Fabris e C. ridanno vita alla Lega di Serie B

1090

Mentre la Superlega è pronta per i play off, mentre la Lega Pallavolo Maschile ha “portato a casa” l’organizzazione di due eventi e una intera regular season creandosi anche un ampio periodo cuscinetto per garantire ai club eventuali recuperi post covid prima della fase conclusiva della stagione dove non sarà oggettivamente possibile trovare date per recuperare partite o rinvii, mentre la CEV ha portato a casa con diverse buone intuizioni tutta la prima articolata fase di Champions League, Cev Cup e Challenge Cup, nell’altra metà italiana della mela siamo ancora alle prese con una infinità di recuperi, una Coppa Italia posticipata in maniera semiclandestina e, contemporaneamente, tantissima comunicazione ufficiale più rivolta ai campionati di Serie B che a quelli gestiti (o meglio, subiti) di A1 e A2.

Sì, proprio così. Mentre nel weekend di gennaio la notizia del rinvio della Final4 di coppa Italia è stata nascosta in una riga e mezza di testo all’interno del comunicato di routine della presentazione della giornata di campionato anticipata, nelle ultime settimane la comunicazione “politico/gestionale” della Lega Pallavolo Serie A Femminile  è stata rivolta più alla Serie B e alle decisioni della Fipav che non a risolvere i problemi del proprio movimento.

Campionati di Serie B che, per Carla Burato, vice presidentessa della Lega donne in quota A2, prima non sarebbero dovuti partire per le modalità anti-covid19 (20/01) e che ora (17/02) fanno nutrire perplessità per la decisone della Fipav di bloccare le retrocessioni.
In tutto questo ecco poi Fabris (01/02), lo Sceriffodeldopingamministrativo (a proposito, ma la questione Soverato?), intervenire sui protocolli anti-covid differenti tra A e B.

E’ una stagione difficile, così difficile che nel movimento femminile non hanno tenuto nemmeno le “bolle” e i calendari sono letteralmente impazziti. Proprio per l’A2 non è dato ancora ad oggi sapere qualcosa in merito alla seconda fase slittata nei propositi più volte. L’ultima data ipotizzata per il via della fase Pool Promozione e Pool Salvezza dovrebbe essere quella del 28 Febbraio. Ma sono così tanti i recuperi ancora da giocare che l’ipotesi appare remota. Tralasciando poi l’invenzione dell’algoritmo da utilizzarsi per “pareggiare” i valori di classifica tra una Pool a 10 squadre e una a 9…    

Non dico Roberto Ghiretti, che avrebbe risolto bel altri problemi di questa Lega incapace di rinnovarsi e crescere da anni (Caserta – durata giusto il tempo del voto – e i club di A2 in particolar modo hanno scelto Fabris, quindi peggio per loro), ma almeno per la gestione dei calendari e per una comunicazione istituzionale di più alto livello Fabris durante l’estate aveva avuto in mano un asso vincente con esperienza su cui puntare… invece ha scelto l’amico dell’amica ed eccoci qua, ad aver ridato vita alla Lega Pallavolo di Serie B.