Bologna: I petroniani tornano in A3, acquistato il titolo di Portomaggiore

870

BOLOGNA – Dal Resto del Carlino la notizia che Bologna avrà ancora la serie A maschile di volley: la Geetit ci riprova e sarà nuovamente ai nastri di partenza del campionato di A3. Alla retrocessione sul campo in serie B che si è consumata in aprile è arrivata la pronta reazione al di fuori del rettangolo di gioco da parte di club e dirigenza: giovedì c’è stato un incontro con Portomaggiore, che si è concluso con l’accordo per l’acquisto del titolo da parte della società della presidentessa Elisabetta Velabri, del direttore tecnico Andrea Brogioni, del direttore sportivo Pedretti e del general manager Andrea Cappelletti, colui che ha concluso l’accordo.
All’acquisto si è arrivati dopo un mese e mezzo di lavoro serrato da parte dei dirigenti, per allestire un budget più che sufficiente per garantire una stagione di rango superiore rispetto alle sofferenze del recente passato. Il budget è quasi raddoppiato rispetto ai 150mila euro di un anno fa: “L’obiettivo è quello di consolidare la categoria e allestire una squadra da primi otto posti, per centrare i playoff – racconta Cappelletti al Quotidiano bolognese, speigando i motivi della scelta -. Non potevamo disperdere il patrimonio di esperienza e di pubblico che avevamo costruito lo scorso anno. Ripartiremo su basi diverse, più solide, con nuovo slancio e obiettivi”.

MERCATO – Chiuso il ciclo triennale di coach Asta, la Geetit ha firmato con Marco Marzola, il tecnico che nella passata stagione ha allenato proprio Portomaggiore, chiudendo la stagione regolare al quinto posto. E a dimostrazione delle ambizioni, oltre che sul tecnico la Geetit punta a mettere le mani su altri due giocatori in uscita da Portomaggiore: il palleggiatore Govoni (sarebbe un ritorno, è stato protagonista della promozione di due anni fa) e lo schiacciatore Roberto Pinali, fratello maggiore dell’opposto della nazionale Giulio e della schiacciatrice Greta, che è uno dei nomi di spicco per la categoria, oltre che un bolognese doc cresciuto nel settore giovanile della Zinella. Ma non è finita: si dialoga anche con Maretti per una possibile conferma: lo schiacciatore è di proprietà di Ravenna.
Addio in vista, invece, per l’opposto Spagnol: il diesse Pedretti e Brogioni, in accordo con il nuovo allenatore, sono intenzionati a guardare al mercato degli stranieri per occupare lo spot. La Geetit ritrova la A3 ed è al lavoro sul mercato, ragionando anche sulla logistica: è possibile che Bologna lasci il PalaDozza (dove lo scorso anno giocava senza potersi allenare) per insediarsi al PalaSavena di San Lazzaro, per risparmiare denari da investire per una squadra più forte.

Sostieni Volleyball.it