RCS (Gazzetta dello Sport)+FIVB = Giornalisti banditi dalla VNL…

3866
C’era una volta la tribuna stampa… Qui Torino2018, Mondiali

La FIVB oggi ha aperto gli accrediti ai media per la VNL 2021. Beh, è la normalità direte voi… Finalmente, dopo un anno di buio totale, tornano le Nazionali, tornano in Italia, un mese di pallavolo da pregustare a cui i giornalisti di tutto il mondo potranno accreditarsi per andare a vedere lo stato dell’arte delle squadre che da lì a poche settimane giocheranno a Tokyo2020 o Tokyo2021 (fate voi)…

No, avete capito male. La manifestazione organizzata dalla FIVB e dalla RCS (il gruppo editoriale di Urbano Cairo, quello del quotidiano rosa) non prevede la possibilità ai giornalisti di essere accreditati al torneo per presenziare: misure anti covid! Zero, l’unica possibilità di accredito è concessa per poter partecipare alle interviste in mix zone in maniera virtuale, solo online. 

E’ questa l’ultima frontiera della FIVB in termini di valorizzazione dei media? Lasciarli a casa? Nessuna soluzione per il covid? Lasciare tutti a casa quando sarebbe bastato predisporre zone stampa non collegate al campo, per evitare contatti (se questa è il timore!).
In realtà anche questa situazione avvalora quello che penso da tempo ovvero che per chi dirige il volley mondiale quello dei giornalisti sia solo un tema fastidioso, una presenza vetusta, oramai superata dall’idea che tutti possono fare informazione, soprattutto i fans con i loro smartphone con video e selfie con i protagonisti del campo. Poco importa della qualità, poco importa della funzione critica, l’importante è non dar fastidio ai padroni del vapore.

Una VNL organizzata da un privato (RCS) che è uno dei principali gruppi editoriali italiani senza giornalisti in presenza è un ossimoro e siccome non credevo fosse possibile quello che avevo letto nella news sul sito della federvolley mondiale ho scritto alla FIVB, al reparto comunicazione ponendo diverse domande…

In diverse manifestazioni nazionali e internazionali – non ultima le Superfinals di Champions League – si è potuto accedere dopo un tampone all’ingresso…
Divieto di accesso anche se vaccinati?
Si può andare a Tokyo2020 ma non alla VNL di Rimini?
Come pensano sia possibile fare interviste online in post gara di partite che magari nel proprio paese sono trasmesse dal broadcast in differita (La7 o La7D o streaming, la tv di Cairo le trasmetterà tutte in diretta?)?

La risposta dell’ufficio media FIVB? Sembra tratta dal film “Muro di Gomma” di Marco Risi.
“The competition venue in Rimini will not be accessible to any media or spectators for the whole duration of the event, even if vaccinated.
However, the virtual mixed zone will allow all accredited media to have access to players after their games and interview them through the platform (ask question in a Q&A session online).
If your local TV is not planning to broadcast any live VNL matches on their program, you can subscribe to Volleyball TV, where all matches will be live streamed.
Please, don’t hesitate to come back to us if you have any other question….

Che RCS – un gruppo editoriale – avvalori questo divieto senza imporsi e trovare soluzioni è una vicenda ai limiti del ridicolo.
Forse allora non lo sapevo ma la tribuna stampa del Mondiale 2018 (foto), di cui sono stato il responsabile, è stata l’ultima di un grande evento?  #openpressVNL