Se l’Italia ritrova Jiri…

Matteo Piano e Jiri Kovar, ancora insieme in azzurro?

Se l’Italia ritrova Jiri Kovar?

Quello visto ieri sera in campo contro Modena, per due set un libero aggiunto (ha attaccato solo 3 palloni) poi nel terzo utilizzato anche come vera variante d’attacco per Bruno,  è uno giocatore ritrovato. 

Oddio, forse non si era mai perso, ma il suo accettare il ruolo umile di “comprimario” di lusso in casa Lube aveva fatto spegnere i riflettori sulla sua classe tecnica indiscutibile.

Tralasciando gli errori di gioventù (30anni, è gioventù relativa all’età di chi scrive), per cui ha saldato il conto, fa piacere sapere che è disponibile ad una chiamata azzurra e, soprattutto, piace vedere la sua espressione nel momento in cui si è riparlato con lui di nazionale.

Se – come ha detto – a fine stagione Kovar godrà di questo stato di salute psicofisica (“la migliore degli ultimi 3 anni” ha detto) Blengini potrà avere una margherita con più petali da sfogliare per quel “maledetto” posto 4.

Confesso che parlare ora di nazionale, pensando ai primi raduni del Maggio prossimo è quanto meno prematuro, per una volta che però se ne può parlare per un momento di relativa abbondanza, perché no?