilite somme e/o scadenze diverse da verbali della camera di conciliazione.

5. In caso di comunicazioni entro il suddetto termine la denuncia verrà trasmessa al Giudice di Lega che nei tre giorni lavorativi (il sabato si considera non lavorativo) successivi al 20 gennaio 2018 istruirà la pratica e, ove sia verificato il mancato pagamento ovvero ove sussista incertezza in merito all’avvenuto pagamento, provvederà a comminare una sanzione pecuniaria alla Società ed a inviare gli atti per competenza alla Federazione con la proposta di sanzione di cui all’art.5 del presente regolamento e dell’art.99 del Regolamento Giurisdizionale Fipav.

Il contenzioso aperto è un escamotage per impedire alla Lega di sanzionare Legnano per questo evidente ritardo nei pagamenti?

In merito alla scadenza del 15 gennaio mi risulta che diversi club siano arrivati a saldare la terza mensilità solo nella settimana della scadenza. Comunque meglio che nel passato.    

——-

2) AUDIENCE E COMUNICAZIONE –  Nei giorni scorsi la Lega Pallavolo Femminile  ha celebrato con una nota stampa la magnificenza dei dati di audience di questa prima metà di regular season, 100.000 spettatori di media a partita. Sin qui tutto bello, anche se sarebbe interessante – per una analisi – avere da entrambe le leghe tutti i dati, partita per partita. Resta comunque da chiedersi quanto la Rai creda nel prodotto pallavolo femminile per club (ma non solo la Rai, osservando i francobolli del lunedì riservati al campionato femminile – rispetto al maschile – dai media nazionali) visto lo sgarbo della Final Four di Coppa Italia con il programma delle semifinali stravolto perché la Tv di Stato ha deciso di dare lo spazio principale del pomeriggio e prima serata (18 e 20.45) alle semifinali della Coppa Italia di basket, costringendo una partita di volley a slittare addirittura in differita serale. Il dubbio sulla capacità penetrativa del movimento femminile merita una riflessione, ad iniziare dal chiedersi se le strategie di Lega e Mastergroup in ambito comunicazionale siano quelle idonee, fino chiarire quali siano i canali ufficiali della Lega del Presidente Fabris scavalcati, per l’occasione, da quelli personali della Vice Presidente di Lega, patron di uno dei due club che giocherà la semifinale in differita televisiva.