PallavoTo: Swentello… Bira “comeback”, Lorenzetti memories…

1408

copertina-pallavoto-13022018

SWENTELLO voto 20: Il fratello d’arte ormai ci ha preso gusto. Quando gioca tutta la partita (o quasi) ne fa venti. Punto. Che davanti ci sia Lubiana, Vibo, Mazinga Zeta o l’esercito degli Stati Uniti, lui ne mette giù venti. Fatevene una ragione.

EMANUELE BIRARELLI voto 8: Oh, il Bira è comeback! Prestazione stupefacente in quel di Monza, dove l’ex capitano azzurro porta a spasso Beretta e Barone, e nella sfida dove i centrali iniziano tutti con la B tolto Pajenk domina col 90% in attacco e 3 muri.

ALEN PAJENK voto NO: Forse i Tre B (Birarelli, Beretta e Barone) che evidentemente tra l’altro firmano questa rubrica, non gliel’avevano spiegato. Ma lui per Monza-Verona doveva chiamarsi Bajenk. Speriamo impari la lezione.

ANGELO LORENZETTI voto MEMORIES: Ve lo ricordate il 2009? Quando Piacenza vinse uno scudetto con quella formazione schierata senza che noi comuni mortali ci capissimo assolutamente niente, alzatore, centrale e schiacciatore, con Marshall che faceva l’opposto poi no, tanto alla fine ci pensava Zlati? Ecco, viste le latitanze di Vettori, Angelo gioca con Lanza opposto e fa a polpette Piacenza. Ma si sa, quando in campo c’è Lui… Ve lo spieghiamo più avanti.

CRISTIAN GABRIEL GUEVARA DE LA SERNA POGLAJEN voto 8: Spettacolare la sua prestazione contro una Latina letteralmente polverizzata dall’argentino. Che evidentemente parla la stessa lingua di Orduna.

YUKI ISHIKAWA voto 4: Yuki, oh Yuki nostro, che ti succede? Irriconoscibile il giapponese volante che quando era a Modena ha lasciato il campionato a metà perché doveva portare la giustificazione a scuola (in Giappone) ma sembrava dover diventare il nuovo Karate Kid. A Ravenna chiude con -12 nel saldo vinte/perse. Mica un bel voto.

ALESSANDRO TONDO voto TONDO TONDO: Cioè almeno 8: chiude con un 80% pulito (senza errori e murate) in attacco, ci mette tre blocchi vincenti e tanta qualità. Bravo.

ALBERTO POLO voto 9: Il buco col centrale intorno è infermabile quest’anno. Chicco, parliamo con te! La nazionale ha bisogno di queste caramelle di freschezza!

TSVETAN SOKOLOV voto CURE: Tzezzzo. Noi lo diciamo per il bene tuo e per la spettacolarità dei play off: perché se Perugia (voto 9, ancora, tremenda) e Lube sono le designate per la finalissima, ci vogliamo anche te alla massima forma. Riposati e torna solo quando potrai randellare a dovere, su.

UROS KOVACEVIC voto 10: L’Uros che move il sole e l’altre stelle è il jolly nella tasca di Lorenzetti. Che può cambiare le formazioni a piacimento, far giocare Lanza opposto, Da Re di banda, il custode al centro. Tanto in campo c’è Lui. E quando c’è Lui la partita, per gli avversari, si trasforma in una selva oscura.