Pallavoto: Fantasie di Mercato: voto 10. Riccardo Muti al PalaPanini, Stankovic a Spa-Francorchamps. Vettori 7, Siena voto “Resort”

IL MERCATO voto 10 BIS: Altro giro di voci incontrollate, ma come sempre non temete, ve le controlliamo noi. Stankovic è stanco di fare panchina alla Lube, se ne andrà in un posto più rilassante, tipo Spa-Francorchamps dove alternerà massaggi e cure termali a (giri) veloci. Pare che anche l’altro centrale serbo top, Podrascanin, andrà via da Perugia per accasarsi in Russia, in uno scambio che ovviamente porterà in Umbria un Russo. A Trento tutto tace, si sta Da Re. A Modena invece Rivoluzione: dentro Ian Anderson dei Jethro Tull, perché Catia Pedrini vuole andare sempre in prog, Zaytsev il prossimo anno giocherà centrale (così, a sorpresa), Velasco diventerà direttore della Scala e Riccardo Muti sarà il nuovo allenatore, per un PalaPanini che dovrà essere molto più silenzioso che in passato, come richiesto da Rossini per meglio eseguire il suo “Barbiere di Siviglia”.

IL MURO DI PERUGIA voto VACANZA: Pare che questo fondamentale umbro sia stato avvistato su una spiaggia di Santo Domingo a prendere il sole, sorseggiando mojito e avventurandosi di tanto in tanto sul bagnasciuga per una nuotata rinfrescante. Tanto la Sir Safety mica ne ha bisogno, del muro: secondo voi gli avversari ci arrivano, ad attaccare?

SWAN NGAPETH voto UNO E TRINO: Kovacevic è il suo idolo e lui vuole raggiungerne la Trinità: 3 punti, -3 di vinte perse, 3 ricezioni, 3 attacchi punto e 3 errori. Lo Spirito, alla fine, non è proprio Santissimo però.

LUCA VETTORI voto 7: Sta tornando lui, pian pianino, convinzione dopo convinzione. E se alle qualificazioni olimpiche giocassimo con lo Zar di banda e lui opposto? Ennesimo ribaltone?

CALZEDONIA VERONA voto BRAGHE DI TELA: Dalle autoreggenti coi lustrini alle braghe di tela è un attimo. Verona si è persa dopo essersi giovata dell’effetto Kaziyski e ha lasciato le ultime due partite in una maniera che più rumorosa non si può.

POLO E VOLPATO voto 19: I punti che in due fanno il centrale con la menta intorno e Fox sono gli stessi che mettono a terra i due martelli di Padova. Per dire.

DUSAN PETKOVIC voto 9: Sora allontana lo spauracchio retrocessione grazie al suo condottiero, che il prossimo anno sarà in un posto nuovo e più ambizioso: chi lo spara per primo???

EMMA VILLAS SIENA voto RESORT: Insoddisfatto della sconfitta a Castellana che sancisce la quasi matematica retrocessione dei toscani, il presidente decide di lasciare i suoi atleti in albergo a Bari per un giorno in più. Temperatura di Bari domenica scorsa min 15-max 25, temperatura dell’acqua 32 gradi, Uascezze aperto. Mi offro come opposto a Siena.

SANTIAGO ORDUNA voto 9: La classe cristallina con la quale stende una Modena che in verità si dà parecchi cazzotti anche da sola incanta il PalaPanini. Con 5 centimetri in più sarebbe stato sicuramente lì, in mezzo ai Bruno e ai De Cecco.

UROS KOVACEVIC voto 10: Dal Vangelo secondo Matey: “Il regno dei play off è simile a una rete gettata nel campo, che raccoglie ogni genere di palloni, anche quelli schiacciati da giocatori francamente imbarazzanti. Quando la rete ha le palle piene oppure è piena di palle, gli addetti al campo la tirano giù e poi, sedutisi, raccolgono i palloni buoni nei canestri e buttano via quelli cattivi. Così sarà alla fine dei play off. Verrà Angelo e separerà le prestazioni buone di Uros da quelle cattive e getterà queste ultime nella fornace ardente assieme agli avversari di Trento, che lì troveranno soltanto pianto e stridore di denti”.