Busto Arsizio (A2): Confermata Sartori

226

BUSTO ARSIZIO – Con la stagione 2020/21 ormai alle porte, la Futura Volley Giovani completa il proprio reparto centrali con un’atleta già apprezzata nello scorso campionato al San Luigi: alla novità Giuditta Lualdi e alla confermata Martina Veneriano si unisce ufficialmente anche Benedetta Sartori, al secondo anno in maglia FVG!
Benedetta, che ha compiuto 19 anni ad Aprile, è uno dei prodotti più fulgidi dell’Altomilanese: è infatti nata e cresciuta a Legnano, città in cui risiede tutt’ora, ed ha mosso i primi passi nel volley nella Focol, una delle società storiche del territorio. La strada nel legnanese prosegue fino ai 14 anni, quando la centrale sfida la Futura Giovani in maglia Focol e viene attentamente osservata da Matteo Lucchini: l’attuale head coach biancorosso, allora al comando del fu settore giovanile, la convince a spostarsi di qualche chilometro per fare parte di una “cantera” già nota a livello regionale e nazionale. Benedetta cresce, sia nel gioco che nell’altezza (arriva a sfiorare i 190 cm), e diventa praticamente subito uno dei maggiori prospetti bustocchi; match dopo match arriva a farsi un nome anche tra gli scout azzurri, iniziando così ad indossare la maglia della Nazionale giovanile in diverse occasioni. Il suo primo incrocio con la “nuova” Futura Volley Giovani avviene nel 2017/18 in B2: Sartori, in maglia Uyba Giovani, piazza 19 punti nel doppio confronto di regular season confermando le ottime impressioni suscitate durante tutta la stagione. L’annata si conclude in bellezza con il titolo provinciale Under 18, il terzo posto alle finali nazionali e soprattutto la conquista dell’Europeo Under 19, in cui le giovani azzurre rovesciano la Russia e si guadagnano l’oro continentale. Il 2018/19 porta in bacheca un nuovo titolo provinciale (e la quinta piazza nazionale), quindi ecco la chiamata della Futura e di coach Lucchini, nume tutelare della giovane posto 3: le prime gare “di rodaggio” in Serie A2 sono il preludio all’esplosione nel match contro Trento, vero e proprio upset del girone di andata, in cui Benedetta firma 13 punti in 3 set con 3 muri e il 64% in attacco. Nonostante la maggiore età raggiunta da poco, l’efficacia resta tale per tutto il resto della stagione: la numero 10 biancorossa, schierata in 66 set dei 77 totali, unisce una buona efficienza offensiva (45,3%) a delle doti sopra la media a muro (58 totali, 0,88 a set). In quest’ultimo fondamentale resta memorabile la prestazione fornita contro Marsala al San Luigi, incontro in cui piazza 9 block-in conquistando anche il premio come MVP.