Pallavoto: Ngapeth, voto sweet sixteen; Kaz Back, voto Draghi. Lanza 8, Linus-Bottolo voto 50

2236

EARVIN NGAPETH voto SWEET SIXTEEN: Come Billy Idol, Earvin dichiara in anticipo “I’ll do anything for my sweet sixteen” e in effetti il francese si danna proprio l’anima per mantenere il suo record incredibile contro la Sir Safety. Ngapeth-Perugia è una sfida che nella storia del nostro sport recita questo score: 16-0. Il martello di transalpe ha vinto 7 volte su 7 al PalaBarton.

PERUGIA voto VITAS GERULAITIS: Nikola Grbic ha già preparato il discorso motivazionale per la sfida di ritorno e/o quella di Coppa Italia se verrà prima: “Nessuno batte Perugia diciassette volte di fila”. Ngapeth è avvertito.

UROS NIKOLIC voto NON TI PERMETTERE: Preso lo scontrino di Cortesia e cambiato il cognome alla cassa, uros ha provato a emulare Uros annichilendo (col corroborante aiuto di Rok Mozic, va detto) una Vibo in piena crisi d’identità e di oppostità. Bene, bravo, poi però mettiamo in chiaro che Uros è Uno e Trino, ma gli altri due non giocano a Verona.

LA CRISI DI VIBO voto 4: Che ti succede Tonno Callipo? What happens to you? C’est la vie o c’est Lavia? Preguntamose cosa esta hacendo en el campeonato? Anche la prova coi tre schiacciatori non va, pre Nishida o post Nishida ci vuole comunque una scossa alla Amadeus.

KAZ BACK voto MARIO DRAGHI: Nella lotteria degli scontrini c’è anche il Kaz Back, il ritorno di Kaziyski che dopo la pausa con Modena distrugge una Taranto combattiva.

LINUS BOTTOLO voto 50: Coi due ragazzoni Padova è coperta, 50 punti in due e via, dopo Piacenza anche Monza mandata a casa con le ossa rotte. Bene anche con le gomme da neve, San Gottardo non scivola sulle insidie della battuta Vero Volley.

SUPER GREEN PASS voto NO: Pare che adesso sarà concesso soltanto a chi è vaccinato, sbarbato, depilato, palestrato, filo-governativo e guarito da almeno 35 malattie. Nonostante questo, non sarà aumentata la capienza dei palasport. Cos’è, dobbiamo fare pure l’antirabbica? La comunione? La profilassi antimalarica? Cosa perdio! Diccelo, Mario!

FILIPPO LANZA voto 8: Pare che negli ultimi dieci giorni non si sia quasi mai allenato. Poi gioca tre ore sfondando il 60% in attacco, difendendo, ricevendo, facendo tutto. L’umile proposta a Soli è quella di convocarlo soltanto la domenica, che vogliamo vedere il primo tabellino con scritto Lanza 50.

RALLY POINT SYSTEM voto ABOLIAMOLO: Dunque, ormai più di vent’anni fa questo leggiadro sistema di punteggio fu introdotto perché col cambiopalla la pallavolo non era televisiva, non sapevi mai quanto sarebbe durata una partita, no no no. Domenica: Civitanova-Ravenna 1h15, Milano-Cisterna 2h55. Sono 100 minuti tondi di differenza. Se qualcuno ha delle spiegazioni da darci, siamo qui.