Brescia: Dal successo su Novara alla sfida con Firenze, con una Rivero in più

Brescia a Firenze con una Rivero in più
Brescia a Firenze con una Rivero in più

BRESCIA – “Abbiamo ancora i brividi”, è la risposta più frequente nell’ambiente Millenium alla domanda “come va?”, ovviamente in riferimento alle stupende emozioni che le Leonesse bresciane hanno regalato agli oltre 3.000 presenti domenica al PalaGeorge. La calza della Befana si è riempita di due punti, frutto di un’autentica battaglia con le campionesse della Igor capolista, che ha dovuto inserire e girare tutte le sue stelle per trovare una combinazione che impensierisse la matricolare lombarda. Sotto i colpi di Egonu, ma soprattutto Bartsch (68% in attacco), le novaresi hanno raddrizzato il tiro, ma al tie-break, la grande fame della Banca Valsabbina ha fatto la differenza.

La Banca Valsabbina ha colto una vittoria storica nonostante l’assenza di una sua pedina molto importante, ovvero la schiacciatrice Jessica Rivero impegnata con la nazionale spagnola. 

“Sapevamo che c’era il rischio non avere Jessica per una o più partite perché la Spagna cercava un pass qualificazione agli Europei – spiega il GM Emanuele Cataniaper via del Mondiale in Giappone che è caduto molto tardi, il calendario è compresso, e alcuni club devono rinunciare alle giocatrici nel vivo della stagione. Anche Busto Arsizio era senza Herbots e Grobelna. Inutile dire che avremmo preferito sospendere per qualche giorno le gare del nostro campionato, ma non è stato possibile”.

“Jessica è un giocatore molto importante per noi come per la sua nazionale, e questo lo rispettiamo. Dato che hanno centrato l’obiettivo la federazione spagnola ha gentilmente acconsentito a farla rientrare in anticipo in Italia, e vorremmo averla disponibile mercoledì a Firenze”.

Brescia oggi è in partenza per il capoluogo toscano, dove alloggerà in vista della sfida di domani sera al Mandela Forum contro il Bisonte Firenze, battuta nella gara d’andata per 3-1.

Sostieni Volleyball.it