Pallavoto: Remuntada, voto No. Lucarelli voto 9, Kovacevic voto Mao, Araso-Man voto Eroe…

2410

UROS KOVACEVIC voto 10: Campionato Europeo CELO, World League CELO, Mondiale per Club CELO, Campionato Sloveno CELO, Campionato Cinese CELO. Solo in Cielo. Uno, Trino e Pechino.

LA REMUNTADA voto NO: Ora non è che puoi sempre fare il furbo, perdere senza storia gara 1, e farla franca. La Remuntada, stavolta, ha detto NO. E dire che Perugia ci era andata maledettamente vicina anche questo giro contro Trento, se solo Heynen non avesse deciso di dedicarsi alla supermegaiper girandola di cambi proprio nel momento meno adatto a fine quarto set.

UROS KOVACEVIC voto 10: Col successo nel Campionato Cinese, ha infranto un sacco di record. Intanto ha vinto il campionato più breve della storia, durato lo spazio di 5-6 ore. Ha anche stabilito il record di preparazione fisica più lunga della storia, nello specifico 374 giorni, 22 ore e 14 minuti. Infine ha stabilito il record di primo pallavolista a fondare un partito politico in Cina, il filogovernativo PKK (Partito dei Komunisti per Kovacevic).

RICARDO EDSON ARANTES DO NASCIMENTO NAZARIO LIMA LUCARELLI DETTO PELÈ voto 9: Straordinario in gara 2 di semifinale Champions, fondamentale per portare l’Itas alla finale di Verona, sbalorditivo in gara 1 di semifinale play off dove annienta la Lube con una prestazione monstre e due ace col braccio d’acciaio a chiudere il tie-break.

UROS KOVACEVIC voto MAO: Sembra che all’ingresso della Città Proibita sarà affisso un suo ritratto accanto a quello del condottiero cinese Mao Tze Tung. Di fianco al leader della “Lunga Marcia” ci sarà infatti il capopopolo della “Breve Marcia” (che ha condotto allo scudetto 2021 di Pechino. Brevissima).

ARASO-MAN voto EROE: Il collega Ermes Ferrari, su Eleven Sports, ha un inciampo assolutamente normale per la nostra categoria, sbagliando la pronuncia di Arasomwan (centrale di Ravenna, subentrato nella gara con Modena del Play Off 5° Posto) e trasformandolo in Araso-Man. Ignaro che di fianco a lui due ignoti radio-telecronisti hanno sentito tutto e lo fanno diventare protagonista di quaranta minuti di delirio in diretta.

FILIPPO LANZA voto RIVEDIBILE: Il Pippo nazionale per la prima volta stecca contro la sua ex. Purtroppo per lui l’occasione è la più importante, e alcuni suoi errori diventano determinanti per il successo della Sir. Gino Sirci alla fine del match si complimenta con se stesso.

FALASCHI E KOVAR voto WHY NOT?: Ora, Trento sicuramente non è Modena. Ma perché non affidarsi, almeno in partenza, ai due fuoriclasse assoluti che avevano portato la Lube sin lì, e avevano sicuramente i chilometri giusti nelle gambe al contrario di Leal e De Cecco? Comunque Why Not straordinario locale di Edimburgo, se mai vi capiterà.

ROBERTO RUSSO voto STALIN: Come l’Unione Sovietica, come un perfetto soldato russo, all’inizio si chiama fuori, ma quando poi lo costringono a scendere in campo spacca tutto ed erge muri. Super.

DONOVAN DZAVORONOK voto 9: Prestazione luccicante in gara 1 contro Perugia, un match che spesso lo vede predicare solitario nel deserto, ma anche contare i dollari derivanti dall’impennata della sua valutazione sul mercato.

UROS KOVACEVIC voto DIO: I numeri non mentono mai. Nelle due gare di finale contro Shanghai, Kovacevic segna prima 23 punti, poi 11. Avete letto bene, sì: 23+11. Che fa 34. Esattamente un anno in più di Cristo. Fate voi le vostre deduzioni.