La NBA? Sì, in America! Fabris come Poe: La teoria della lettera nascosta

1235

La voglia di una pallavolo modello NBA lanciata sulle cronache locali marchigiane da un appassionato e storico dirigente come Albino Massaccesi, persona di campo che da decine di anni – più di tanti altri – ha a cuore questo sport, oggi sono state riprese da Piero Garbellotto, patron dell’Imoco Conegliano (leggi qui). 

C’è voglia di un passo in avanti della nostra pallavolo, c’è voglia da parte dei club di “staccarsi” dalla FIPAV per emanciparsi e decidere in proprio ritenendosi ad un altro livello rispetto alle attività gestite e guidate dalla federazione.

Punti di vista. 

Sulla voglia di NBA però qualcosa lo voglio dire…  Il modello NBA è il sogno di ogni amante dello sport perché significa professionalità, spettacolo, regole certe, rispetto delle stesse, il top in ogni frangente della vita quotidiana.

Significa alte professionalità a tutti  livelli, dalla comunicazione alla parte amministrativa, dalla parte tecnica a quella del deposito e del rispetto dei contratti, della trasparenza economico/amministrativa: cifre chiare, professionismo, risorse definite. 

E’ anche il mio sogno, non in antitesi alla Federazione, anche perché il CIO e i Giochi passano da lì, ma arrivare ad avere Leghe con un Commissario non dei club (quindi complice e allo stesso tempo ostaggio delle loro paturnie e mancanze, come la presidenza Fabris per intenderci) ma al di sopra dei club, con la libertà necessaria di gestire il campionato e chiedere a tutti il rispetto delle regole. 

NBA però significa anche non apprendere dai procuratori che ad oggi ci sono ancora club di A1 femminile che hanno pagato il 30% degli stipendi o di una Lega femminile che – sfruttando la tattica della “lettera nascosta”* emette un comunicato stampa in cui evita di dire che è stata cancellata (o dimenticata) la norma che prevede il saldo del 100% degli stipendi dell’anno precedente, prima dell’avvio dei campionati.  Metodo poco ortodosso per favorire il taglio del 30% degli stipendi da parte dei club meno virtuosi… lasciando ai tesserati solo la via delle cause civili.

E’ roba da NBA questa?   

———

*Se vuoi nascondere una cosa, lasciala in bella vista… Nessuno la noterà, perché saranno tutti intenti a cercare.