Pallavoto: Camardese, voto “Colpaccio”. Podrascanin da 11, Bruno-Rado 25-8. Kovar da 8. O come Otranto…

2572

SIMONE CAMARDESE voto COLPACCIO: Qui suggeriamo la soluzione, e siamo certi che a breve Sirci saggiamente ci seguirà e darà l’annuncio a reti unificate: così la Sir arriverà all’approdo più logico per continuare nei successi senza badare troppo al numero degli italiani in campo. Viste le difficoltà nel rinnovo con De Cecco, noi votiamo Simone Camardese, oggi addetto stampa ma prima di tutto CLAMOROSO palleggiatore umbro, per sostituire l’argentino e piazzarsi in diagonale con Atanasijevic. Il risparmio sul monte stipendi dovrebbe poi portare Sirci a comprare Godzilla e Ufo Robot, ma l’importante è che in campo possa scendere la coppia tutta italiana Camardese-Lanza. Abbiamo già preparato gli hashtag per Twitter e Instagram: #camardellanza e #pipposimo! Noi ci crediamo, con l’orizzonte su Parigi 2024!

CORONAVIRUS voto PSICOSI: Mentre Urnaut e Sabbi fuggono dalla Cina (e c’è poco da ridere) alcune squadre italiane pensano alla quarantena. È il caso di Ravenna, che oltre ad avere Re(Cine) in rosa, ha recentemente scoperto che Daniele Lavia è l’orientalizzazione del vero nome Daniere Ravia, e sta cercando di capire le reali origini del talento presunto italiano. Per non parlare di Padova, che ha messo sotto accusa Polo per aver scoperto lui l’estremo oriente, e con le sue carovane aver portato il virus in Europa. A Vibo Valentia Chinenyeze forse sarà costretto a giocare con la mascherina. Noi ci limitiamo a un salomonico consiglio: serenità e studio sono per ora le medicine migliori.

BRUNO-RADO voto 25-8: I due si amano poco, e vabbè. Colpisce la statistica: Stoytchev, da allenatore, ha perso soltanto due set col clamoroso punteggio di 25-8. Entrambi contro Bruno.

JIRI KOVAR voto 8: Dove lo metti, lui sta. E sa starci bene. In panchina, senza dire nulla, e ci mancherebbe diranno i nostri lettori, con Leal e Juantorena in campo! Certo. Solo che poi quando in campo ci va lui, fa quasi sempre meglio di quello che gli sta di fianco. Una garanzia. Ci facciamo un aperitivo, Jiri? Un cinema? Pizza fuori? Le Olimpiadi? Eh?

MARKO PODRASCANIN voto 11: Il serbo è in un periodo semplicemente ingiocabile. Mette a referto un 11 su 11 clamoroso in attacco, ci aggiunge un ace e tre muri, porta a casa il pallone e gli scalpi di Polo e Volpato che, come sapete, sono i centrali preferiti di questa rubrica e della Hall of Fame.

MODENA VOLLEY voto VASECTOMIA: Dunque, riepiloghiamo. Zaytsev: 3 figli. Christenson: 1 figlio. Anderson (da sabato, congratulazioni): 1 figlio. Kaliberda: 1 figlio. Rossini: 1 figlio. Se guardiamo al sei più uno che è sceso in campo ad esempio con Ravenna fa esattamente un figlio a testa. Poi per fortuna che Sartoretti ha messo in panchina degli Under 14, altrimenti ciao, bisognava chiamare time out per cambiare i pannolini, mica per cambiare la disposizione a muro!

DONOVAN DZAVORONOK voto OTRANTO: Come il numero di palloni che mette a terra nel suo sciagurato match contro Ravenna. Proprio lei, la O di Otranto. Dov’è finito il grande Donovan dell’anno scorso, che attaccava con percentuali bulgare mentre oggi chiude a -10 di vinte/perse.

IL GENERALE INVERNO voto OTRANTO: Anche qui. I giorni della merla, la sciabolata artica, il blizzard… Oh, ma dove siete finiti, che anche a Kazan c’è la temperatura di Otranto, che non è 0 ma 20 gradi? A inizio febbraio? Cos’è sta storia?

UROS KOVACEVIC voto OTRANTO: Ecco, l’Unto dal Signore probabilmente invece è scivolato ed è finito nel canale, di Otranto, perché è letteralmente scomparso dai radar e dai crocefissi. Eletto, ritorna!