Bm B: Per la Canottieri Ongina c’è l’ostacolo-Veneto Gas&Power Milano

MONTICELLI – Tra due settimane ci sarà il big match di Cisano, ma non è ancora ora di guardare avanti per la Canottieri Ongina, che sabato alle 21 a Monticelli dovrà prestare la massima attenzione all’impegno casalingo contro il Veneto Gas&Power Milano nella quinta giornata di ritorno del campionato di serie B maschile (girone B).

QUI CANOTTIERI ONGINA – La squadra di Massimo Botti guida la classifica con 45 punti in coabitazione con Cisano, ma la battaglia play off è spietata, con Montichiari che insegue a un punto. Sabato scorso, i gialloneri monticellesi hanno espugnato in tre set il campo dell’Accenture Bocconi, mentre ora sfideranno i talenti brianzoli, che all’andata costrinsero Cardona e compagni al tie break.

Nelle fila piacentine, militano due ex del Consorzio Vero Volley, della quale la squadra rappresenta la seconda formazione maschile dopo quella di Superlega. Si tratta di Sandro Caci (in A2 nella stagione 2013-2014) e del centrale Paolo Bonola, maturato in sei stagioni a Monza prima di arrivare nell’estate 2015 a Monticelli.

“Per la mia crescita – spiega Bonola, centrale valtellinese della Canottieri Ongina – è stata un’ottima esperienza, in particolar modo gli ultimi due anni dove essere inserito nei contesti di A1 e A2 mi ha fatto crescere molto, imparando bene il privilegio della costanza e dell’allenamento. Venendo al presente, all’andata è stata una sfida tosta, siamo stati bravi a recuperare una partita che non si era messa benissimo. Loro, essendo giovani, sono andati forte e in crescendo, mettendoci in difficoltà complice un palazzetto molto grande e un po’ di ingenuità nostre. Credo sia una squadra che dipenda dal rendimento dell’opposto e che sia fondamentale battere bene per far giocare palla scontata e togliere un po’ dal gioco Mazza, oltre a tenere i nostri standard in cambiopalla”. “Dobbiamo vincere – conclude Paolo – perché siamo in casa e non possiamo più permetterci passi falsi in vista dello scontro diretto della prossima settimana contro Cisano, non decisivo, ma quasi determinante”. Ancora problemi alla schiena per il palleggiatore Gabriele Parisi.

 

L’AVVERSARIO – Il Veneto Gas&Power Milano è allenato da Liano Petrelli, uno dei tecnici più conosciuti a livello nazionale in tema di crescita di giovani. Petrelli conosce bene la Canottieri Ongina , che ha sfidato tante volte, le ultime alla guida del Fossano. Per lui, anche diversi giocatori sono ben noti, avendo allenato Cardona (a Cuneo), Nasari (a Fossano) e Caci (in nazionale juniores). Il punto di forza della formazione brianzola è senza dubbio Martins Arasomwan, opposto nigeriano classe 1995 e stabilmente impegnato (da centrale) anche in Superlega. Al centro, spicca Federico Mazza, di un anno più giovane e che figura al suo pari nel roster a disposizione di coach Falasca nel massimo campionato italiano. In classifica, i brianzoli occupano il nono posto con 20 punti all’attivo.

“Abbiamo avuto  – spiega Petrelli – un buon periodo, con ottima continuità. Recentemente, Martins è sistematicamente in Superlega, anche se per tre settimane  ora lo avremo con noi, inoltre si è infortunato lo schiacciatore Mariotti e nel complesso cerchiamo di battagliare. Lottiamo, ci manca qual cosina, siamo ingenui in certe situazioni. Da dicembre è iniziato il cammino in under 20, ma in questo momento abbiamo bisogno di qualche punto in serie B. La Canottieri Ongina? E’ una squadra che ha una sua identità, molto solida e che sembra un orologio svizzero. Bisogna giocare molto bene per impensierirli e può anche non bastare. Per quanto ci riguarda, dobbiamo restare attaccati nel punteggio, senza fare troppi calcoli: ai giovani non deve mai mancare il coraggio, bisogna giocarsela sempre, con fiducia. A Monza c’è un ottimo contesto per lavorare ed è bello costruire qualcosa”.