PallaVoto: Quarti di Champions, voto Carrà! Grebennikov, Morte Nera. Heynen voto Freud

1706

QUARTI DI CHAMPIONS voto RAFFAELLA CARRÀ: “Oh-oh oh-oh che sorpresa… oh-oh oh-oh che fortuna”. Le big europee iniziano la fase a eliminazione diretta al grido di “a far l’amore comincia tu!”, le outsider, Zaksa e Modena su tutte, eseguono. Per altro con arbitri conniventi: ogni qual volta Petric o Zatorski vanno sotto al seggiolone dicendo “Na-na, na-na-na-na, mi è sembrato di sentire un rumore rumore!” il primo arbitro fischia palla toccata e punto a loro.

Raffaella Carrà – Rumore – 1974

JENIA GREBENNIKOV voto LA MORTE NERA: Wilfredo Leon cerca in tutti i modi di penetrare nello scudo protettivo del libero francese che fa rimbalzare tutti i palloni schiacciati dal cubano. Purtroppo per lui, non ci riesce. Così i suoi raggi laser iniziano a finire ovunque tranne che in campo. La Forza scorre potente, nel ragazzo francese.

VITAL HEYNEN voto FREUD: Vedendo che Plotnytskyi sta giocando con le stesse percentuali realizzative di Alvaro Vitali con Edwige Fenech, il tecnico di Perugia chiede immediatamente al personale del PalaPanini un lettino, poi chiama time out a ripetizione utilizzandoli come sedute di psicanalisi private per lo schiacciatore ucraino. Visto come va a finire, possiamo dire con certezza che è meglio come allenatore.

LUBE CIVITANOVA voto LA COSCIENZA DI ZENO: Giulianelli è un fine letterato, e si ispira a Italo Svevo: “Forse traverso una catastrofe inaudita prodotta dallo Zaksa ritorneremo a GianLorenzo. Un uomo fatto come tutti gli altri, nel segreto di una stanza di questo mondo, inventerà un annuncio esplosivo incomparabile, in confronto al quale gli annunci attualmente esistenti saranno considerati quali innocui giocattoli. Ci sarà un’esplosione enorme che nessuno udrà ma tutti leggeranno e la Lube, ritornata alla forma di nebulosa, errerà nei cieli e nei campi priva di parassiti e di malattie e tornerà a vincere come sempre”.

TRENTO voto KITIKAKA: Tra colpacci di Modena, prodezze di Ngapeth, terremoti a Perugia e Civitanova, ma chi li considera più i ragazzi dell’Adige? Che alla fine sono gli unici ad aver rispettato il pronostico, sulle italiche sponde.

LE SUPERFINALI A VERONA voto 9: Tutti certi che fosse Casalecchio, e invece no. La stagione, iniziata all’Agsm Forum con la Supercoppa Italiana, ivi si chiuderà con la finalissima di Champions maschile e femminile. Chapeau ai Montecchi e ai Capuleti, che da secoli ruleeeethewooorld!

AH, CI SONO I PLAY OFF? voto 7: Sembra inverosimile, quasi nessuno se ne è accorto, ma sono iniziati i play off amici! E da domani arriveranno i primi verdetti, forza che si inizia a fare sul serio, accorgetevene!