Bm: Al PalAnderlini cade un top team: l’Anderlini Gelatiamo sbaraglia Campegine al tie break

213

Una sfida ad altissimo livello quella messa in campo dall’Anderlini Gelatiamo contro una squadra al top della classifica, Boschi Campegine. Una partita da aggrapparsi alla sedia, aggressiva, davanti ad un pubblico scaldato non solo dal clima ma anche dallo spettacolo, che ha visto trionfare i signori del Palanderlini dopo 5 set di fuoco. La Gelatiamo, motivata dalla presenza di tre ex del gruppo di “esperti” dall’altra parte della rete, prepara la diagonale principale Astolfi-Andreoli, Cassandra e Maletti gli schiacciatori, Lodi e Bonetti i centrali, Catellani il libero. Ironico il primo punto infilato ad una Campegine che ha lasciato cadere sul proprio campo una palla libera, ma le danze che seguono sono serie: aggressivo il muro di Lodi su Bassoli che segna il 3 pari e carico Maletti che mette a segno l’attacco del 7-7 e supera con un ace (8-7). Il testa a testa prosegue fino a quando l’Anderlini fa un passo in più e supera 12-10, costringendo Campegine al time out. Un cattivissimo attacco di Andreoli allunga (13-10), ma la seconda parte del set dimostra che i tempi per la Gelatiamo non sono maturi: la Boschi recupera e pareggia 13-13 e supera mettendo due punti sul 14-16. Un muro di Maletti su uno degli ex, Bartoli, accorcia 15-16; segue uno dei numerosi scambi lunghissimi e combattuti, durante il quale l’incredibile salvataggio di Cassandra non serve a consegnare il punto ai suoi: Campegine rimane avanti, 15-17 e allunga, arrivando alle 4 unità sul 16-20 e mettendo l’Anderlini al time out. Nulla da fare per il primo set, che va agli avversari 22-25 dopo una sfilza di battute sbagliate.

C’è bisogno di riprendersi e l’Anderlini lo fa, tornando a giocare alla pari con un testa a testa pieno di belle azioni: notevoli muri di Maletti e Bonetti, o i primi tempi di Lodi, senza dimenticare Cassandra che con un attacco mette fine al turno infinito che porta l’Anderlini 18-17 e costringe Campegine al time out. Andreoli allunga e l’Anderlini tenta la fuga, ma la Boschi riaggancia 21-21. La combattuta strada per il set point viene marcata da un attacco di capitan Bonetti, un ace di Andreoli, Maletti e ancora Andreoli, che mette il punto e a capo 25-23.

Campegine trema nel terzo set: dopo due punti persi, l’ace di Astolfi sul 3-0 le fa prendere una pausa anticipata. Gli equilibri sembrano riassestarsi con un ace per la Boschi che porta al 4-3, ma l’Anderlini non ci sta: due punti sudatissimi di Maletti portano al 6-3, l’attacco di Bonetti e due ace consecutivi di Andreoli mitragliano gli avversari e portano al 9-4. La Gelatiamo non permette a Campegine di riavvicinarsi e nonostante il timore sorto e risolto con un time out sul 22-20, chiude il set con un attacco di Andreoli 25-21.

Un ace di Astolfi sull’ex Cordani apre il quarto parziale che ripete il copione del 3-0 più time out per calmare le acque in casa Boschi. Un altro servizio vincente, questa volta di Andreoli, permette alla Gelatiamo di portarsi avanti 8-4, ma Campegine non ripete l’errore del set precedente: riagganciata l’Anderlini sul 12-12, dà inizio ad un testa a testa che la riporta in vantaggio 13-14 con un muro sull’opposto rossoblù. Più il gioco prosegue e più è evidente che nessuna squadra vuole cedere un solo punto: Campegine si avvicina al set point 23-24, ma Bonetti si oppone (24-24). Ci riprova Cordani (24-25), il subentrato Raimondi ripareggia con estro (25-25). I vantaggi proseguono, tra denti stretti e applausi del pubblico alle giocate più belle: alla fine la prima a cedere è l’Anderlini, sotto l’ace di Bartoli del 28-30.

Arriva il soffertissimo tie break e continua, in scia al quarto set, il testa a testa. Due errori consecutivi di Campegine regalano all’Anderlini il vantaggio del 7-5 e Levoni chiede il time out. La Gelatiamo risponde con un Bonetti scatenato che con un muro su Bartoli e un primo tempo porta i suoi 9-5. La ciliegina sulla torta è la mancanza di pietà di Cassandra che non contento piazza il 10-5. La Boschi ha bisogno di un time out per riprendersi, ma è tardi. Un ace di Astolfi porta i suoi al match point sul 14-7. Attimi di apnea per i tifosi Anderlini, che vedono tardare la vittoria per via di due errori consecutivi, prima di poter applaudire sull’attacco di Lodi, che chiude la gara 15-9.

“Una gran vittoria – commenta Bernardi – non avevamo dubbi, avremmo avuto le necessarie motivazioni per giocare una gran partita. Bella performance di entrambe le squadre, il loro ritmo nel primo set è stata una cosa impressionante nonostante noi avessimo giocato bene anche quel set. Cambiando alcune soluzioni in battuta li abbiamo messi in difficoltà, o meglio: abbiamo tolto loro qualche certezza e questo ci ha dato la possibilità di vincere il secondo e il terzo. Nel quarto ci sono stati forse alcuni palloni che se fossero girati meglio ci avrebbero permesso di chiudere con 3 punti. Però è stata una buona partita di entrambe le squadre, giocata ad altissimo livello. Forse il fondamentale di battuta a turno, sia tirando forte che a salto float hanno dato tantissimo”.

Stanco ma soddisfatto, rilascia il suo commento anche il centrale Giuliano Lodi: “È stata una bella partita, finalmente siamo tornati a giocare un po’ secondo il nostro gioco e al nostro livello in un campionato in cui è stato difficile vedere delle sfide di questo genere. Poi una marcia in più l’abbiamo messa perché dall’altra parte c’erano i nostri ex e sicuramente questo ha influito sull’esito della partita, che è stata molto bella e combattuta. Non è da dieci, forse c’è stato qualche errore di troppo, ma un buon otto se lo merita, è stata la più bella gara dopo Fucecchio”.

 

 

ANDERLINI GELATIAMO 3

BOSCHI CAMPEGINE 2

ANDERLINI GELATIAMO: Kolev ne, Libero: Catellani -6, Astolfi 4, Bonetti 10, Trianni ne, Cassandra 14, Borsi ne, Andreoli 25, Raimondi 1, Messori ne, Maletti 13, Bombardi ne, Lodi 12. All. Cristian Bernardi, vice Andrea Sassi

BOSCHI CAMPEGINE: Cordani 23, Libero: Caraffi -2, Ferrari C. ne, Bulgarelli 2, Soli 2, Ferrari R. ne, Bassoli 2, Bartoli 16, Montani 0, Scaltriti 8, Vecchi 0, Libero: Lanzara -4, Civa ne, Miselli 11. All. Stefano Levoni, vice Massimo Morabito

 

ARBITRI: Pernpruner e Petrera

PARZIALI: 22-25 25-23 25-21 28-30 15-9

DURATA SET: 26’ 25’ 25’ 32’ 14’

NOTE: spettatori 90

1 set 8-7 14-16 16-21 2 set 8-7 14-16 21-19

3 set 8-4 16-13 21-18 4 set 8-4 14-16 21-19

5 set 5-4 10-5 12-6

Break point 32/33

Saldo vinte/perse +26/+2

Battute sbagliate 24/16

Ace 11/5

Muri 9/8

Ricezione Gelatiamo 93 12 errori 48% (29%)

Campegine 90 20 errori 37% (20%)

Attacco Gelatiamo 130 colpi 8 errori 59 vincenti 45%

Campegine 122 colpi 14 errori 51 vincenti 42%

Errori 44/37

Sostieni Volleyball.it