PallaVoto: Come back. Lanza voto Zanicchi. Leon, voto Giuseppe Conte

2499
Il Primo Ministro Conte e Wilfredo Leon

LA FORMA FISICA DOPO IL LOCKDOWN voto 10: Intesi come i chilogrammi che mediamente abbiamo preso nei mesi (ma quanti sono stati? Due? Tre? Quaranta?) passati chiusi in casa a far lievitare farine, impasti, pance, maroni. Gli atleti sono professionisti, si sa, si sono tenuti in forma: però dopo sei mesi senza palazzetti hanno tutti l’elevazione di Giuliano Ferrara. Bisognerà avere pazienza.

WILFREDO LEON voto GIUSEPPE CONTE: Quando Perugia non sa cosa fare, vota lo Stato di Emergenza e affida al cubano pieni poteri. In semifinale tiene a galla la Sir, in finale fa pentole e coperchi (aridaje con la dieta), contro Vibo mette a terra circa un punto ogni due minuti di partita. I sondaggi danno il suo indice di gradimento in grande ascesa, non è escluso che si presenti da solo alla fine del girone d’andata e prosegua come Wilfredo Safety Leon.

NBV VERONA voto 4: Quattro partite, quattro sconfitte. C’è da lavorare nel cantiere scaligero, al quale i nomi non mancano affatto, soprattutto dopo il recupero di Jaeschke.

VERO VOLLEY MONZA voto 8: Porca boia che bella squadra che hanno costruito in Brianza! Potente, completa, con un opposto che tra un anno sarà un top player. Se Piacenza (pur vincente a Ravenna) si continuerà a martellare sotto i pantaloncini, il quarto post non sarà affatto utopia (utopie nelle quali PallaVoto crede senza ritegno, per altro).

GAS SALES PIACENZA voto PEPE: Mercato faraonico, Coppa Italia disastrosa, 11 set disputati (2 soli vinti) e alè, prima testa tagliata della SuperLega. Se Piacenza voleva mettere del pepe sulla sua stagione, il piatto è servito. Sommessamente diciamo che un esonero senza nemmeno aver iniziato il campionato sta a significare che la fiducia nel mister non c’era dall’inizio. Torna in sella Bernardi, e avrà sicuramente fame. Speriamo gli piaccia il piccante.

I CENTIMETRI DI MODENA voto FOSSA DELLE MARIANNE: Modena durante il lockdown ha scelto di incrementare il girovita ma diminuire l’altezza. Accortasi che la tattica non poteva portare lontano, ha ridiminuito il giro vita, ma ormai quelli alti erano tutti presi. Sarà una stagione di sofferenza per la Leo Shoes, che si arroccherà in difesa per contrattaccare quando gli avversari saranno tutti stanchi: se sarà gennaio, sarà festa. Se sarà giugno, un party in spiaggia lo troviamo comunque.

IL 25% voto ACCONTENTIAMOCI: Ora, sicuramente non è una percentuale di spettatori che possa essere sostenibile sul lungo periodo. Altrettanto sicuramente, però, garantisce distanziamento e prevenzione. E alla fine guardare le partite con il tifo ma senza la bolgia, non è poi così male malemalissimo.

Filippo Lanza…. 300, ok il prezzo è giusto

FILIPPO LANZA voto IVA ZANICCHI:
– Ehi Pippo, il tuo prezzo non è giusto!
– Ok, ma io ho firmato anche per quest’anno, ci pensi poi prima!
– Cento, cento, cento!
– No in realtà erano trecento!
– Ehi Pippo, il tuo prezzo non è giusto!
– Ah guarda, io mi accomodo qui
– Abbiamo i nuovi concorrenti! Vai Ter! Vai Oleg!
– Sì però Gino, io sono ancora qui!
– Monza, Monza, Monza!
– Prendi questa mano, Marzariiii! Dimmi pure che destino avrò! Lanza non mi ama, prendilo tu a Monza, solo questo conta ormai per me!
– Ok 

 


NOTA DELL’EDITORE: Questa, per quei 3 lettori che non l’hanno capito, è una rubrica satirica…