Bm B: La Canottieri Ongina vuole il pokerissimo contro il Veneto Gas&Power Milano

MONTICELLI – Un avversario giovane, con le sue potenzialità e dunque insidie, da sfidare e provare a superare per centrare la quinta vittoria consecutiva e arrivare al meglio all’atteso e successivo big match contro Cisano. Sabato alle 21 nell’immensa Candy Arena di Monza la Canottieri Ongina sfiderà il Veneto Gas&Power Milano, formazione giovanile del Vero Volley, club di Superlega, nel match valido per la quinta giornata d’andata del girone B di serie B maschile.  I gialloneri di Massimo Botti arrivano all’appuntamento con quattro successi e undici punti e intendono proseguire la propria corsa in un girone che si sta confermando equilibrato nelle prime posizioni.

GLI EX – Nelle fila della Canottieri Ongina militano due ex del Consorzio Vero Volley: si tratta dello schiacciatore Sandro Caci (in A2 nella stagione 2013-2014) e del centrale Paolo Bonola, maturato in sei stagioni a Monza prima di arrivare nell’estate 2015 a Monticelli.

QUI CANOTTIERI ONGINA – Chi meglio di Bonola può presentare l’avversario di turno? Il centrale valtellinese dei monticellesi ha ormai recuperato dalla lussazione al mignolo della mano sinistra, riportata in gara due settimane fa contro Montecchio. “Mi sono allenato tutta la settimana – spiega Paolo –  e sono arruolabile, poi coach Botti farà ovviamente le sue scelte; personalmente spero di essere in campo e ci tengo a giocare questa partita. Conosco bene tre ragazzi (Arasomwan, Mazza e Mariotti), in passato miei compagni di squadra (il primo anche in appartamento) al Vero Volley e che stanno facendo il mio percorso. Nel complesso è una squadra giovane, che preferisco affrontare ora in trasferta perché nel ritorno in casa loro potrebbero essere ancora più pericolosa. Dovremo imporre il nostro gioco, perché viceversa potrebbe essere pericoloso”. Quindi aggiunge. “Il nostro obiettivo è vincere per continuare la striscia positiva e arrivare al meglio alla sfida contro Cisano. Entrare e giocare alla Candy Arena? Per me sarà un’emozione particolare”.

L’AVVERSARIO – Il Veneto Gas&Power Milano è allenata da Liano Petrelli, uno dei tecnici più conosciuti a livello nazionale in tema di crescita di giovani. Petrelli conosce bene la Canottieri Ongina , che ha sfidato tante volte, le ultime alla guida del Fossano. Per lui, anche diversi giocatori sono ben noti, avendo allenato Cardona (a Cuneo), Nasari (a Fossano) e Caci (in nazionale juniores). Il punto di forza della formazione brianzola è senza dubbio Martins Arasomwan, opposto nigeriano classe 1995 e stabilmente impegnato (da centrale) anche in Superlega. Al centro, spicca Federico Mazza, di un anno più giovane e che figura al suo pari nel roster a disposizione di coach Falasca nel massimo campionato italiano.

“La Canottieri Ongina – spiega Petrelli – mi sembra ancora più forte rispetto alle ultime stagioni, con la crescita di giocatori già importanti come per esempio Caci e Nasari, che hanno acquisito maggiore consapevolezza. Inoltre, è una formazione molto quadrata e che può stare in alto in classifica. Ci attende una partita tosta in un girone di ottimo livello, con 4-5 squadre che hanno un tasso tecnico superiore alle altre, poi si vedrà”. “Per quanto ci riguarda – aggiunge – dobbiamo crescere, siamo una squadra costruita un po’ all’ultimo. Veniamo da due tie break e – per una formazione come la nostra – più stiamo in campo più è utile alla nostra crescita”.