PallaVoto: Ngapeth, voto “Avanti Popolo”, Sirci “Hoffman”; Lube che cu…; Zaytsev 62, Bruno 9!

EARVIN NGAPETH voto AVANTI POPOLO: Il francese sventola alta la bandiera rossa. Prima scegliendo come luogo di migrazione l’Unione Sovietica, poi abbattendo le sue poderose braccia su un simbolo acclamato del progresso capitalista: il computer portatile, schiantato da un suo recupero da film al PalaBarton. Per ora le sue battaglie sono vincenti, addirittura 14 consecutive le vittorie contro Perugia che il francese reputa probabilmente alla stregua di un feudo reaganiano da distruggere a suon di missili.

GINO SIRCI voto DUSTIN HOFFMAN: Forse non vincerà la Champions League. Ma io lo candido agli oscar: l’unico problema è, e potremmo lanciare un sondaggio, lo candidiamo come miglior attore o come migliori costumi?

LUBE CIVITANOVA voto CHE CU… CHE FORT… BEH SI È CULO!: Sgomberiamo subito il campo dai dubbi, nonostante il voto emesso. Una volta è culo, due volte sono una fortuita coincidenza, tre volte è prassi. La Lube si salva al Mondiale per club col Kazan, annullando 200 palle match e vincendo anche grazie a una topica arbitrale. Nei quarti di Coppa Italia va 11-14 contro Monza, annulla 5 palle match e poi vince. A Verona di palle match ne annulla “soltanto” 2, ma vince il primo set dopo che un’invasione inspiegabile di Alletti aveva impedito alla Calzedonia di andare 1-0 e si avvantaggia grazie alla murata di Manavì sulla palla incontro e a due contrasti due vinti a rete da Bruno. Bruno, menga Maciste. Ah, avevamo dimenticato il sorteggio di Champions. Fefè, ascolta a me, che qualche coppa quest’anno arriva!

VERO VOLLEY MONZA voto AMLETO: Essere o non essere? This is the question! Per un set contro Perugia Monza è, poi però non è e perde i restanti due in quindici minuti. Domenica però siamo sicuri sarà. E se non sarà sereno si rasserenerà.

IVAN ZAYTSEV voto 62: Maltrattato per tutta la regular season, lui china il capo e lavora, lavora, lavora… fino ad attaccare col 62% in gara 1 con Milano. I play off sono arrivati, lo ‘Zar’ sentirà l’odore del sangue?

BRUNO REZENDE voto 9: La Lube non gioca bene, da tempo. Però vince, vince tanto. E vince anche grazie agli enormi huevos di questo ragazzo perbene di Rio de Janeiro che quando i set e le partite cominciano a farsi caldi non è per bene per niente. Il finale di tie-break giocato contro Verona è mostruoso, la gestione della partita con lo Skra anche.

ITAS TRENTINO voto SILENTE: Tutti parlano delle altre: Modena perché finora non ha reso come si voleva, Perugia perché deve conquistare tutto, anche le Olimpiadi, i Mondiali e Marte, la Lube perché deve conquistare tutto, anche i Mondiali di Calcio, il record di ori di Phelps e Plutone. Ma di Trento non parla quasi nessuno. Vuoi vedere che…

UROS KOVACEVIC voto 10: In quel tempo, Uros disse: «Venite a me, Vettori che siete stanchi e oppressi, e io vi darò ristoro. Prendete il mio gioco ad esempio e imparate da me, che sono mite e umile di cuore, ma svelto di braccio, e troverete ristoro per la vostra vita. Il mio gioco infatti è dolce e il mio peso leggero. Fossi cento chili, infatti, farei il lottatore di sumo. Amen».