PallaVoto: Lube-Bcc voto “aiuto”. Kaziyski e Clevenot da 8. Velasco voto…”Caxxo”. Uros Kovacevic voto 10!!!

Pallavoto: Uros da 10
Pallavoto: Uros da 10

LUBE-CASTELLANA voto AIUTO: Un match nel quale la squadra che vince chiude i conti con un saldo di MENO OTTO tra palle messe per terra o regalate agli avversari è un match da vietare ai minori. Ma anche ai maggiori. Da vietare proprio. La Lube è convalescente, al suo capezzale il luminare De Giorgi è chiamato a un’operazione d’urgenza. Castellana sembra ormai pronta per il trapasso in A2, e infatti non chiama medici, ma addirittura maghi (di Turi), per provare un miracolo.

MATEY KAZIYSKI voto 8: Siamo onesti con noi stessi. Tutti pensavamo che Matey fosse a Stettino a svernare, a farsi i fatti suoi nella prigione dorata sul Baltico per guadagnare le ultime centinaia di migliaia di euro e poi ritirarsi a vita privata. Poi scoppia tutto, lui torna in Italia a Verona e magicamente sembra che nulla sia cambiato, rispetto a cinque anni fa. 21 punti con un palleggiatore che non aveva mai visto neanche in foto, 54% in attacco, 2 ace, mvp. Buongiorno, eh.

TOP VOLLEY LATINA voto SCIAQUONE: I ragazzi di Tubertini avevano in mano un’occasione d’oro. Ma l’hanno fatta scivolare incautamente nel water. Poi è passato un ragazzo bulgaro e ha tirato l’acqua.

TREVOR CLEVENOT voto 8: Se qualcuno non se ne fosse accorto, Milano è risorta e ora è nel posto che le spetta, il quinto. Il match del francese domenica, contro Vibo (una mattanza, più che un match) è da trasmettere ai posteri: sontuoso. Soprattutto in attacco. Ma non solo.

POLO E VOLPATO voto MENTA E ROSMARINO: Sono lo Zucchero sulle prestazioni di Padova. Il buco col centrale intorno fa cinque ace, il Volpe invece si accaparra il titolo di mvp grazie ai suoi muri decisivi. E la Kioene vola.

LA BATTUTA DI PERUGIA voto WANTED: Ormai c’è una taglia per chi riesce a trovare e disinnescare quest’arma di distruzione di massa. Non sta giocando bene, la Sir dell’ultimo periodo. Però se Leon e Atanasijevic fanno 6 ace a testa (e altrettanti errori in un bilancio sensazionale) cosa vuoi mai provare a vincere???

OLEH PLOTNYTSKYI voto EREDE: La redazione di PallaVoto ha finalmente ricevuto la lettera, Olè! Il ragazzone di Monza si candida ufficialmente per essere il successore di Uros Kovacevic nella pagella che chiude la rubrica. La sua domanda sarà seriamente presa in considerazione.

JULIO VELASCO voto CASSO: “A me dela clasifica non me ne frega un casso. Basssta essere calciofili”. Il divin argentino sbotta dopo l’occasione gettata al vento dalla sua Azimut a Trento. E dice che i conti si faranno ai play off. Che però la classifica serve per arrivarci, ai play off. Anche in Champions League. Che poi se arrivi ai play off e perdi in due partite perché la classifica ti costringe a giocare subito con un top team? Diciamo che non bisogna essere calciofili, questo è vero. Ricordiamoci anche però che i play off sono tanto, ma non tutto. Mai essere assolutisti e assolutori.

UROS KOVACEVIC voto 10: Tra battuta, ricezione e attacco tocca 83 palloni, che con muri e difese diventano oltre 100. Di questi, una buona percentuale, diciamo il 98%, diventano oro, incenso e mirra per i suoi discepoli, che lo seguono adoranti, si rialzano dopo un’ora e mezza di passione e vincono anche con Modena. Trascinati dalla Luce.

 

Offrici un caffè, sostieni Volleyball.it