Brasile: Secondo scudetto per il Funvic Taubaté. 3-0 al Minas in gara 2, Bruno MVP

982

Finale: Gara 2 (17 aprile)
MINAS TÊNIS CLUBE – EMS TAUBATE FUNVIC 0-3 (20-25, 22-25, 17-25) Serie: 0-2
MVP: Bruno Rezende.
SAQUAREMA – Nessuna sorpresa nella finale della Superliga maschile. Il Funvic Taubaté, strafavorito per il titolo dopo la clamorosa uscita ai quarti di finale del Sada Cruzeiro, ha conquistato il suo secondo scudetto vincendo agevolmente 3-0 contro il Minas in gara 2. Un risultato che ha chiuso la serie sul 2-0 dopo il 3-2 più sofferto del previsto in gara 1.

Ben guidato in regia dall’MVP di serata Bruno (da ripescare su Youtube il recupero difensivo che ha propiziato il 9-12 nel 2° set e l’alzata che ha lasciato senza muro Gabriel Candido per il 7-12 nel 3° set) il Funvic Taubaté ha dominato sostanzialmente dall’inizio alla fine forte di un servizio continuo ed efficace (10 ace e 11 errori) ed imbrigliando con il muro lo stanco opposto cubano Escobar (che dopo essere guarito dal covid ancora fatica a giocare 2 partite ravvicinate). Migliori realizzatori Douglas Souza e Mauricio Borges: entrambi schiacceranno a Vibo Valentia la prossima stagione.

LA CRONACA DEL MATCH
1° set: Subito una murata e un errore per Felipe Roque (2-0). Il Taubaté ribalta con l’ace di Mauricio Borges (3-3, in realtà palla out ma non c’è richiesta di videocheck) ed il contrattacco di Mauricio Souza: 3-4. Lucas firma l’ace del +2 (7-9), ma Honorato pareggia in pipe dopo una difesa su Mauricio Borges: 9-9. Taubaté di nuovo a +2 col muro di Mauricio Souza su Escobar: 10-12. Spende un time out il Minas dopo l’invasione a muro sul contrattacco di Douglas Souza: 11-14. Pinta mura Lucas (13-14), ma Douglas Souza ristabilisce le distanze: 13-16. Il Minas torna a -1 con l’ace di Honorato su Douglas Souza (17-18), ma poi Honorato sbaglia in ricezione e Mauricio Borges ringrazia (17-20). Joao Rafael entra al servizio e trova l’ace (19-23), imitato poi da Felipe Roque che chiude i conti al primo set point: 20-25.

2° set: Approfittando dell’errore dell’arbitro che non fischia palla a terra sul pallonetto di Honorato il Funvic va a segno col contrattacco di Felipe Roque (1-2) e poi anche con quello di Douglas Souza (1-3). Gustavao mura Felipe Roque (3-3), ma Douglas Souza mura il contrattacco di Escobar (3-4) e Lucas mura Gustavao (3-5). L’errore di Felipe Roque riporta il set in parità: 5-5. Entra al suo posto Gabriel Candido. Altro muro di Douglas Souza su Escobar: 5-7. Il Minas sorpassa con 2 contrattacchi consecutivi: prima Pinta 7-7, poi Honorato (8-7). Il vantaggio però dura poco perché Escobar si fa murare anche da Mauricio Borges (8-9) e Douglas Souza mette l’ace del +2: 8-10. Borges punisce l’errore di Maique dopo un gran recupero difensivo di Bruno: 9-12. Altro break point per Mauricio Borges con un bell’ace: 11-15. Meno irresistibile il servizio float di Mauricio Souza, ma Lazo non controlla: 12-17. Honorato accorcia le distanze con un ace (14-17), ma dai 9 metri va a segno anche Gabriel Candido: 14-19. Il Minas prova ad avvicinarsi col gran muro di Pinta su Mauricio Borges (18-21) e l’ace di William su Mauricio Borges (21-23), ma al secondo set point il Taubaté chiude con l’errore in battuta di Honorato: 22-25.

3° set: Il Taubaté parte bene vincendo 2 scambi prolugnati con Mauricio Borges e Mauricio Souza: 0-2. Pinta attacca out (0-3), Escobar è murato per l’ennesima volta, stavolta da Mauricio Souza (0-4). Dentro Paulo per il cubano, ma Mauricio Borges firma un altro break: 0-5. Gustavao punisce un errore in ricezione (3-6), ma poi attacca out (3-8). Non vale un break point, ma è splendida l’alzata di Bruno che lascia senza muro Gabriel Candido: 7-12. Paulo manda out il 10-16, ma Douglas Souza ne sbaglia due di fila: 12-16. William non corregge la ricezione imprecisa di Maique (12-18) e lascia il posto a Gustavo Orlando sul 13-18. Joao Rafael realizza l’ace del 16-23. Tornano William e Gustavao. Sul 17-24 doppio cambio del Funvic con Rapha in battuta e Felipe Roque a muro che fa il punto decisivo fermando Lazo: 17-25.

Sostieni Volleyball.it