Pallavoto: Calendario, voto Bellucci! Guidetti voto 21, Gollini 7. Grozer: Voto Nonno Draghi

2540

IL CALENDARIO voto MONICA BELLUCCI: A pensarci bene forse era necessario ingaggiare una super top model per rendere i calendari se non più fluidi, almeno più piacevoli. Invece niente, si è preferito chiamare ancora Corona, come nelle ultime due stagioni, e tutto sta andando a scatafascio.

TAMPONI AI VACCINATI voto O DI OMICRON: Mario, noi ti si vuole bene come se fossi comunista, ma diciamocelo: cosa vi salta in mente? Cioè davvero ci avete rotto le palle per mesi e mesi con la litania che bisognava vaccinarsi, che i vaccinati dopo brigittebardotbardotpepepepepepe e poi per andare al cinema si spende il doppio di tampone rispetto al biglietto? Ogni tanto ci vorrebbero più Che Guevara e meno Renati Brunetta, al mondo.

LA FORMAZIONE DA COVID voto 9: Diciamoci la verità: la Perugia col talentissimo Oleh Plotnytskyi di banda e il fabbro Ter Horst opposto, con tre attaccanti di palla alta più un libero perfettamente interscambiabili in ricezione, beh, tanto tanto male non è. Vuoi vedere che il Covid ha dato a Grbic l’illuminazione?

LUBE CIVITANOVA voto CAPOLUNGO-CULOCORTO: Onestamente a Civitanova stanno capitando tutte quelle che non le erano capitate negli ultimi tre anni. In bocca al lupo a tutti, in attesa che si invertano i ruoli tra capo e culo.

RICCARDO GOLLINI voto 7: Il giocatore che ovviamente si procura da solo, ci mancherebbe altro, a Padova sostituisce il quarantenato Rossini con grande personalità soprattutto in difesa. Modena ha già la strada homemade tracciata, quando Totò appenderà le ginocchiere al chiodo e diventerà ingegnere nucleare.

GEORG GROZER voto NONNO DRAGHI: Come il Presidente del Consiglio, anche Grozer è un nonno al servizio della Vero Volley Monza. Se Orduna lo chiama, lui risponde.

GIOVANNI GUIDETTI voto 21: Il tecnico modenese vince col Vakif il VENTUNESIMO trofeo nelle sue undici stagioni sul Bosforo. Mediamente due coppe all’anno se le porta a casa. Ah, l’ultima era il Mondiale per Club. Bruscolini.

UROS KOVACEVIC voto 10: Il 21 dicembre di nove anni fa, il Divino che tra poche ore rinascerà nuovamente per redimerci come ogni Santo Natale, si presentava in una concessionaria nella periferia di Modena, tra l’indifferenza generale. Era l’inizio del Regno dei Cieli, soltanto pochi Apostoli se ne accorsero.