PallaVoto: Speciale finale scudetto… Simon voto 10, Juantorena voto “0”… immortale!

3511

LA QUALITÀ DEL PLAY OFF CHALLENGE voto RIVEDIBILE: Ma anche no, nel senso che se non ce li fanno mai più rivedere stiamo bene uguale, tra centrali che scheggiano i rigori, schiacciatori che inciampano durante la rincorsa, bagher in tribuna e fucilate senza muro fuori di ventisette metri.

L’ORIGINALITÀ DELLA FINALE SCUDETTO voto 0: Noi ci avevamo sperato, ma ci siamo risvegliati come incurabili ingenui. Sarà ancora Perugia-Civitanova, come in Coppa Italia, come in Supercoppa, come nell’ultima finale scudetto giocata, come sempre. Monza ci aveva illuso per due ore in gara 1, Trento ci aveva illuso per tutta gara 1, noi ci avevamo creduto e invece il nostro cuore di amanti della varietà si è frantumato in mille pezzi.

L’ORIGINALITÀ DI OSMANY JUANTORENA voto 0: Ormai vederlo giocare una finale è prassi, obbligo, sentenza, anche nell’anno in cui sembrava che tutto si incastrasse per non fargliene più giocare. Per dare una svolta alla carriera e far sì che si torni a parlare di lui con stupore ci vorrebbe un’inversione a U. Il prossimo anno la Lube dovrebbe lottare per non retrocedere fino all’ultima giornata, i play off un miraggio, fuori in Coppa Italia per mano di Padova, in Champions eliminati dal Karlovarsko. Immortale.

L’ORIGINALITÀ DI CONEGLIANO voto 0: Siamo a ottocentoventisei partite vinte consecutive. Non so se si era capito ma noi, in questa rubrica, amiamo le incertezze, le sommosse popolari, gli ultimi che diventano primi e le rivoluzioni.

ROBERTLANDY SIMON voto 10: Tra quelli che rimangono sempre uguali a se stessi, il cubano. Che persa gara 1 di semifinale con Trento deve aver dormito una notte agitata e, alzandosi il mattino seguente, pare abbia detto davanti allo specchio “Ok, adesso mi sono rotto il ca…”. Il resto è storia.

IL DUELLO RIGHI-PEDRINI voto BARRY LINDON: Come nel celeberrimo film di Stanley Kubrick la polemica è stata sotto traccia, lenta, talvolta con la sicura al caricatore, talvolta senza. Rimarrà un piano sequenza interminabile o alla fine qualcuno (metaforicamentissimamente) sparerà?

UROS KOVACEVIC voto 10: Per contrapposizione ai Play Off Challenge, ci manca la sua alabastrina classe, la sua singolarità stupefacente, la sua abbacinante abilità nel carezzare la palla. E invece niente, ci toccano proprio i Play Off Challenge.