VNL: 1° giornata, FIVB+RCSSport, voto 4! Potete solo migliorare (se lo volete)

1776

La differenza tra esserci e non esserci, per dirla come un celebre romagnolo, è più del doppio. Ma se la stampa è lasciati fuori dalla “bolla” perché non si vuole aumentare il rischio di contagi, almeno è questa la scusa adottata dalla FIVB per non avere giornalisti e fotografi alle porte, allora chi è dall’altra parte deve rendersi conto che non basta la solerzia e la gentile educazione di chi risponde alle email da indirizzi stampa della federvolley mondiale per appianare il tutto, ma servono fatti, qualità, tempestività.

Una mix zone con domande che non si sentono, un solo atleta per squadra per partita a rispondere a questioni generali sulla gara, una intera giornata di partite, la prima, con zero fotografie delle stesse online, una sezione mixzone senza altri documenti che non siano i tabellini statistici che fino ad un anno fa erano comodamente reperibili sul sito ufficiale FIVB aperto a tutti, la stessa trasformazione del sito FIVB.com in quell’acquapark della pallavolo che è diventato Volleyballworld.com, portale solo per fans ricco di lustrini, clip, ma nulla di giornalisticamente rilevante, tutto questo e tante altre cose sono l’indice che così non può andare.  Un avvio (una filosofia) che fanno pensare che sarà un mese di lavoro difficilissimo, complicato. E forse non solo un mese.

Sembra di vedere applicata alla pallavolo la stessa strategia che Liberty Media applica alla Formula Uno. Solo poche tv presenti, carta stampata (e online) sempre più osteggiata, meno giornalisti al paddock, meno domande, quindi più capacità di imporre un pensiero unico. La strada intrapresa dalla FIVB sembra quella.
Un giorno quando un allenatore o un atleta si vorrà lamentare della gestione dei calendari o di qualsiasi altro tema non troverà più nessuno a dargli voce.

Questo circo targato VNL, che di suo è un torneo che vale quello che vale, negli anni  diventato una grande “marchettone” spremi atleti che la federvolley mondiale utilizza per andare a caccia dei soldi dei diritti televisivi. Così però non ha davvero senso. Come non ha senso dargli più spazio di quello che merita.

Lavorare così non ha davvero alcun senso. Cara FIVB, cara RCSSport celebratevela questa vostra VNL sui vostri media, sui vostri siti, sui vostri canali streaming, dove non leggeremo mai che l’è tutto sbagliato l’è tutto da rifare.