Bm B: Per la Canottieri Ongina scontro al vertice contro la Tipiesse Mokamore Cisano

183

MONTICELLI – Sfida al vertice tra due squadre appaiate in vetta, remake dell’estenuante e affascinante duello dei play off nella scorsa stagione, tre punti pesanti in palio per approdare agli spareggi-promozione di quest’anno, affare tutt’altro che scontato per chiunque nel girone B. E’ la classica partita da stimoli a mille quella in programma sabato alle 21 a Cisano Bergamasco tra la Tipiesse Mokamore e la Canottieri Ongina, piatto forte della sesta giornata di ritorno del campionato.

QUI CANOTTIERI ONGINA – Il pensiero corre allo scorso 7 giugno, quando la squadra di Botti siglò un eloquente 3-0 a Cisano nella “bella” per l’A2, festeggiata dai piacentini prima della rinuncia. Le due squadre si ritrovano ora nella regular season del girone di ferro, il raggruppamento B, appaiate a quota 48 punti, con Montichiari che insegue a 46 e con Brugherio che non molla l’osso (45). Due posti per i play off, quindi battaglia fino alla fine in una giornata dove si celebrerà anche l’altro scontro diretto tra le pretendenti.

A inquadrare la partita è il tecnico giallonero Massimo Botti.

La definiresti una sfida molto importante o decisiva in chiave play-off?

“Non è decisiva, ma è una gara importante perché giocano le prime due della classifica, che nella scorsa stagione si sono contese l’A2. Mancano ancora diverse giornate al termine e per Cisano è il primo scontro diretto del girone di ritorno”.

Pensi che le due squadre effettivamente si equivalgano come suggerisce la classifica?

“Siamo là in alto, pur con caratteristiche di gioco un po’ diverse: Cisano più tecnica, noi più fisici. Loro difendono maggiormente e riescono a  sfruttare meglio qualche situazione non codificata e fin qui hanno avuto un cammino caratterizzato da una impressionante regolarità. La Tipiesse Mokamore, scontri diretti esclusi, non ha mai avuto esitazioni, mentre noi abbiamo perso qualche punto per strada nelle altre partite”.

In casa Canottieri Ongina, migliora la situazione-infermeria: il regista Gabriele Parisi (reduce da un problema alla schiena e indisponibile nelle ultime partite) è recuperato e verranno valutate le sue condizioni. Pieno recupero, inoltre, per l’opposto Maikel Cardona, uscito anzitempo contro il Veneto Gas&Power Milano.

L’AVVERSARIO – La Tipiesse Mokamore Cisano è allenata nuovamente da Cristian Zanchi, tecnico ex Bergamo e da assistente anche in A1 con l’Acqua Paradiso. Rispetto alla scorsa stagione, sono rimasti alcuni elementi di spicco come l’opposto Burbello, il centrale Milesi e le bande Costa e Ruggeri. Tra i rinforzi, l’altro centrale Piccinini e il libero Pozzi, oltre a una sorta di “nuovo acquisto”: il palleggiatore Filippo Sbrolla, che ha superato il grave infortunio della scorsa stagione e che può ora far valere il proprio talento (ha giocato in A2 con Loreto, Mantova e Latina). Come all’andata, Cisano arriva senza esitazioni al big match, con 5 vittorie in tre set e sei successi consecutivi contando anche quello nell’ultima giornata d’andata.

“Credo – commenta Zanchi – che sia una partita decisiva per la Canottieri Ongina, che in caso di vittoria o di punti conquistati potrebbe mettere un’ipoteca sulla partecipazione ai play off e avvicinarsi al primo posto finale, visto che rimane solo lo scontro casalingo contro Montichiari. Per noi il cammino è lungo, visto che questo è solo il primo degli scontri diretti nel girone di ritorno, dove avremo la trasferta di Brugherio e affronteremo nelle ultime due giornate Montecchio e Montichiari. Di certo, questo turno darà una risposta alla classifica. Le chiavi del match? Ci sarà equilibrio, le due squadre hanno due grandi palleggiatori come Parisi e Sbrolla e la battuta potrà essere determinante, staccando la palla e facendo sì che quegli scambi un po’ più scontati possano essere l’ago della bilancia”.