PallaVoto: Monza voto Orienteering; Toti: voto “Cambiamo”, Atanasijevc voto SPA

1289

IL PROTOCOLLO voto 4: Come le sue facciate, di quando facevamo i temi a scuola. Su ogni facciata lo studente negligente ha scritto una sola parola “Rinvia – finché – ti – pare”. Honestly, se andiamo avanti così finiamo a Natale. 2023. Così ci prepariamo per Parigi 2024. Che magari manco siamo qualificati.

LE MOZZARELLE DI ROSSINI voto 10: Sì va bene, Trento in ripresa, la fatica con la Top Volley bla bla bla. Chissenefrega, no?! Vogliamo una fornitura almeno annuale di mozzarelle di bufala pontine anche per Volleyball.it, pari pari quella che l’Itas si è scofanata in pullman al ritorno da Cisterna.

GIOVANNI TOTI voto 8: Tutti ad accusarlo, ma lui è uno svecchiatore da un sacco di tempo. Secondo voi chi ha tolto la regola del net in battuta? Toti! Chi ha imposto il passaggio dal cambiopalla al rally point system? Toti! Chi ha trasformato il rigore contro l’Australia ai Mondiali 2006? Toti! E allora, lasciatelo in pace poveretto. Che per altro tutti gli allenatori di SuperLega almeno 10-12 volte a partite gli fanno campagna elettorale: “Dai! Cambiamo!”.

VERO VOLLEY MONZA voto ORIENTEERING: La società brianzola pare aver perso il nord da un po’. Dopo una Coppa Italia da leccarsi i baffi, l’esonero di Soli è sembrato alquanto frettoloso. Poscia l’esonero però non è che le cose siano cambiate molto, se non che Lagumdzija è l’ombra di se medesimo. Comprare bussola, please.

ALEKSANDAR ATANASIJEVIC voto SPA: Con tutta la squadra segregata in casa perché positiva al coronavirus, il serbo, già contagiato in estate, passa da una vasca idromassaggio all’altra urlando con ghigno beffardo: “овде нема цовид-19” (usate Google Translate se non sapete il serbo).

TREVOR CLEVENOT voto 8: Ombra di se stesso nei primi sette match di campionato, esplode in maniera fragorosa contro Padova, in un incontro nel quale viene incoronato mvp Grozer, ma solo per abitudine, noia, che barba Raimondo.

MODENA DAL 20 IN POI voto NP: Come la temperatura di Aosta, quella di Campobasso, come i ‘ristori’ previsti dal Dpcm, come i vaccini contro il Covid-19, come le mascherine di Salvini. Non pervenuta.

I CAMBI DI DE GIORGI voto 8: È forse la chiamata del cambio essa stessa il cambio? A pallavolo pare di sì. Una volta, negli spogliatoi più maliziosi figli di un calcio malato, si diceva che la Lube L-Hadrava le partite. Ora lo fa davvero, mettendolo anche a referto.

UROS KOVACEVIC voto 10: L’Oms brancola nel buio quando l’unico vaccino già sperimentato e pronto per risolvere la pandemia è la sua mano sinistra. Misteri della Fede.