Pallavoto: Trento, voto Omino dei Marshmallow; Monza 9, Petric voto Cuore; Play off voto 10! Classifica: voto Ohibo!

ITAS TRENTINO voto OMINO DEI MARSHMALLOW: A un certo punto, a Istanbul, Giannelli e compagni avevano iniziato a pensare intensamente alla batosta di Tours. Ed ecco ricomparire i fantasmi. Ma Uros Kovacevic è come Peter Venkman, Gabriele Nelli è il secchione Egon Spengler e addio fantasmi, zaino protonico in spalla e Coppa Cev in bacheca. Finalmente.

VERO VOLLEY MONZA voto 9: Per la Challenge femminile, che costituisce un traguardo storico, ma anche per quella maschile, sfuggita per circa duecento set finiti ai vantaggi contro un Belgorod mai domo. Peccato perché per Orduna, Soli e Buchegger sarebbe stato un record.

NEMANJA PETRIC voto CUORE: Soltanto cuoricini per il serbo che tante emozioni ha regalato al campionato italiano e che forse se ne è andato troppo presto da qui. Se ne rientra in Russia con la Challenge del suo Belgorod.

LA CLASSIFICA DI REGULAR SEASON voto OHIBO: A esatti VENTUNO ANNI dall’introduzione della regola si parla con tempismo eccezionale del tema della divisione punti: è giusto o non è giusto che anche chi perde (3-2) ottenga un punto? Il casus belli è dato dal fatto che Civitanova abbia chiuso terza pur avendo vinto un match in più di Perugia e di Trento. Tirando fuori esempi (coppe europee o tornei per nazioni) che non c’entrano NULLA con un campionato a doppio girone che dura 26 partite. Così, in conclusione, ripetiamo: sono passati vent’anni. Lo sapete che a me sta cosa di togliere il nastro come fallo in battuta, alla fine…

I PLAY OFF voto 10: Anzi, scusate, al punto sopra rispondiamo alla Velasco: la pallavolo es uno sport de play off. E indovinate un po’ cosa conta di più nei play off? La fi… no, no, conta vincere! Ma veh. Finalmente iniziano! Alè! E allora andiamo di pronostici.

MODENA-MILANO voto OPPOSTI: Si è tanto ciarlato di Zaytsev, Fusaro, Pedrini, Abdel Aziz, Cebulj. E ora si gioca. E a fare la differenza saranno proprio loro due: no no, non Fusaro e la Pedrini. Zaytsev e Abdel Aziz. Chi gioca meglio tra gli opposti, passa.

LUBE-VERONA voto SCONTATO: La Lube ha vinto più di tutti in regular season, vuoi che si metta a perdere proprio adesso, tra l’altro nell’unica serie in cui avrà il fattore campo? Massè.

TRENTO-PADOVA voto VIA CRUCIS: Non dovrebbero esserci difficoltà, per la banda Lorenzetti. Ma non dovevano essercene nemmeno per Gesù in teoria, poteva moltiplicare pani e pesci, incendiare le città, resuscitare lazzari. Ma si è imposto la via Crucis: volete che Uros non faccia lo stesso?

PERUGIA-MONZA voto OLEG: Eccolo qui il porno-ostico: se Plotniytski si rivela alle masse, passa Monza. Così, a sorpresa. E Leon? Eh Leon è il più forte di tutti, ma Oleg è Oleg.

UROS KOVACEVIC: La sua squadra sta annegando nel Bosforo, preda dei mostri che le attanagliano il cervello. Uros allora indossa la tunica, cammina sulle acque dei Dardanelli e a uno a uno tira su a braccia i suoi compagni. Il Sinedrio, al termine della Coppa Cev, lo premia col titolo di MVP: Most Valuable Prophet.