Brasile: Che tensione! Il Taubate si proclama campione morale, la CBV lo bacchetta, il club cancella il post

Il post Instagram del Taubate, cancellato a tarda sera dopo la nota della CBV

BRASILE – Che tensione in Brasile. Il Taubaté oggi sui propri canali social ha celebrato in autonomia il titolo di “campione morale” della Superliga maschile, dopo che solo ieri i club avevano votato per la conclusione anticipata della competizione a causa della pandemia di coronavirus.

Il club di San Paolo si era aggrappato al fatto di essere stato in vetta alla classifica al momento dell’interruzione del campionato, con una sola giornata mancante con 54 punti, uno in più di Sada Cruzeiro. La Confederazione brasiliana di pallavolo (CBV) lunedì, pur avendo garantito al Taubaté un posto nel campionato sudamericano per club, nel comunicato stampa ufficiale non aveva però stabilito che la Superliga avesse un campione, come per il torneo femminile. 

Dopo l’auto proclamazione del Taubaté la stessa federazione brasiliana ha dovuto ribadire con una nuova nota stampa ufficiale che  “non esiste un campione per la stagione 2019/2020 della Superliga”.

“La Confederazione brasiliana di pallavolo (CBV) chiarisce che non esiste una squadra considerata campione del Superliga Banco do Brasil 2019/2020 maschile. La competizione è stata chiusa a causa della pandemia del COVID-19, e la decisione è stata presa in una videoconferenza tenutasi lunedì scorso, con il voto dei 12 club partecipanti al campionato, oltre alla Commissione Atleti. All’epoca, era chiaro che il campionato sarebbe finito senza un campione, rispettando solo la classifica del momento per assegnare il posto nel campionato sudamericano per club e le squadre che sarebbero retrocesse nella Superliga B. Il voto per la fine della competizione è stato dato da otto voti a favore e cinque contro”.

La nota era poi completata da una dichiarazione di Radamés Lattari, direttore esecutivo della CBV: “Abbiamo avuto un incontro ieri in cui tutti i club hanno partecipato online e hanno chiaramente sentito che non c’è nessun campione nella stagione Superliga 2019/2020. Per questo motivo, seppur si sia nominato campione morale, abbiamo ricevuto con sorpresa la notizia che la squadra di Taubaté si è nominata campione quest’anno. Quindi chiariamo, ancora una volta, che non c’è vincitore in questa stagione” ha detto Radamés, riferendosi al post pubblicato dal Taubaté sui social network, definendosi il campione della SuperLiga.

In tarda serata il Taubate ha cancellato il post online.

Sostieni Volleyball.it