Cantù vs Mondovì…Il confronto è iniziato con il Pesce d’Aprile. C’è chi abbocca

MODENA – Ieri sono stati due i Pesci d’Aprile legati alla pallavolo di vertice. Il primo lanciato in rete dalla VBC Mondovì, di prima mattina, annunciava la rinuncia di Cantù ai play off di A2 Credem Banca e conseguente “promozione” diretta dei piemontesi alle semifinali.

Il secondo informava dei saluti anticipati di Lorenzo Bonetti allo Scanzorosciate per un finale di stagione in Qatar.

Due comunicati-Pesce d’Aprile evidenti che Volleyball.it ha archiviato senza darne pubblicazione, salvo farci sopra una piacevole risata. Nel giro di un’ora il Mondovì mandava una seconda email di chiarimento: per passare alle semifinali i piemontesì dovranno conquistarsi il diritto sul campo. Cantù non si è ritirato. Fine dei giochi e, evidenti, scherzi.

La prima notizia da più parti è però stata pubblicata come “buona” con il più classico dei copia e incolla senza la necessaria verifica giornalistica, generando qualche mal di pancia nel canturino tanto che proprio oggi la Pool Libertas Cantù si è sentita costretta a un contro comunicato, questo però tutt’altro che scherzoso: 

Partecipazione ai playoff del Pool Libertas Cantù e Fake News

In merito alla notizia diffusa ieri dall’ufficio stampa del Vbc Mondovì sulla mancata partecipazione della nostra società ai playoff per la Superlega, il Pool Libertas Cantù smentisce categoricamente l’illazione pubblicata ieri, che arriva dopo un risultato sportivo splendido e travolgente per noi. Inaspettato fino a poco tempo fa, che ha riempito di grande soddisfazione tutto il nostro mondo pallavolistico e che rimarca per L’ennesima volta la nostra serietà e professionalità all’ottavo campionato di serie A2 disputato.

Pur consapevoli dello spirito goliardico con cui la stessa notizia è stata costruita e diffusa il 1° aprile, la notizia è risultata lesiva per l’immagine della nostra società sportiva. La scelta di diffonderla sul sito Internet ufficiale e sui social network del Vbc Mondovì ha creato un pericoloso effetto torrent su un pubblico molto ampio. La notizia è stata infatti subito ripresa anche da un portale di informazione e da gruppi di tifosi, che non hanno poi pubblicato invece alcuna smentita. Le deontologia di un ufficio stampa di una società sportiva di alto livello imporrebbe invece attenzione particolare nel non diffondere bufale o fake news in particolare sui nuovi media. Soprattutto se queste fake news riguardano anche altre realtà.

Stigmatizzando ancora il comportamento dell’ufficio stampa del Vbc Mondovì e non avendo ricevuto ad oggi, scuse o spiegazioni sul gesto, il Pool Libertas Cantù si riserva di ricorrere in altre sedi per il danno di immagine ricevuto.

Pool Libertas Cantù.

 

Sostieni Volleyball.it