Brasile: Sada Cruzeiro seconda finalista. 3-1 al Funvic in gara 5

Ottava finale consecutiva per i campioni in carica che completano la rimonta dallo 0-2 nella serie

656
Il Sada Cruzeiro completa la rimonta dallo 0-2 nella serie di semifinale

Semifinale: Gara 5 (21 aprile)
SADA CRUZEIRO – EMS TAUBATE FUNVIC 3-1 (16-25, 25-20, 25-18, 25-20) Serie: 3-2
SADA CRUZEIRO: Uriarte 6, Leal 16, Isac Santos 14, Evandro Guerra 6, Filipe Ferraz 6, Simon 18, Sergio Nogueira (L); Rodrigo Leao “Rodriguinho” 0, Rodrigo Telles “Alemao” 0, Fernando Kreling “Cachopa” 0, Eder Levi Kock 1. Non entrati: Pablo Ventura, Robert Araujo, Lucas Silva (L). All: Marcelo Mendez.
EMS TAUBATE FUNVIC: Raphael Vieira De Oliveira 1, Ivovic 8, Otavio Pinto 13, Wallace Souza 16, Dante Amaral 8, Solè 4, Thales Hoss (L); Lucas Madaloz 0, Renan Santos 0, Matheus Natividade 0. Non entrati: Rodrigo Ruiz, Rafael Martins, Paulo Renan Bertassoni, Nicolas Bernard. All: Daniel Castellani.
MVP: Isac Santos.

CONTAGEM – Il Sada Cruzeiro vince in rimonta gara 5 dopo un primo set difficilissimo e completa la rimonta dallo 0-2 nella serie centrando la sua ottava finale consecutiva di Superliga. La finale tra Sesi SP e Sada Cruzeiro (match di andata in casa del Sesi SP sabato 28 aprile) si ripete dunque per la quarta volta: il Sesi vinse nel 2011, il Sada nel 2014 e nel 2015.

Nella sfida di questa sera grandi prove per i centrali Isac (MVP con l’87% in att. e 1 muro) e Simon (top scorer col 69% in att., 5 muri e 2 ace) che Uriarte è stato bravissimo a cercare con costanza per rimediare alla prova disastrosa di Evandro (-29% di eff. in att. su 17 colpi). Per il Funvic eccellente primo set, ma alla lunga la squadra di Castellani cala al servizio (4 ace nel 1° set, 3 nel resto del match), vede scemare l’efficienza dell’opposto Wallace e soffre costantemente in ricezione.

A fine partite discorsi d’addio per Dante (che abbandona definitivamente l’attività agonistica) e Leal (ultima partita al Riacho visto che il Sada Cruzeiro ospiterà la finale di ritorno in un impianto più capiente).

LA PARTITA 
1° set: Comincia forte il Sada Cruzeiro con un ace di Simon (2-0), un muro di Leal su Wallace (3-0) ed un ace di Uriarte (5-1). Dall’8-4 però il Funvic reagisce alla grande dapprima sul turno di battuta di Ivovic (8-6 sull’out di Evandro, 8-7 sul contrattacco di Wallace, 8-8 con muro su Evandro) e poi su quelli di Otavio (ace del 9-10) e Wallace (ace del 10-12 e servizio pesante che propizia l’errore di Evandro per il 10-13). Leal sblocca il Sada Cruzeiro con un grande attacco (11-13), ma il servizio dei padroni di casa non ingrana (due errori per il 12-15 e il 13-16) mentre la ricezione va in affanno anche sulla buona battuta di Rapha ed Evandro incappa 2 volte nel muro ospite: 13-18. Il contrattacco di Wallace (13-19) e l’ace di Ivovic (14-21) mandano in archivio anticipatamente il primo set con Marcelo Mendez che fa rifiatare Uriarte, Evandro e Filipe. Finisce 16-25 con un muro di Solè.

2° set: Evandro non ingrana e sbaglia altri 2 palloni (3-3 e 5-6), ma il Sada Cruzeiro si aggrappa ai cubani: murone di Simon (7-6) e strepitoso contrattacco di Leal: 8-6. Dante pareggia subito (8-8) ed il set procede punto a punto anche perché il servizio è molto forzato ed arrivano diversi errori da ambo le parti. Uriarte sfrutta il mezzo punto in battuta di Filipe (15-13) con un attacco di prima intenzione, ma Ivovic pizzica la linea al servizio: 15-15. Il Sada Cruzeiro riesce comunque a riallungare con un muro di Isac su Wallace (18-16) ed un contrattacco dello stesso Isac (20-17). Il muro di Solè ferma ancora Evandro (20-19), ma l’ingresso in battuta di Eder Levi (servizio float) frutta un ace prezioso su Thales Hoss: 22-19. Evandro fa la prima cosa buona della sua partita rinunciando alla battuta di potenza e con una float pesca l’errore in ricezione Dante: 24-20. Filipe chiude sul 25-20 dopo un’azione rocambolesca.

3° set: Il Sada Cruzeiro prende subito un buon vantaggio grazie ad un muro di Leal su Solè (3-1) e a 2 ace di Uriarte: 5-1. Filipe mura Wallace su palla scontata (8-3), Otavio risponde fermando Simon (9-6). Wallace si ritrova ancora contro muro a 3 dopo ricezione negativa e viene fermato da Leal (5 muri per il cubano): 11-6. Evandro non ne azzecca una e viene murato ancora (11-8), Wallace invece va a segno in rigiocata (11-9). Un contrattacco di Leal (13-9) ed un ace di Simon su Ivovic (14-9) rilanciano il Cruzeiro. All’ace di Wallace (14-11) risponde il muro di Isac su Ivovic (16-11). Leal firma il massimo vantaggio (17-11), ma poi viene murato da Solè (17-13) che trova anche un ace fortunoso con l’aiuto del nastro: 18-15. Simon piazza un muro pesante su Wallace (20-15). Uriarte è bravo a far girare l’attacco pur dovendo ignorare l’opposto ed alla fine Simon propizia altri 2 break-point col servizio: free ball chiusa da Isac (24-18) e muro di Uriarte su Dante (25-18).

4° set: Avvio combattuto: 6-6 con 2 break-point per parte ed Isac in grande evidenza. Il muro di Simon su Wallace (8-6) è pareggiato da quello di Otavio su Leal (11-11). Leal si rifà subito con attacco (12-11) ed ace (14-12). Il primo errore in attacco di Wallace (17-14) sembra spianare la strada ai campioni in carica, ma non è ancora il break decisivo: Leal in pipe (17-16) e Simon in primo tempo sbagliano clamorosamente (17-17). Filipe (67% in att.) risolve una situazione spinosa (18-17) con un mani e out di classe e Wallace stringe troppo il diagonale (19-17). Mezzo punto in battuta di Filipe e Leal non sbaglia: 20-17. Una discutibile doppia chiamata ad Uriarte riapre il set (21-20), ma sull’azione successiva il videocheck svela un tocco a muro sull’attacco di Evandro (22-20). Uriarte realizza il suo 4° ace (23-20), Evandro mura a uno Dante (24-20) ed il diagonale out di Wallace chiude i giochi (25-20).

Formula
Quarti di finale al meglio delle 2 vittorie su 3 incontri; semifinali al meglio delle 3 vittorie su 5 incontri; finale con andata e ritorno ed eventuale golden set ai 25 punti in caso di una vittoria per parte con qualunque punteggio.

Calendario finale da ufficializzare (a seguire)

Sostieni Volleyball.it