MONTICELLI – La storia si tinge di giallonero, con il libro della Canottieri Ongina che si arricchisce della pagina fin qui più bella ed emozionante. La formazione piacentina, infatti, può festeggiare un traguardo fin qui mai raggiunto: la Final four di Coppa Italia di serie B maschile, dove la squadra di Monticelli d’Ongina è approdata dopo l’emozionante doppio duello nei quarti contro Saronno.

Dopo il 3-2 casalingo di giovedì scorso, i gialloneri allenati da Massimo Botti e Davide Zanichelli hanno compiuto una nuova impresa bissando il risultato nel decisivo match di martedì sera al PalaDozio di Saronno al termine di altre due ore abbondanti di gioco e di emozione.

Il risultato dell’andata lasciava aperto ogni spiraglio in ottica-qualificazione e nella terra degli Amaretti Cardona e soci non potevano certo fare calcoli, così hanno avuto in primis un grande merito: quello di saper mettere in campo una pallavolo di alta qualità, a tratti eccellente. L’approccio al match dei piacentini è stato giusto, giocandosela a viso aperto con aggressività, anche se il primo set è scivolato via (25-22) complice qualche errore di troppo in battuta (otto) seppur con servizi tirati con decisione e usciti per questione di centimetri. Dopo il cambio di campo, nonostante il caldo tifo locale, la Canottieri Ongina non è andata in difficoltà, bensì è salita in cattedra con maestria, giocando e dominando il secondo e il terzo set (15-25 e 14-25) con rendimento notevole, come testimoniano per esempio i 10 muri nell’arco di due parziali e il 79 per cento in attacco della terza frazione.

Il quarto set ha visto la reazione del Saronno, che è riuscita a reagire confermando il proprio valore, mentre fisiologicamente i piacentini sono scesi leggermente di tono; così è arrivato il 25-22 che ha portato le squadre al tie break. Set corto dove i lombardi erano costretti a vincere per poi giocarsi il tutto per tutto al golden set, mentre la vittoria avrebbe regalato alla Canottieri Ongina la qualificazione. In un contesto di questo tipo, i monticellesi hanno saputo alzare nuovamente l’asticella della qualità: distribuzione illuminata di Giumelli e un muro ritrovato hanno rilanciato i gialloneri ospiti, sempre avanti e trascinati nel finale da un super-Cardona (23 punti alla riga del totale), autore anche del punto finale dell’11-15 dopo aver scagliato in precedenza un missile dai quattro metri da posto quattro. Nel complesso, la battuta ha messo in difficoltà la seconda linea di Saronno, mentre il muro (15 block vincenti) ha recitato una parte importante, dove spicca la super-prova di Paolo Bonola (7 punti diretti). Ma è la vittoria di squadra, confermata anche a livello statistico dalle doppie cifre di Nasari, De Biasi e Caci e nel complesso da una prova di gruppo notevole.

LA FINAL FOUR – La Canottieri Ongina (in campionato capolista del girone A) è dunque la quarta squadra qualificata alla Final four di Coppa Italia di serie B maschile, che si disputerà – come da indizione – nel periodo compreso tra il 12 e il 15 aprile in una sede da definire. I monticellesi raggiungono la Cis Reti Tlc Hydra Latina (capolista del girone G), la Pallavolo Massa (dominatrice del girone E) e la New Real Volley Gioia (prima nel girone H).

LE DICHIARAZIONI – In casa Canottieri Ongina, notevole la soddisfazione per lo storico traguardo raggiunto. Ecco le dichiarazioni raccolte in casa giallonera dopo l’impresa di Saronno.

Fausto Colombi (presidente): “E’ una soddisfazione sportiva grandissima, che vorrei condividere in primis con i protagonisti – gli atleti e lo staff – e anche con tutti coloro che ci danno una mano. Dopo aver vinto l’andata in casa davanti a un grande pubblico, volevamo completare l’opera e abbiamo saputo piegare una squadra come Saronno con un doppio ko dopo una lunghissima striscia di successi in campionato. Ora approdiamo in Final four, dove sfideremo città che hanno alle spalle una storia pallavolistica anche di serie A. Noi siamo una realtà di provincia, che ci mette serietà, impegno e anche un po’ di spensieratezza, oltre all’indubbio valore della squadra. Abbiamo compiuto un passo grandissimo, siamo consapevoli della forza delle altre squadre pretendenti alla Coppa, ma per noi la Final four non sarà di certo una gita. Inoltre, questo traguardo rappresenta un motivo d’orgoglio per il nostro paese (quasi 5.300 abitanti, ndc) che sto vedendo sempre più coinvolto nella nostra realtà sportiva”.

Donato De Pascali (direttore sportivo): “C’è stata una grande risposta della squadra e personalmente il secondo e il terzo set sono i migliori che ricordi a Monticelli, con un gioco spettacolare e aggressivo. La Final four sarà una bellissima esperienza e rappresenta la pagina di più alto livello della nostra storia. Penso che sfidare realtà come Latina, Gioia e Massa parli da solo”.

Massimo Botti (coach insieme a Davide Zanichelli): “E’ un traguardo storico per la società e per questo gruppo, con molti giocatori che per il primo anno sono a questi livelli. Non è il coronamento di nulla, perché si inserisce in un percorso di crescita necessario perché il campionato è ancora lungo e siamo in piena corsa anche solo per raggiungere i play off. Ora giustamente viviamo con entusiasmo questo risultato, ma non ci dimentichiamo che c’è ancora molto da fare”. Per Botti, il primo, significativo traguardo da allenatore (ruolo che ricopre per la prima stagione) dopo oltre un ventennio da professionista da giocatore. “E’ una soddisfazione – aggiunge – mi fa piacere essere riuscito a trasmettere qualcosa, così come i risultati positivi di questo periodo, ma soprattutto mi piace vedere come questi ragazzi stiano dimostrando di avere mille risorse in partite complicate: stanno diventando dei bei giocatori”.

 

SARONNO-CANOTTIERI ONGINA 2-3

(25-22, 15-25, 14-25, 25-22, 11-15)

SARONNO: Gaggini 10, Buratti 5, Cafulli 17, Canzanella 15, Spairani 9, Coscione 1, Cerbo (L), Barsi 1, Taliento. N.e.: Marelli, Calzaretti, Carucci, Rossi (L), Genovese. All.: Leidi

CANOTTIERI ONGINA: Giumelli 4, Nasari 13, De Biasi 11, Cardona 23, Caci 15, Bonola 9, Bisci (L), Binaghi 1, Pazzoni, Bara. N.e.: Filipponi, Miranda. All.: Botti-Zanichelli

ARBITRI: Marco Pasin e Andrea Alice

NOTE: Durata set: 28’, 24’, 23’, 29’, 20’ per un totale di 2 ore e 4 minuti di gioco

Saronno: battute sbagliate 17, ace 5, ricezione positiva 44% (perfetta 25%) attacco 47%, muri 9, errori 33

Canottieri Ongina: battute sbagliate 21, ace 8, ricezione positiva 64% (perfetta 46%), attacco 50%, muri 15, errori 32.